I nostri Social

Conference League

Fiorentina, Italiano: “La tristezza delle finali perse ci spingerà a dare tutto”

Pubblicato

il

Fiorentina, Italiano

Il mister della Fiorentina Vincenzo Italiano ha parlato in conferenza stampa, in vista della finale di Conference League, in programma il 29 maggio.

Fiorentina, le parole di Italiano

fiorentina

 

Di seguito le parole dell’allenatore della Fiorentina Vincenzo Italiano, rilasciate in conferenza stampa in vista della finale di Conference League contro l’Olympiacos, in programma il 29 maggio:

Che emozioni sta vivendo?

“La settimana è particolare perché cerchiamo anche la concentrazione che serve per domani. Abbiamo ancora da fare punti per la classifica e ci concentriamo sul Cagliari. Chiaro, questa giornata è dedicata a Atene e parleremo anche di quello.

Siamo di nuovo in finale, altro percorso fantastico in Europa per quello che abbiamo proposto e le difficoltà riscontrate. Avere un’altra possibilità di alzare un trofeo è un orgoglio per tutti. Ribadisco, ora abbiamo Cagliari.

Quando l’arbitro fischia la nostra attenzione massima andrà a quest’altro impegno. Sappiamo a cosa andiamo incontro e ci faremo trovare pronti”.

Un pensiero speciale per Ranieri? L’esempio da seguire può essere dato dall’Atalanta a Lecce?

“Domani saremo lì, gli ultimi avversari di una lunga e strepitosa carriera. Grande persona e grande allenatore, stimato da tutti, domani sarò felice di essere protagonista nella sua ultima e di poterlo salutare.

Abbiamo parlato con i ragazzi di quanto ha fatto l’Atalanta, andata a Lecce a fare una grande gara per blindare la classifica. Questo ci aspetta, ci servono punti per blindare l’8° posto e far partecipare ancora la Fiorentina a una coppa.

Domani ci concentriamo in maniera totale sul campionato, non possiamo abbandonarlo. La finale ci dà l’opportunità di rimanere concentrati e attenti, non possiamo staccare la spina: a Cagliari dovremo fare una partita vera”.

Come vive l’appuntamento alla luce del suo percorso personale?

“Il triennio a Firenze mi ha lasciato tantissimo, anche se rimangono le soddisfazioni enormi raccolte nei contesti precedenti. Queste finali non erano programmate sin dall’inizio, siamo andati oltre ogni aspettativa e previsione lo scorso anno e in questo siamo stati bravi a confermarci.

Abbiamo una chance per prenderci la rivincita, sappiamo adesso cosa ci aspetta e come prepararci. Forse deve essere la tristezza delle ultime due finali a spingerci per dare tutti noi stessi. Ad Atene dovremo sbagliare meno possibile, in certe partite devi essere perfetto perché qualsiasi errore ti fa perdere e una grande giocata ti fa vincere.

Ricordo che nella finale col West Ham abbiamo preso un gol su rigore casuale e poi su una situazione che poteva essere affrontata diversamente, ma poco prima avevamo avuto la palla sul dischetto del rigore per vincerla.

Comunque non giochiamo da soli, affronteremo una signora squadra che ha battuto l’Aston Villa. In casa avevano perso 1-4 col Maccabi e ne hanno fatti sei, hanno entusiasmo”.

Quali dettagli sta più tenendo sott’occhio? Come vede la partita di Cagliari?

“Per me i dettagli sono quello di capire che ogni palla può essere quella buona per farti vincere, se non l’ultima. Non puoi non tenere la concentrazione su ogni singolo minuto di partita.

Ogni situazione deve farti pensare che può essere quella buona per vincere, mentre nella nostra area non dovremo essere superficiali. Poi si passa anche da giocate individuali, sia in difesa che in attacco, questo fa la differenza.

Penso a quello che abbiamo fatto col Bruges, avevamo la possibilità di andare in finale e tutti quelli scesi in campo sono stati perfetti. Ad Atene dovremo essere al massimo della condizione mentale e fisica. Cagliari per me è una partita da disputare, a differenza del nostro avversario che arriverà alla finale con dieci giorni senza impegni.

Però Cagliari è importante, sarà un modo per tenerci in moto, vivi, soprattutto sull’aspetto mentale, ed arrivare ad Atene ben caldi e collaudati, consci dell’atteggiamento che ci deve essere”.

Nella sua testa quante volte ha rigiocato la finale col West Ham? Per domani qual è l’idea di base, risparmiare i titolari?

“La partita del West Ham è andata… Se estrapolo quello che è stata la partita, ricordo di non averla giocata male. Abbiamo tenuto testa a una squadra forte, alla quale non abbiamo permesso di mettersi in mostra.

A centrocampo avevano un giocatore oggi all’Arsenal al quale non abbiamo fatto fare una gran partita (Rice, ndr) ma due ingenuità non ci hanno permesso di gioire. Affrontare la partita con quella personalità, perché vedevo i ragazzi tranquilli e sereni, questo deve essere il filo conduttore anche ad Atene: prendere il pallino del gioco e sbagliare meno possibile.

