I nostri Social

Europa League

Sporting Lisbona-Atalanta: curiosità e statistiche

Pubblicato

il

Sporting LisbonaAtalanta: la gara d’andata degli Ottavi di Finale di Europa League si giocherà Mercoledì 6 Marzo alle ore 18:45 allo Stadio José Alvalade

Sporting Lisbona-Atalanta

Sporting Lisbona-Atalanta si giocherà allo Stadio José Alvalade

Dopo essersi sfidate nella fase a gironi (gruppo D), Atalanta Sporting Lisbona si ritrovano pure negli Ottavi di Finale della Europa League 2023-24.

Una scelta imposta dalla UEFA per evitare la concomitanza di due partite nella stessa città, visto che Giovedì 7 pure il Benfica sarà impegnato nel turno casalingo di EL.

La Dea ha conquistato 1 vittoria e 1 pareggio nei 2 precedenti stagionali contro il Club lusitano, ma la fase a gironi rappresentava tutta un’altra storia rispetto a quella a eliminazione diretta.

La squadra nerazzurra, allenata da Gian Piero Gasperini, ha tutte le carte in regola per fare bene e passare il turno.

Ma entriamo nel vivo del match e scopriamo che…

Questa sarà l’ottava sfida tra lo Sporting CP e l’Atalanta nelle principali competizioni europee (2 successi per i portoghesi, 3 per la Dea e 2 pareggi finora); 2 di queste sfide sono state disputate nella fase a gironi di questa Europa League (Sporting-Atalanta 1-2 e Atalanta-Sporting 1-1).
Tutte le 3 trasferte dell’Atalanta in Portogallo nelle competizioni europee sono state giocate contro lo Sporting CP: sconfitta per 3-1 in Coppa delle Coppe nel 1963/64, 1-1 in Coppa delle Coppe nel 1987/88 e 1 successo in questa Europa League (2-1).
Questa è la quinta volta che lo Sporting CP accede agli Ottavi di Finale di Europa League (2009-10, 2011-12, 2017-18, 2022-23); i portoghesi non hanno mai perso la gara di andata nei 4 precedenti (2V, 2N), superando il turno nelle ultime 3 occasioni.
L’Atalanta ha perso solo 2 delle 20 partite giocate in Europa League (12V, 6N), entrambe nella fase a eliminazione diretta: 2-3 contro il Borussia Dortmund nel Febbraio 2018 (ai sedicesimi) e 0-2 contro il Lipsia nell’Aprile 2022 (quarti di finale).
L’Atalanta ha perso soltanto 1 delle ultime 12 partite (8V, 3N) in campo europeo ed è imbattuta nelle sei disputate in questa stagione.
Non considerando i turni preliminari, solo una volta la Dea è riuscita a infilare 7 risultati utili consecutivi in queste competizioni: tra Settembre 1990 e Marzo 1991, in Coppa UEFA.
Escludendo le squadre che hanno disputato soltanto il recente turno playoff, l’Atalanta è la seconda miglior difesa del torneo (4 gol subiti, come Slavia Praga e West Ham), dietro al Bayer Leverkusen (3).
L’Atalanta vanta 6 marcatori differenti considerando difensori e centrocampisti nell’Europa League in corso; soltanto Friburgo e Qarabag (7 ciascuna) hanno mandato a segno più giocatori escludendo il reparto d’attacco.
Viktor Gyökeres ha segnato 5 gol in 7 partite con lo Sporting CP in questa Europa League, l’ultimo giocatore dei biancoverdi ad aver fatto meglio in una stagione nelle principali competizioni europee è stato Ricky van Wolfswinkel nel 2011/12 (sei) in Europa League.
3 dei 6 più giovani difensori con almeno 1 gol in questa Europa League indossano la maglia dell’Atalanta: Giorgio Scalvini (2003), Giovanni Bonfanti (2003) e Matteo Ruggeri (2002); tra loro Ousmane Diomande, Jarell Quansah e Martin Vitík (tutti 2003, ma tutti alle spalle di Scalvini, nato in Dicembre).
Charles De Ketelaere ha segnato 2 gol con l’Atalanta in questa Europa League.
Considerando le stagioni “europee” vissute con Milan e Club Brugge, il belga non ne ha mai realizzati più di 2 in una singola annata tra Champions League ed Europa League (qualificazioni escluse): due anche nel 20/21.

