I nostri Social

Europei

Spagna, Unai Simon: “Vogliamo vincere il torneo, e sull’Italia…”

Pubblicato

il

calcio euro 2024

Il portiere della Spagna e dell’Athletic Bilbao Unai Simon ha parlato ai microfoni di Sportweek in vista dell’esordio ad Euro 2024 contro la Croazia.

Spagna, le parole di Unai Simon

Spagna

Di seguito le parole del portiere della Spagna e dell’Athletic Bilbao Unai Simon, rilasciate ai microfoni di Sportweek in vista dell’esordio della nazionale iberica ad Euro 2024, in programma oggi alle 18:00 contro la Croazia:

Come vede il gruppo dell’Europeo?

“Complicato come i nostri rivali, mi sembra evidente. Italia e Croazia erano nella final four di un anno fa della Nations League. Siamo riusciti a batterle entrambe, ma il livello è alto.

Tra l’altro le abbiamo affrontate anche 3 anni fa agli Europei, la Croazia negli ottavi in una partita assurda, finita 5-3 ai supplementari, e l’Italia in semifinale, perdendo ai rigori. Sono due nazionali super competitive che presentano grandi difficoltà a qualsiasi avversario.

È vero che l’Italia ha cambiato allenatore, ma a me continua a sembrare un rivale molto pericoloso. Ripeto, è un gruppo tosto, non c’è margine di errore anche perché l’Albania magari ha meno nome, sulla carta può sembrare un avversario di livello inferiore, ma è comunque un’ottima squadra. Magari fanno un calcio diverso,
meno vistoso, ma se sono lì è perché se lo sono meritato. Vietato rilassarsi”.

Qual è il vostro obiettivo?

“Vincere il torneo. O almeno questa dev’essere l’idea al momento dell’inizio della competizione, per poi seguire il piano prestabilito: fare un buon girone superando le difficoltà che ho menzionato prima, e poi proseguire.

Non si tratta solo di risultati ma anche di gioco: la nostra idea è quella di essere superiori ai rivali, imporre il nostro gioco, essere la nazionale che desiderano i nostri tifosi, propositiva e brillante.

Poi ovviamente tutto può succedere, cose buone o meno buone, ma l’obiettivo dev’essere chiaro: la vittoria”.

Europei

Inghilterra, Osman ringrazia Southgate: “Ci ha resi orgogliosi”

Pubblicato

il

Inghilterra, Southgate

Leon Osman, ex centrocampista dell’Everton, va controcorrente. La presenza di Gareth Southgate sulla panchina dell’Inghilterra, ha reso orgogliosi gli inglesi.

Leon Osman, ex centrocampista dell’Everton si schiera al fianco di Gareth Southgate. Il CT inglese, reo di aver perso la seconda finale europea in tre anni, ha diviso l’opinione pubblica fra chi lo vorrebbe ugualmente alla guida dei Tre Leoni e chi, al contrario, vorrebbe un altro profilo.

Queste parole arrivano poco prima dell’annuncio dell’addio del tecnico inglese dalla panchina della Nazionale.

Osman spiega alla BBC: “Tra circa 20 anni ricorderemo che abbiamo disputato le ultime fasi di quattro tornei consecutivi e abbiamo vissuto quei momenti, quelle feste in casa, quei momenti con le nostre famiglie a guardare le partite. Potremmo non avere mai più un periodo come questo ed è qualcosa di cui dovremmo essere orgogliosi”.

Inghilterra, Southgate

ESULTANZA INGHILTERRA CON SAKA E BELLINGHAM ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Inghilterra, Osman vuole Southgate: “Ci ha resi orgogliosi”

Mentre la Football Association scioglie le sue riserve, Sky Sport fa i nomi di chi potrebbe prendere il posto dello stesso Southgate sulla panchina inglese. Si parla di Mauricio Pochettino, Edward Howe, Graham Potter o ad interim, Lee Carsley attualmente CT dell’Inghilterra Under 21. Tutti profili molto importanti per una Nazionale che deve ritrovare se stessa dopo le due batoste europee arrivate per di più consecutivamente. Da una Nazionale che non vince dal 1966 c’è da aspettarsi di tutto.

Continua a leggere

Europei

UFFICIALE: Gareth Southgate lascia l’Inghilterra

Pubblicato

il

Inghilterra, Southgate

Dopo 102 partite, Gareth Southgate lascia la panchina dell’Inghilterra. L’allenatore ex Middlesbrough lascia l’incarico dopo la sconfitta nella finale di Euro 2024. 