Voglio libertà e serenità nella testa. Su domani, ripeto: faremo di tutto per ottenere un risultato, vedremo chi è ancora non al 100% e chi sappiamo che è in grado di recuperare nelle gare ravvicinate o chi fa più fatica.

Serve chi va al massimo della condizione, domani cercheremo il minutaggio giusto per tutti per arrivare tutti competitivi sull’aspetto fisico ad Atene. Fermo restando che abbiamo bisogno di fare punti, la classifica richiede massimo impegno e serietà”.

Conference League

Conference League: ecco il primo turno

Pubblicato

il

Conference League

La Conference League si appresta a iniziare con un formato rinnovato, simile a quello della Champions League e dell’Europa League.

Le squadre partecipanti affronteranno un girone unico da 36 squadre, ma, a differenza delle altre competizioni, ogni squadra giocherà sei partite (3 in casa e 3 in trasferta) per stabilire la classifica finale prima delle fasi a eliminazione diretta.

Oggi sono stati sorteggiati gli accoppiamenti del primo turno preliminare, che inizierà giovedì 11 luglio con 25 partite.

Nel secondo turno le partite aumenteranno a 49, per poi diventare 30 nel terzo turno.

Fiorentina

A fine agosto, la Fiorentina entrerà in campo nei 24 spareggi play-off prima di approdare al girone unico.

Ecco gli accoppiamenti del primo turno preliminare

Velez Mostar (BIH) 1 Inter Club D’Escaldes (AND)
Floriana (MLT) 2 Tre Penne (SMR)
Torpedo (BLR) 3 Milsami Orhei (MDA)
Siauliai (LTU) 4 Levadia Tallinn (EST)
Bala Town (WAL) 5 Paide Linnameeskond (EST)
Isloch Minsk Region (BLR) 6 La Fiorita 1967 (SMR)
Caernarfon Town (WAL) 7 Crusaders (NIR)
Tallinna Kalev (EST) 8 Urartu (ARM)
Valur (ISL) 9 Vllaznia (ALB)
Magpies (GIB) 10 Derry City (IRL)
Malisheva (KOS) 11 Buducnost Podgorica (MNE)
Atletic Club Escaldes (AND) 12 Diddeleng (LUX)
Marsaxi Okk (MLT) 13 Partizani (ALB)
Auda (LVA) 14 B36 Torshavn (FRO)
Stjarnan (ISL) 15 Linfield (NIR)
Torpedo Kutaisi (GEO) 16 Tirana (ALB)
Shelbourne (IRL) 17 St Joseph’s (GIB)
Aktobe (KAZ) 18 Sarajevo (BIH)
Bravo (SVN) 19 Connah’s Quay Nomads (WAL)
Vikingur (FRO) 20 Liepaja (LVA)
Noah (ARM) 21 Shkendija (MKD)
Tikves (MKD) 22 Breidablik (ISL)
Mornar (MNE) 23 Dinamo Tbilisi (GEO)
Una Strassen (LUX) 24 Kups Kuopio (FIN)
Vps Vaasa (FIN) 25 Zalgiris (LTU)
Continua a leggere

Conference League

Panathinaikos, ufficializzato il nuovo allenatore dopo il no di Sarri

Pubblicato

il

Il Panathinaikos ha ufficializzato l’uruguaiano Diego Alonso nuovo tecnico, dopo il rifiuto di Maurizio Sarri nelle scorse settimane. 

Panathinaikos

Panathinaikos, il nuovo tecnico

Il club greco ha ufficializzato il nuovo allenatore, proveniente dalla Spagna. Dopo il rifiuto di Sarri nelle scorse settimane, i greci hanno reso ufficiale l’accordo con Diego Alonso: ex tecnico del Siviglia.

Il tecnico uruguaiano nella scorsa stagione ha guidato gli andalusiani per 14 gare, ottenendo sette sconfitte, cinque pareggi e soltanto due vittorie. La scelta è stata dettata dal direttore sportivo Orta, che ha deciso di affidare il progetto tecnico ad Alonso con l’obiettivo di rilanciarsi nel campionato e disputare una buona Conference League. Il tecnico si legherà con il club greco fino a giugno 2026.

Continua a leggere

Conference League

Rivoluzione Conference League, cambia nome e format

Pubblicato

il

Conference League

Non solo Champions, anche la Conference League cambierà format e in aggiunta ci sarà anche una modifica al nome. La terza competizione europea cambia tutto.

Conference, Europa per tutti: entusiasmo e spettacolo

Introdotta nella stagione 2021/2022, la UEFA Europa Conference League ha riscosso subito un grande successo. Tanti club hanno visto nella nuova competizione una sfida vera e propria, dedicandovi energie ma non solo.

Un esempio è la prima vincitrice della coppa ovvero la Roma di Mourinho. I giallorossi hanno sconfitto in finale il Feyenoord ritrovando il successo europeo dopo tanto tempo.

