I nostri Social

Le interviste

ESCLUSIVA CS – Mantova, l’ex ds Battisti: “Miracolo? No, capolavoro!”

Pubblicato

il

Mantova, Alessandro Battisti

Dopo una grande stagione in Serie C, il Mantova è riuscito in un’impresa che mancava da 15 anni. Ne parla con noi l’ex direttore sportivo Alessandro Battisti.

Erano 15 anni che il Mantova non veniva promosso in Serie B: la sua ultima volta nella seconda serie di campionato risale alla stagione 2009-2010.

Si tratta di un risultato che, ovviamente, è frutto di un grandissimo lavoro. Un lavoro che l’ex direttore sportivo Alessandro Battisti, fuori dal club dallo scorso anno ma rimasto in ottimi rapporti con la dirigenza, conosce molto bene.

Noi di CalcioStyle lo abbiamo raggiunto telefonicamente per chiedergli un giudizio in merito.
Ecco che cosa ci ha detto.

Mantova, l’intervista di Alessandro Battisti

Alessandro, qual è il tuo giudizio sulla promozione in Serie B del Mantova? L’ultima volta del club nella seconda serie risale al 2009-2010.

“Certe volte si pensa al miracolo, invece questo secondo me è un capolavoro. La parola capolavoro dà più l’idea di ciò che è stato fatto. Nessuno se lo sarebbe mai aspettato, soprattutto dopo l’epilogo dello scorso anno. Una squadra riammessa in Serie C che stravince il campionato. Un capolavoro meritato: è la squadra che ha espresso il miglior gioco della Serie C, e non è sempre facile abbinare il bel calcio ai risultati”.

Visto che sei ormai un ex ti posso chiedere qualche commento sul calciomercato. Partiamo dalla stagione di Alessandro De Benedetti, che tornerà in prestito al Mantova.

“È un’altra dimostrazione di visione che hanno a Mantova. È un giocatore che ha qualità importanti. Malgrado non gli abbiano dato tantissimo spazio il fatto che lo abbiano mantenuto in una categoria superiore è stata un’ottima intuizione dell’allenatore”.

Parliamo di una voce, quella che riferisce di un interesse del Mantova per Federico Artioli del Sassuolo, attualmente in prestito alla Pergolettese.

“Un giocatore che ha le caratteristiche per inserirsi bene nell’idea di calcio di Possanzini, un centrocampista di grande dinamismo e qualità che ha già un’esperienza importante in Serie C. Un giovane. Fanno un lavoro eccezionale. Idee chiare e soprattutto giocatori funzionali alla squadra”.

Secondo te, per come è strutturata adesso la squadra, quali sono gli aspetti da migliorare, magari con acquisti mirati?

”Secondo me hanno dimostrato di non aver bisogno di consigli da nessuno, conoscendo i protagonisti e il presidente Piccoli, che è una persona alla quale sono molto legato. A lume di naso, calcolando che Gaetano Monachello, da quell che sento, non rientra nei piani della Serie B, secondo me il reparto in cui ci vorrebbe un innesto è quello offensivo.

Dietro hanno tenuto e riconfermato tanti ragazzi, credo meritatamente. Sono contento per Panizzi, un ragazzo meraviglioso che si è guadagnato con il lavoro la conferma in Serie B”.

Quest’estate incombono due amichevoli importanti: quella del 20 luglio contro il Napoli di Conte e quella del 25 contro il Genoa di Gilardino. Come andrà, secondo te?

“Guarda, in un’amichevole che fece con una squadra di categoria superiore, il Brescia, il Mantova vinse 3-0. L’auspicio è quello di vincere e stravincere”.

Secondo c’è la concreta possibilità di arrivare in Serie A? Negli anni d’oro del club, gli anni Sessanta, il club ci era arrivato.

”Se non erro, il Mantova può vantare sette stagioni in Serie A, quindi si tratta di una piazza blasonata. Si è creata un’alchimia importante tra i protagonisti, la società e il presidente. Secondo me il Mantova sfrutterà questo grandissimo entusiasmo, come ha fatto lo scorso anno.

Come impianto di gioco, credo che il club non sia secondo a nessuno, e secondo me non lo sarà nemmeno in Serie B se continua su quella falsariga. Questa è una piazza che ha iniziato a sognare l’anno scorso e può tranquillamente continuare a farlo”.

Chiudiamo con una curiosità di mercato. Hai visto che tra le neopromosse in Serie A di quest’anno il Como, in particolare, sta facendo acquisti da Serie A, come il giallorosso Belotti. Secondo te anche il Mantova farà shopping dalle categorie superiori?