Adesso è ufficiale: Gareth Southgate non è l’allenatore dell’Inghilterra. Dopo 102 partite, la semifinale raggiunta al Mondiale 2018 e i due secondi posti ad Euro 2021 ed Euro 2024, l’ex Middelsbrough lascia la guida tecnica. Ad annunciarlo è la stessa Football Association che scrive: “Dopo 102 partite e quasi otto anni in carica, Gareth Southgate ha annunciato che lascerà il suo ruolo di manager del Three Lions”.

Il suo contratto sarebbe scaduto il prossimo 31 dicembre e se non avesse vinto la finale era quasi impossibile che Southgate avrebbe continuato ad essere la guida tecnica dell’Inghilterra. Detto, fatto. La fiducia ad un certo punto viene meno. Specialmente se hai moltissimi campioni a disposizione.

Kane, Southgate

HARRY KANE RAMMARICATO ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

UFFICIALE: Gareth Southgate lascia l’Inghilterra

A ringraziare Southgate per il lavoro svolto c’è il CEO della FA Mark Bullingham che spiega nel comunicato stampa: “Negli ultimi otto anni hanno trasformato la squadra maschile inglese, regalando ricordi indimenticabili a tutti coloro che amano i Three Lions. Guardiamo indietro al mandato di Gareth con immenso orgoglio: il suo contributo al calcio inglese, incluso un ruolo significativo nello sviluppo dei giocatori e nella trasformazione della cultura, è stato unico”.

Bullingham aggiunge nel comunicato: “Siamo andati molto vicini a vincere gli Europei a Londra e ad assicurarci il primo trofeo per la nostra squadra maschile da oltre 50 anni, e ci siamo andati molto vicini di nuovo a Berlino domenica. Prima di Gareth, il periodo più lungo in cui siamo stati classificati tra i primi cinque nel ranking è stato di sette mesi. Durante il suo mandato siamo stati lì per sei anni. Gareth ha reso possibile un lavoro impossibile e ha gettato solide fondamenta per i successi futuri”.

Bullingham conclude: “Siamo molto orgogliosi di tutto ciò che Gareth e Steve hanno realizzato per l’Inghilterra e saremo loro per sempre grati. Il processo di nomina del successore di Gareth è ora in corso e puntiamo ad annunciare il nostro nuovo manager il prima possibile. La UEFA Nations League inizia a settembre e prenderemo una soluzione provvisoria se necessario. Sappiamo che ci saranno inevitabili speculazioni, ma non commenteremo ulteriormente”.

Continua a leggere

Europei

Euro 2024 ha già lasciato il segno nella storia del calcio tra nuovi record e l’Italia più brutta di sempre

Pubblicato

il

Euro2024

Sono tantissimi i protagonisti di Serie A e Serie B a Euro 2024, un torneo che sin dai primi match ha stabilito nuovi record e che per questo si è rivelato già tra i più spettacolari di sempre, tranne che per gli Azzurri.

Il record dell’Italia di Spalletti è simbolico, non statistico, perché nelle quattro gare disputate dai nostri calciatori abbiamo visto la Nazionale più brutta di tutti i tempi, capolavoro disastroso culminato con la sconfitta per 2 – 0 agli ottavi contro la Svizzera.

Per quanto riguarda le altre gare abbiamo visto scene inverosimili, come le lacrime di CR7 dopo aver sbagliato il rigore negli ottavi, segno che anche i più grandi hanno momenti umani, persino una macchina da record come Cristiano.

Che si tratti di competizioni UEFA, FIFA o dei campionati Nazionali, seguire i match in diretta live streaming sui siti scommesse offre sempre l’opportunità di avere a portata di mano statistiche e dati, per misurare il livello non solo del match ma anche dei record assoluti. In questa prospettiva Euro 2024 è un torneo che ha già lasciato il segno nella storia del calcio.

Il gol più veloce segnato agli Europei: contro l’Italia, ovviamente

Prima dell’incredibile capolavoro anti-calcio, all’esordio della Nazionale Azzurra di Spalletti, bastano soltanto 23 secondi per consentire a Bajrami di segnare il gol più veloce della storia degli Europei: Albania in vantaggio senza neanche il tempo di sedersi e accendere la tv.

CR7: dai record alle lacrime

La Slovenia ha dato filo da torcere al Portogallo nel match degli ottavi, rivelandosi una squadra 100 volte meglio della nostra Italia. Al 105° minuto dei supplementari, Cristiano Ronaldo tira una bomba dal dischetto ma Oblak neutralizza il rigore, facendo scoppiare in lacrime il talento portoghese, che si rifarà proprio ai rigori aiutando il Portogallo a passare il girone non senza difficoltà.

Tuttavia, Ronaldo è l’unico calciatore ad aver partecipato a 6 edizioni degli Europei e detiene anche il record di gol segnati: 14, nessuno mai come lui.