Roma Conference League

ROME, ITALY – 05.05.2022: TAMMY ABRAHAM (AS ROMA) score the goal (1-0) and celebrates during the UEFA Europa Conference League semi-final match Roma v Leicester City at the Olympic Stadium in Rome.

Retrocessa dall’Europa League, la Lupa è riuscita a conquistare la vittoria finale dedicando energie e fame all’impegno europeo, nonostante diversi club abbiano optato per l’abbandono.

L’altro esempio più significativo è la Fiorentina di Vincenzo Italiano che per ben due volte è arrivata in finale salvo poi cadere sotti i colpi di West Ham Olympiakos. La competizione arriverà con la prossima stagione alla sua quarta edizione ma a differenza delle altre tre, questa sarà del tutto diversa

Conference League, nuovo format e cambia il nome

La novità a partire dalla prossima stagione riguarda sia format che nome della competizione. La denominazione infatti passerà da UEFA Europa Conference League UEFA Conference League. Infatti attraverso sondaggi tra tifosi e ricerche di mercato, è emerso che la parola “Europa” non è necessaria ai fini dell’identificazione della competizione, dunque sarà rimossa.

Per quanto riguarda il format invece, subirà un grosso cambiamento seguendo la direzione che ha intrapreso la Champions League. Ovvero col passaggio dalla fase a gironi a quella chiamata “League Phase“, che prevede una classifica unica composta da 36 squadre.

12 di queste 36 squadre corrisponderanno alle perdenti dei playoff di Europa League.

Conference League

Così come nella massima competizione UEFA, le classificate dalla prima all’ottava posizione passeranno direttamente agli ottavi mentre quelle dalla nona alla ventiquattresima disputeranno i playoff per decretare il secondo blocco di qualificate agli ottavi.

Le squadre rimaste saranno eliminate. Ogni club sarà chiamato a disputare 6 matchin casa e in trasferta per cercare di accumulare più punti possibili.

La Fiorentina conoscerà il suo avversario nell’ultimo turno dei playoff il 5 agosto, quando avverrà il sorteggio. Giocherà poi gara di andata e ritorno il 22 e il 29 agosto.

Una rivoluzione dunque è alle porte, la nuova UEFA Conference League sta per iniziare.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Lecce Lecce
Calciomercato3 ore fa

Attento Lecce, diversi club corteggiano il difensore

Visualizzazioni: 141 Dall’arrivo di Gotti, la difesa del Lecce è stata una delle più solide del campionato. E adesso uno...

Brighton, De Zerbi Brighton, De Zerbi
Calciomercato4 ore fa

Napoli, De Zerbi vuole un giocatore azzurro al Marsiglia

Visualizzazioni: 146 La rifondazione del Napoli passa soprattutto dalle cessioni. Diversi giocatori sono in lista di sbarco e un esterno...

serie b serie b
Calciomercato4 ore fa

Palermo, nel mirino un difensore del Sassuolo

Visualizzazioni: 97 Secondo quanto emerso nelle ultime ore, il Palermo avrebbe messo nel mirino un difensore del Sassuolo per rinforzare...

Conte Conte
Serie A4 ore fa

Napoli, Conte è una furia: non accetterà altre provocazioni

Visualizzazioni: 164 Antonio Conte è arrivato al Napoli da poco meno di un mese, ma ha già capito che c’è...

Lecce Lecce
Serie A5 ore fa

Lecce, svelato il programma del ritiro estivo

Visualizzazioni: 116 Il Lecce, tramite un comunicato ufficiale, ha fatto sapere quale sarà il ritiro estivo del club salentino in...

monza monza
Calciomercato5 ore fa

Monza, un centrocampista potrebbe dire addio al club brianzolo

Visualizzazioni: 141 Secondo quanto emerso nelle ultime ore, un centrocampista del Monza sarebbe sempre più vicino ad abbandonare il club...

Europei 2024 Europei 2024
Europei5 ore fa

Serbia, Jovic: “Segnare alla fine è stato fantastico. Felice per il primo punto”

Visualizzazioni: 120 Il calciatore della Serbia e del Milan Luka Jovic ha parlato ai microfoni della UEFA, dopo il pareggio...

Europei5 ore fa

Spagna-Italia, gli undici di Spalletti

Visualizzazioni: 142 Sono state ufficializzate le formazioni del match Spagna-Italia, in cui si deciderà probabilmente il primato del girone. Scopri...

lazio lazio
Calciomercato6 ore fa

Lazio, offerta per un calciatore della Premier League

Visualizzazioni: 170 Nelle ultime settimane la Lazio si sta muovendo sul mercato in entrata, ma anche in uscita. Il duo...

Udinese Udinese
Serie B6 ore fa

Ufficiale: Andrea Sottil sbarca sulla panchina della Salernitana

Visualizzazioni: 126 Salernitana, il club ha annunciato l’ingaggio di Andrea Sottil quale nuovo allenatore della prima squadra. E’ arrivato anche...

Le Squadre

le più cliccate