”Penso che il Mantova qualcosa di simile farà, perché comunque credo sia una piazza ambita in Serie B. Io credo che avrà la possibilità di scegliere anche giocatori di categoria. Quello che ha fatto la differenza quest’anno, e che farà la differenza il prossimo, sono sì i giocatori ma è soprattutto l’impianto di gioco di Possanzini, che ha sorpreso e meritatamente vinto”.

Le interviste

Esclusiva CS, Collovati: “Inter la squadra da battere, ma occhio al Napoli. Juve mercato deludente, il Milan…”

Pubblicato

il

Fulvio Collovati, ex-difensore dell’Inter e attuale direttore di Calcissimo, ha concesso un’intervista esclusiva ai microfoni di CalcioStyle.

L’ex-difensore (e Campione del Mondo) dell’Inter e della Nazionale Italiana (ma non solo) Fulvio Collovati è comparso in diretta, assieme al direttore Francesco Tripodi e al nostro Davide Giordana, sul canale YouTube ufficiale di Calcio Style. Potete rivivere la diretta o leggere il riassunto testuale preparato per voi.

Indice

Europeo livellato verso il basso, han fatto fatica tutte

❝E’ stato uno dei peggiori Europei che io abbia mai visto e non lo dico solo per la prestazione dell’Italia. Nessuna delle big mi ha convinto. La Germania, padrona di casa, è uscita ai quarti. La Francia e l’Inghilterra sono arrivate sino in fondo, ma senza brillare. Poi tutti celebrano la Spagna, giustamente perché non solo è quella che ha giocato meglio ma ha anche vinto tutto le partite, ma cosa sarebbe successo se l’arbitro avesse dato quel rigore netto alla Germania? E’ vero che il calcio non si fa con i ‘se’ e con i ‘ma’, ma con quel rigore forse oggi staremmo raccontando una storia diversa.❞

Collovati sull’Italia

Sull’Italia non c’è molto da dire, anzi per la verità preferirei non parlarne affatto. Si è già detto tutto su questa eliminazione e non posso che ribadire ciò che è stato già analizzato da altri. Credo che Spalletti abbia confuso i giocatori con le sue chiacchiere, in campo i giocatori sembravano non sapere cosa dovessero fare. La Svizzera è stata la punta dell’iceberg, perché prima c’era stata la partita con la Spagna e quella con la Croazia: che senza quel gol al 98esimo eri fuori. Salvo giusto il primo tempo con l’Albania, ma anche lì poi hai rischiato. Veramente troppo poco per fare un torneo sufficiente.❞

Juve, perché vendi Soulé? Mercato deludente

Juventus regina del calciomercato sin qui? Non sono d’accordo. Ha preso Thuram, che magari sarà il miglior centrocampista della prossima stagione ma per ora ha giocato solo nel Nizza, e Douglas Luiz che giocava nell’Aston Villa. Poi non capisco la scelta di dar via Soulé. Lo vuole la Roma, lo vuole il Leicester, lo vogliono tutti e tu lo dai via? Fino ad adesso la Juve non ha preso campioni, io credo che il giudizio sul mercato sia figlio del fatto che hai preso Motta. Per ora, ma è soltanto la mia opinione, mercato molto deludente.

La dieci a Yildiz è un attestato di stima, ma mi dispiace che non abbiano fatto la stessa con Soulé. Se Yildiz prende il dieci, allora a Soulé potevano dare il sette. Yildiz è un buon giocatore, ma sinceramente dal suo Europeo mi aspettavo di più. La Turchia ha giocato bene, ma lui poteva fare meglio. Io non vorrei ci fosse troppo clamore attorno a lui. Fra i due quello forte mi è sembrato Arda Guler e non lui.

L’Inter è ancora la squadra da battere

L’Inter i giocatori li prende con tre mesi d’anticipo, per questo non fa più notizia. Ha preso i giocatori che le servivano e non ha venduto nessuno. E’ ancora la squadra da battere: questa è la realtà.

Collovati sul Milan e su Morata

Dopo la finale ho fatto due ore di diretta in radio e Morata è venuto ai nostri microfoni. Ha detto di aver ‘giocato da muratore’, ma io non credo che al Milan serva uno che giochi da muratore. Al Milan serve uno che faccia almeno 15 gol. Se gioca come ha giocato nella Spagna, che torna indietro e sta lontano dalla porta, allora dubito che i tifosi del Milan saranno soddisfatti. Lui stoppa il pallone e attorno a lui ne ha tanti che s’inseriscono. E’ ovvio che deve aiutare Leao, Pulisic, ma un attaccante deve fare gol.