Conference League

Le formazioni ufficiali delle “altre” di Europa e Conference League

Pubblicato

il

Eintracht Frankfurt

I quarti di finale di Europa League e Conference League si chiudono stasera. Di seguito, le formazioni ufficiali delle partite delle 21:00.

Conference League, le formazioni ufficiali

Di seguito, le formazioni ufficiali di Fenerbahce-Olympiacos:

Fenerbahce (4-2-3-1): Livakovic; Kadıoğlu, Becao, Djiku, Osayi-Samuel; Fred, Yusek; Tadic, Szymanski, Kahveci, Dzeko. Allenatore: Ismail Kartal.

Olympiacos (4-2-3-1): Tzolakis; Ortega, Carmo, ntoi, Rodinei; Hezze, Chiquinho; Fortounis, Jovetic, Podence; El Kaabi. Allenatore: José Luis Mendilibar.

Europa

Di seguito, le formazioni ufficiali di PAOK-Club Brugge:

PAOK (4-2-3-1): Kotarski; Jonny, Kedziora, Koulierakis, Baba; Schwab, Meité; Despodov, Murg, Taison; Brandon. Allenatore: Razvan Lucescu.

CLUB BRUGGE (5-3-2): Jackers; Skoras, Sabbe, Ordonez, Balanta, Meijer; Vetlesen, Onyedika, Vanaken; Jutglà, Nusa. Allenatore: Nicky Hayen.

Europa

Europa League, le formazioni ufficiali

Di seguito, le formazioni ufficiali di Marsiglia-Benfica:

MARSIGLIA (4-3-3): Pau Lopez; Mbemba, Balerdi, Gigot, Soglo; Veretout, Ounahi, Veretout; Ndiaye, Aubameyang, Harit. Allenatore: Jean-Louis Gasset.

BENFICA (4-2-3-1): Trubin; Bah, Antonio Silva, Otamendi, Aursnes; Joao Neves, Florentino; Di Maria, Rafa Silva, Neres; Tengstedt. Allenatore: Roger Schmidt.

Europa

Di seguito, le formazioni ufficiali di West Ham-Bayer Leverkusen:

WEST HAM (4-3-3): Fabianski; Coufal, Zouma, Aguerd, Cresswell; Ward-Prowse, Alvarez, Soucek; Bowen, Antonio, Kudus. Allenatore: David Moyes.

BAYER LEVERKUSEN (4-2-3-1): Kovar; Stanisic, Kossounou, Tah, Hincapie; Xhaka, Palacios; Tella, Wirtz, Grimaldo; Schick. Allenatore: Xabi Alonso.

Europa

Continua a leggere

Europa League

Atalanta-Liverpool, le formazioni ufficiali

Pubblicato

il

Atalanta - Liverpool

Atalanta-Liverpool è la partita che potrebbe permettere alla Dea di scrivere la storia, ma i Reds sono una squadra che non muore mai.

Atalanta-Liverpool è una partita che si è giocata solo una volta nella storia di questi due club e, nel Novembre del 2020, terminò cinque a zero per gli inglesi. Tuttavia, dell’Atalanta che venne schiantata dalla tripletta di Diogo Jota e dalle reti di Salah e Mané, non è rimasto praticamente niente.

La Dea di oggi è una squadra più matura, più consapevole: soprattutto in ambito europeo. Ha acquisito un grado di esperienza tale da potersela giocare alla pari le squadre più forti del pianeta. Perché è vero (e va messo in cima a ogni discussione sul tema per onestà intellettuale) che all’andata Klopp si è letteralmente consegnato al feroce uomo-contro-uomo di Gasperini, schierando una squadra impresentabile sia dal punto di vista tattico che dell’approccio, e facendo un turnover inspiegabile.

Se ad Alisson (infortunato) aggiungiamo le esclusioni (per scelta tecnica) di Luiz Diaz, Salah, Robertson, Alexander-Arnold (lui nemmeno subentrato nel secondo tempo, a differenza dei suoi colleghi) e Szoboszlai è facilmente intuibile il perché siamo stati messi di fronte a un Liverpool francamente irriconoscibile.