Il giocatore più anziano e il più giovane di sempre

Lamine Yamal ha esordito nella Spagna ed è diventato il calciatore più giovane di sempre a mettere piede in campo nei campionati Europei: 16 anni e 339 giorni. Euro 2024 verrà ricordato anche per il calciatore più anziano di sempre a scendere in campo, è Pepe del Portogallo, che ha giocato a 41 anni e 126 giorni.

La doppietta di Demiral

Era dal Mondiale di Francia 1998 che non si vedeva un difensore segnare una doppietta in Nazionale ed Euro 2024 resterà nella storia per la Turchia ai quarti e Demiral che ha segnato una doppietta agli ottavi.

Le quote di Euro 2024

I bookmaker avevano previsto tutto con precisione e il palinsesto delle scommesse calcio con le quote aggiornate mette ancora Inghilterra, Spagna, Francia e Germania tra le favorite alla vittoria di Euro 2024.

Gli Inglesi sono quotati a 4.5 nonostante un torneo sottotono, ma adesso arriva il bello, così come per la Spagna, vincente Euro 2024 a quota 5 e Nazionale che ha dimostrato di poter trionfare per qualità tattica e di gioco. Per Germania e Francia la quota è 5.5 con Les Blues che in quattro gare hanno segnato soltanto 1 gol e vinto due match con altrettanti autogol.

Da non sottovalutare sono Olanda e Portogallo, che partono da underdog rispettivamente a quota 8 e 8.5, mentre la Svizzera è outsider a quota 13 e la Turchia di Montella potrebbe rivelarsi la vera sorpresa di questo torneo a quota 34.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Calciomercato6 minuti fa

Venezia, nel mirino un centrocampista della Juventus

Visualizzazioni: 18 Mentre si avvicina l’addio di Tessmann, il Venezia continua a lavorare per il suo sostituto. Il primo nome...

Calciomercato15 minuti fa

Ufficiale Cagliari: tre colpi dall’Atalanta

Visualizzazioni: 44 Cagliari: tre nuovi rinforzi per Davide Nicola, arrivano tutti dall’Atalanta: Michel Adopo, Nadir Zortea e Roberto Piccoli. Davide...

torino ilic torino ilic
Calciomercato25 minuti fa

Torino, Ilic sempre più Zenit: Vagnati sceglie il sostituto

Visualizzazioni: 37 Il Torino è sempre più vicino a cedere Ivan Ilic allo Zenit San Pietroburgo: Vagnati valuta il sostituto....

Lecce, Corvino Lecce, Corvino
Calciomercato35 minuti fa

Lecce: Corvino fiuta il colpo a centrocampo

Visualizzazioni: 39 Pantaleo Corvino sta considerando l’acquisto di Dennis Praet per rinforzare il centrocampo del Lecce. Il centrocampista belga, che...

juventus juventus
Calciomercato45 minuti fa

Aston Villa, cessione illustre in Arabia: via per 60 milioni

Visualizzazioni: 36 L’Aston Villa ha chiuso un’operazione in uscita verso l’Arabia Saudita. La cessione riguarda uno dei punti fermi della...

Calciomercato55 minuti fa

Ufficiale Atalanta: ecco Sulemana!

Visualizzazioni: 37 L’Atalanta ha ufficializzato tramite comunicato ufficiale l’acquisto di Ibrahim Sulemana, centrocampista ghanese del 2003, proveniente dal Cagliari. Sulemana...

Calciomercato1 ora fa

Calciomercato Juventus, a che punto è il colpo Koopmeiners

Visualizzazioni: 65 Oramai ci siamo. L’arrivo di Teun Koopmeiners alla Juventus non è più solo una suggestione, ma serve prima...

romero romero
Calciomercato1 ora fa

Milan, Romero in uscita: ecco dove andrà

Visualizzazioni: 100 L’intenzione del Milan è quella di sfoltire la rosa dopo i diversi rientri dai prestiti e Luka Romero...

Calciomercato2 ore fa

Roma, nuovo infortunio per Abraham: tempi di recupero e risvolti sul mercato

Visualizzazioni: 231 L’ultimo anno solare di Tammy Abraham non è stato, per usare un eufemismo, particolarmente fortunato: il suo calvario...

Agnelli - Depositphotos Agnelli - Depositphotos
Notizie2 ore fa

Rinvio a giudizio per Agnelli e gli altri ex manager Juventus

Visualizzazioni: 54 La procura di Roma ha richiesto il rinvio a giudizio per gli ex vertici della Juventus, nell’ambito dell’inchiesta...

Le Squadre

le più cliccate