Fullkrug a me non dispiace. E’ un centravanti vecchio stampo, che sta dentro l’area di rigore e fa la lotta con i difensori. All’Europeo non giocava, ma quando entrava faceva la differenza. Io credo che possa fare bene al Milan, ma spero che puntino su Camarda. Perché non lo tengono come seconda o terza punta? Il Milan ha tante partite da affrontare e deve dargli spazio. Non ha senso mandarlo in C e aspettare che abbia 22 anni.

Collovati sulla Roma e De Rossi

❝De Rossi deve ricostruire la fase offensiva della Roma. Lukaku non c’è più, Abraham andrà via e Dybala? E’ un punto interrogativo, anche se resta. La Roma deve prendere un centravanti che faccia almeno 15 gol, sennò i gol chi li fa? Non ha Barella, non ha Frattesi, non ha centrocampisti che vedono la porta.

Collovati su Immobile e sulla Lazio

E’ difficile sostituire uno come Immobile, che ha tenuto a galla la Lazio con i suoi gol. Soprattutto perché i prezzi sono impazziti. Ormai costano tutti 25-30 milioni, ma non li spende la Juve questi soldi e dovrebbe spenderli Lotito? Se vuoi prendere un centravanti di valore devi spendere almeno 40-50 milioni. A cifre più basse prendi buoni giocatori, come Broja o lo stesso Castellanos, che però fanno fatica.

Koopmeiners lo lascerei a Bergamo, non vale quella cifra

Le parole di Percassi su Koopmeiners sono ovviamente di circostanza. Se arrivano 60 milioni lo vende sicuro, anche se io per quella cifra lo lascerei lì. Non discuto il valore dei giocatori, ma sono troppi soldi. Ha 26 anni e non 20, fino a due anni fa non giocava nemmeno in Nazionale. E’ un ottimo centrocampista, ma non un fuoriclasse. A quella cifra io lo lascio lì, perché la bravura del dirigente è trovare giocatori a basso prezzo che poi rendono come giocatori che costano quattro o cinque volte tanto.

Il Napoli di Conte può dare fastidio all’Inter

De Laurentiis, dopo la scorsa stagione, era con le spalle al muro. Doveva prendere il numero uno e lo ha preso. Conte è sicuramente il valore aggiunto, ma la squadra gliela stanno facendo. Ha preso Buongiorno e prenderà Lukaku. Ha un ottimo centrocampo e non ha le coppe: credo possa dare fastidio all’Inter.

Collovati

Continua a leggere

Le interviste

Euro 2024, Nicola Porro: “Italia schifosa. Qualcuno si dimetta”

Pubblicato

il

nicola porro civitanova

Euro 2024, un Nicola Porro senza peli sulla lingua, grintoso e motivato, quello incontrato in queste ore al Madeira Beach di Civitanova Marche (Macerata). Nell’occasione Porro ha presentato il suo ultimo volume ‘La Grande Bugia Verde“, alla presenza di circa 600 persone.

Un grande successo per l’appuntamento targato ‘Filosofarte’, alla presenza del Presidente Regione Marche Francesco Acquaroli e di altri importanti esponenti comunali e regionali. Nell’occasione abbiamo chiesto al noto giornalista e conduttore tv (Quarta Repubblica – Mediaset) un suo giudizio su Inter e Nazionale.

Indice

PORRO SU EURO 2024: “NAZIONALE ITALIANA DI CALCIO? UNO SCHIFO”

Porro, tifoso dell’Inter, ha commentato così: “Inter Number One sempre. Rimarrà sempre numero uno. La Nazionale Italiana di Calcio? Fa schifo, qualcuno si dovrebbe dimettere anche se la Nazionale era fatta da molto interisti…”

Qui nelle Marche, non distante da Civitanova, abbiamo Roberto Mancini che ci ha regalato (come ribadito anche dal Presidente Regione Marche Francesco Acquaroli nella nostra intervista) la gioia europea tre anni fa. “Meglio Roberto Mancini di Luciano Spalletti?”, questo il quesito che abbiamo posto al giornalista Nicola Porro. “Direi proprio di sì, che dite?”, così Nicola. E allora abbiamo insistito, tra il serio e il faceto, chiedendogli: “Luciano Spalletti bocciato in pieno?”. Telegrafica la risposta di Porro. “Mi sembra di sì”.

Sul nuovo Milan di Paulo Fonseca: Nicola, potrà il Diavolo Rossonero vincere lo scudetto? “Non saprei”, ribadisce Porro che in più di una circostanza è stato a Civitanova Marche. “Città fantastica, adoro le Marche”. Su Euro 2024… chi è la favorita, Spagna, Francia o Inghilterra? “Non saprei, non vedo gli europei, basta col calcio, ho chiuso…”.