Tuttavia, al netto di tutte le aggravanti (non attenuanti) del caso, rimane il fatto che pochissime squadre sarebbero in grado di giocare una partita del genere ad Anfield. Motivo per il quale una rimonta dei Reds non è certa, ma (nonostante i soliti proclami di cialtroni e pseudo-giornalisti che purtroppo infestano la comunicazione nostrana) neppure un passaggio del turno della formazione orobica è scontato.

La speranza di Gasperini deve essere che la sua squadra non si lascia influenzare dall’eccessiva deificazione della “impresa” di Anfield, che si faccia un bagno d’umiltà (che servirebbe anche a chi fa comunicazione in questo modo) e che si renda conto che il miracolo, finora, è avvenuto soltanto a metà. L’Atalanta è a novanta minuti da un sogno, ma non può ancora iniziare a goderselo o il risveglio rischia di rivelarsi traumatico.

Atalanta-Liverpool, ecco le scelte ufficiali dei due tecnici

ATALANTA (3-4-1-2): Musso; Djimsiti, Hien, Kolasinac; Zappacosta, De Roon, Ederson, Ruggeri; Koopmeiners; Miranchuk, Scamacca. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Konaté, Van Dijk, Robertson; Jones, MacAllister, Szoboszlai; Salah, Gakpo, Luis Diaz. Allenatore: Jurgen Klopp.

Atalanta-Liverpool

Continua a leggere

Europa League

Roma-Milan, le formazioni ufficiali

Pubblicato

il

Roma-Milan decreterà quale fra queste due squadre italiane accederà alla semifinale di Europa League per poi sognare Dublino.

La notizia del giorno è che Daniele De Rossi è stato confermato sulla panchina della Roma. Il suo contratto, inizialmente semestrale e senza opzione di rinnovo, dovrà giocoforza essere rinnovato per farlo passare da semplice traghettatore a capo-allenatore a tutti gli effetti. Non si può dire che non se lo sia meritato, ma speculare sul lavoro fatto da altri e allenare davvero sono due cose diverse.

Un conto è arrivare in corso d’opera, con lo spogliatoio che rema (e remerà sempre) dalla tua parte perché non sopportava più quello che c’era prima, e un conto è preparare una stagione. De Rossi rischia di passare alla storia come un personaggio shakespeariano. E no, non parlo di William Shakespare (poeta britannico) ma di Craig Shakespare: ex-allenatore ad interim del Leicester poi promosso (anche lui) in pianta stabile.

Shakespare rilevò Claudio Ranieri (perché sì, gli ammutinamenti li subiscono anche i signori) a Febbraio e salvò la squadra senza fare nulla di eccezionale. Certo, se ci si ricorda le condizioni in cui versavano le foxes al momento del suo arrivo (a rischio retrocessione da campioni uscenti) è chiaro che portarle al 12esimo posto in Premier League e a uscire dignitosamente ai quarti di Champions (contro l’Atletico) è un ottimo risultato.

Tuttavia, il problema sta a monte e sta tutto nella forma avuta dalla squadra nella prima parte di stagione e non tanto in quella scintillante della seconda. Di questo De Rossi ne deve essere consapevole perché la Roma pre-esonero di Mourinho era troppo brutta per essere vera, idem dicasi per il Leicester pre-esonero di Ranieri. E ai tempi di social ci si mette pochissimo a deificarti ma ancor meno a farti passare da eroe a mostro, Marco Travaglio a Muschio Selvaggio ipse dixit.

Tuttavia, sarebbe ingeneroso ridurre quanto di buono fatto vedere dall’allenatore romano a un semplice lascito testamentario del suo illustre predecessore. Infatti, nonostante la giovane esperienza da allenatore, De Rossi sembra già più abile del suo più esperto collega Pioli nel leggere le partite.

Se Daniele è già certo della conferma, lo stesso non si può dire del tecnico emiliano. Il quale, salvo miracoli che passeranno inevitabilmente dal match di stasera, rischia di chiudere la propria esperienza da tecnico del Milan con una precoce eliminazione ai quarti di finale di Europa League (poco male, chiunque passi uscirà in semifinale contro il Bayer Leverkusen) e con la seconda stella alzata in faccia dai cugini dell’Inter.

