Pirlo avrebbe chiesto tre giocatori al presidente Agnelli, volti ovviamente a rinforzare tutti i reparti della sua squadra, uno per ruolo, per rendere la franchigia torinese non solo competitiva in Italia, ma anche in Europa.

Il tecnico della squadra bianconera avrebbe espresso 3 desideri legati al calciomercato in entrata di quest’estate. Il primo nome è quello di Robin Gosens, difensore dalla straordinaria duttilità in forze all’Atalanta. Il secondo è Manuel Locatelli, ex Milan, che milita nelle file del Sassuolo, e Arkadiusz Milik che invece, si è accasato con buoni risultati al Marsiglia. Tre nomi piuttosto importanti ma tutt’altro che economici, viste le valutazioni fatte almeno per i primi due nomi fatti dal tecnico juventino. Discorso leggermente diverso per la punta polacca, che se non dovesse venir riscattato dalla squadra francese, presenterebbe costi più contenuti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Calciomercato Juventus, Haaland è in vendita: il Dortmund fissa il prezzo

Calciomercato Juventus, Pirlo esprime 3 desideri: i nomi

I 3 nomi fatti dal neo tecnico della Juventus mostrano un evidente bisogno di rinforzo immediato, ma che sopratutto conosca bene il campionato nostrano, che si adatti inoltre velocemente all’ambiente. Tutti fattori determinanti per la massima resa, spesso ottenibili facendo spesa “in casa”, ovvero scendendo a patti con le società nostrane. La Juve sta rendendo meno del dovuto e Agnelli lo sa, esattamente come lo sa Pirlo, che vede in questi 3 ragazzi un vero e proprio punto di svolta.

Gosens infatti garantirebbe una duttilità offensivo/difensiva che alla Juve al momento manca, col solo Cuadrado a fornire prestazioni di livello in questo senso. Locatelli consegnerebbe qualità ad un centrocampo già giovane, ma inesperto e ancora poco prestato al nostro campionato.

Milik sarebbe la punta ideale per Pirlo, perchè mostra un fisico da torre, ma un agilità da  ala, un profilo quasi perfetto per il gioco fin’ora espresso dalla Juventus. I costi per i primi due sono proibitivi (dai 30 ai 40 milioni per Gosens, 30 per Locatelli), discorso come detto diverso per l’ex Napoli, che se non dovesse rimanere in Francia, si liberebbe ben volentieri della maglia azzurra.