EURO 2024, NICOLA PORRO IRONICO A CIVITANOVA: “ESSERE INTERISTA E’ UN DIFETTO. SPERIAMO NELLO SCUDETTO”

Nicola è pugliese di famiglia e allora gli abbiamo chiesto un pensiero su club quali Lecce e Bari. “Non mi frega più niente del calcio. Sono interista purtroppo, mi sta simpatica l’Inter e questo è un difetto (ride, ndr)”. Inter di Simone Inzaghi dunque candidata per lo scudetto? “Speriamo”, afferma Nicola Porro.

Sul Napoli di Antonio Conte, potrà vincere lo scudetto? “Dico solo che mi sta simpatico”. Infine un’altra battuta con Porro: Nicola, ti candidi per il 2024 al titolo di miglior giornalista? “No. Il peggiore (ride, ndr)”. E allora, gli abbiamo chiesto, “sarà il collega Alessandro Sallusti il miglior giornalista forse?”. Pronta la risposta di Nicola con la solita ironia: “Forse sì. Però è peggiore, un pochino meno peggiore di me…”.

LE PAROLE DI MAURO ALBERTI (MADEIRA) E DEL CONSIGLIERE COMUNALE CIVITANOVA GIANLUCA CROCETTI

Ai margini dell’evento di Civitanova abbiamo intercettato anche il Consigliere Comunale Gianluca Crocetti. “Il Progetto Filosofarte, da me ideato, creato, prodotto e divulgato, sta andando molto forte specie a livello culturale. Stiamo alzando l’asticella proprio riguardo allo sviluppo culturale. Questo perché Civitanova non è solo movida e divertimento. Ci stiamo impegnando con tutta l’Amministrazione Comunale verso questa direzione. Ribadisco come questa rassegna stia prendendo grande sviluppo non soltanto sulla città di Civitanova, bensì a livello regionale e anche fuori regione. Abbiamo organizzato eventi di ogni tipo, con illustri accademici, filosofi…

L’evento di Civitanova Marche con Nicola Porro al Madeira ha avuto un successo sovradimensionato. Avevamo prenotato per 200 posti, in realtà siamo arrivati a quasi 600 persone. Il tutto alla presenza del Presidente Regione Marche Francesco Acquaroli, del Vice Sindaco Civitanova Claudio Morresi, del Consigliere Regionale Pierpaolo Borroni, del Consigliere Regionale Anna Menghi…”

GIANLUIGI PARAGONE SABATO SERA A CIVITANOVA

“Ricordo altresì l’appuntamento di sabato 6 luglio presso lo stabilimento balneare Arturo di Civitanova in compagnia di Gianluigi Paragone. Il giorno precedente, venerdì 5 luglio 2024, Filosofarte continua: ci hanno chiamato un paese vicino Francoforte, in Germania, per un evento culinario con il nostro marchigiano The Lord of Truffle Daniele Violoni. A tal proposito devo dire che il primo evento ha avuto un grande successo a Civitanova ed ora è riuscito ad andare fuori regione. Abbiamo fatto, in merito, eventi ad Olgiata e al Circolo Canottieri Lazio, venerdì saremo in questo paese tedesco con il Lord”. Ringraziamo per l’ospitalità il Madeira di Civitanova guidato dal trio Mauro Alberti, sua moglie (ex pluripremiata pallavolista) Martha Zamora e dall’altro fenomeno ex Lube Volley Robertlandy Simon.

Mauro Alberti ha concluso ai nostri microfoni: “Siamo molto felici di aver ospitato, qui al Madeira, questo straordinario evento, che valorizza l’intero territorio, con un giornalista di rilievo come Nicola Porro. C’è stato davvero un grande successo a livello di pubblico, in una serata davvero piacevole e interessante”.

euro 2024 nicola porro civitanova

Nicola Porro, alla sua sinistra il Presidente Regione Marche Francesco Acquaroli e il Consigliere Comunale Civitanova Marche Gianluca Crocetti (ieri sera al Madeira Civitanova)

Continua a leggere

Le interviste

Michela Persico: “Spero stagione Rugani sia vincente col nuovo mister”

Pubblicato

il

daniele rugani

Con il suo piccolo Tommaso e la storia d’amore col difensore della Juve Daniele Rugani ha sempre fatto parlare di sé. Michela Persico, da protagonista tv delle reti Mediaset a influencer e mamma sui social network, è un personaggio positivo e noto per il suo garbo. Incontrata alle Olimpiadi del Cuore a Forte dei Marmi, in Toscana (prima allo Stadio Comunale per la partita del Cuore con Nazionale Cantanti e poco dopo alla cena di gala presso Bagno Assunta, nostra compagna al tavolo 12 insieme a Jessica – moglie di ‘Big Mac’ Maccarone – nonché a Nicolas Spolli con la propria famiglia), Michela Persico ci ha confidato con ironia: “Daniele Rugani si aspetta il secondo figlio (ride, ndr), dopo il matrimonio di quest’anno. Il progetto c’è ma nell’immediato direi che deve aspettare ancora un attimino. Si lavora anche, dovremmo riprendere la tv a settembre, incrociando le dita”.