Per il dispiacere di nessuno, soprattutto tra i milanisti, l’epopea di Pioli al Milan è finita e difficilmente questo finale di stagione potrà cambiare il suo futuro. Un allenatore che spesso e volentieri è stato criticato oltre i propri demeriti, ma che involontariamente rappresenta l’esempio perfetto da (non seguire) per De Rossi se quest’ultimo vorrà imporsi come l’allenatore di livello che può legittimamente ambire a diventare.

Roma-Milan, ecco le scelte ufficiali dei due tecnici

Di seguito, le formazioni ufficiali di Roma-Milan:

ROMA (4-3-3): Svilar; Celik, Smalling, Mancini, Spinazzola; Bove, Paredes, Pellegrini; El Shaarawy, Lukaku, Dybala. Allenatore: Daniele De Rossi.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Gabbia, Tomori, T. Hernandez; Musah, Bennacer; Pulisic, Loftus-Cheek, Leao; Giroud. Allenatore: Stefano Pioli.

Roma-Milan

Continua a leggere

Ultime Notizie

Milan Milan
Notizie7 minuti fa

Roma-Milan 2-1, De Rossi inchioda il Diavolo: le pagelle

Visualizzazioni: 25 Roma-Milan 2-1, i capitolini battono i rossoneri e si guadagnano il passaggio del turno in Europa League. All’Olimpico i...

Victor Osimhen Victor Osimhen
Esteri1 ora fa

Estero, un giovane gioiello inglese per il centrocampo del Bayern Monaco

Visualizzazioni: 149 Il Bayern Monaco vuole Archie Gray. Centrocampista inglese classe 06′, in questa stagione con la maglia del Leeds...

Serie A, Fiorentina Serie A, Fiorentina
Conference League2 ore fa

Fiorentina – V. Plzen 2-0 d.t.s: Nico e Biraghi spazzano via la paura, è semifinale! Le pagelle viola

Visualizzazioni: 214 La Fiorentina abbatte il muro del Viktoria Plzen dopo i tempi supplementari: è ancora semifinale di Conference League!...

Serie A2 ore fa

Sassuolo-Lecce: curiosità e statistiche

Visualizzazioni: 182 Sassuolo–Lecce, match valido per la 33ª giornata di Serie A 2023/24, si giocherà al Mapei Stadium di Reggio...

Serie A2 ore fa

Monza-Atalanta: curiosità e statistiche

Visualizzazioni: 166 Monza–Atalanta, match valido per la 33ª giornata di Serie A 2023/24, si giocherà all’U-Power Stadium di Monza domenica...

Serie A2 ore fa

Salernitana-Fiorentina: curiosità e statistiche

Visualizzazioni: 211 Salernitana–Fiorentina, match valido per la 33ª giornata di Serie A 2023/24, si giocherà allo Stadio Arechi di Salerno...

Serie A3 ore fa

Torino-Frosinone: curiosità e statistiche

Visualizzazioni: 227 Torino–Frosinone, match valido per la 33ª giornata di Serie A 2023/24, si giocherà allo Stadio Olimpico Grande Torino...

Serie B3 ore fa

Serie B: il monte ingaggi non rispecchia la classifica

Visualizzazioni: 224 Serie B, la Lega calcio della serie cadetta ha comunicato il monte ingaggi delle varie squadre: non sempre...

Eintracht Frankfurt Eintracht Frankfurt
Conference League3 ore fa

Le formazioni ufficiali delle “altre” di Europa e Conference League

Visualizzazioni: 250 I quarti di finale di Europa League e Conference League si chiudono stasera. Di seguito, le formazioni ufficiali...

Atalanta - Liverpool Atalanta - Liverpool
Europa League4 ore fa

Atalanta-Liverpool, le formazioni ufficiali

Visualizzazioni: 259 Atalanta-Liverpool è la partita che potrebbe permettere alla Dea di scrivere la storia, ma i Reds sono una...

Le Squadre

le più cliccate