Numerosi i progetti della celebrità tv: tornerà in video a settembre e sarà accanto al suo marito campione sperando che anche la prossima stagione per lui sia vincente con il nuovo allenatore”.

Il successo di Michela Persico è strettamente legato ai nuovi mezzi di comunicazione, ma i suoi riferimenti sono evergreen: “Sono della nuova generazione di giornalisti, ma capisco che per i cronisti sportivi è diventato difficile dare notizie. Sono i protagonisti stessi a dare gli scoop sui loro social quindi c’è molta concorrenza per questo mestiere. Con il dilagare delle fonti di informazione, anche da parte degli ex calciatori, è cambiato tutto.

A me il giornalismo e la conduzione sono stati sempre a cuore, incrocio le dita per i prossimi impegni. Il mio progetto è quello, nonostante riconosca che l’avvento dei social sia stato utile per tutti. L’esempio per me è stata Antonella Clerici, giornalista preparata e conduttrice che cambia ambito ma sempre con grande professionalità”.

Persico Rugani

Michela Persico

daniele rugani

Michela Persico sulla Juve

daniele rugani

Michela Persico a Forte dei Marmi – Stadio

Continua a leggere

Ultime Notizie

Lazio Lazio
Serie A13 minuti fa

Lazio, Isaksen: “Sarri e Tudor due grandi allenatori. Baroni…”

Visualizzazioni: 66 Il calciatore della Lazio Gustav Isaksen ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Radio Radio in cui ha parlato della...

Kanté Kanté
Calciomercato33 minuti fa

Kanté, l’Europa chiama: ritorno in Premier League?

Visualizzazioni: 162 La carriera di Ngolo Kanté è destinata a continuare. Il traserimento in Arabia potrebbe non essere stato l’ultimo...

juventus Italia - Serie A juventus Italia - Serie A
Serie A53 minuti fa

Serie A 2024-2025: le formazioni titolari… ad oggi

Visualizzazioni: 512 La nuova stagione di Serie A si avvicina, con il mercato che la sta facendo da padrona. Ma...

Torino Torino
Calciomercato1 ora fa

Torino, UFFICIALE: Alberto Paleari è granata

Visualizzazioni: 176 Alberto Paleari è un nuovo calciatore del Torino. L’ex Benevento ha firmato un contratto fino al 30 giugno...

Italia U19 Italia U19
Nazionale1 ora fa

Italia Under 19: l’avversario della Semifinale

Visualizzazioni: 150 Dopo aver battuto nettamente l’Irlanda del Nord, l’Italia Under 19 di Corradi è entrata tra le prime quattro....

Calciomercato1 ora fa

Milan, la dirigenza è convinta: all in su Samardzic | Le commissioni al papà

Visualizzazioni: 932 Milan, quello del trequartista serbo è un nome che mette veramente tutti d’accordo nei salottini buoni del quarto...

Manchester United Manchester United
Calciomercato2 ore fa

Il Manchester United batte la concorrenza del Real Madrid per Yoro

Visualizzazioni: 166 Nella giornata di ieri, il Manchester United ha ufficializzato un colpo in entrata. Il club inglese è riuscito...

Roma, De Rossi Roma, De Rossi
Calciomercato2 ore fa

Calciomercato Roma: sfuma anche En-Nesyri?

Visualizzazioni: 312 Il calciomercato della Roma sta stentando a decollare. Ad oggi sono solamente due gli acquisti effettuati, Le Fée...

franchi franchi
Serie A2 ore fa

Franchi: scontro tra Fiorentina e Comune, rinviata la decisione

Visualizzazioni: 296 Il confronto tra la Fiorentina e il Comune di Firenze riguardo ai lavori di ristrutturazione dello stadio Artemio...

lazio castrovilli lazio castrovilli
Calciomercato2 ore fa

UFFICIALE Lazio, Castrovilli è biancoceleste

Visualizzazioni: 259 Trattativa lampo che vede la fumata bianca. Gaetano Castrovilli è un nuovo giocatore della Lazio, arriva da svincolato...

Le Squadre

le più cliccate