Il Bologna spera di regalare a Sinisa Mihajlovic più opzioni per l’attacco in vista della prossima stagione. Insieme ad Alfredo Morelos può arrivare Wind

Jonas Wind sostituto Santander Bologna
Jonas Wind

Sul taccuino dell’esperto uomo di mercato rossoblù, Walter Sabatini, spunta fuori il nome di Jonas Wind: attaccante classe ‘99 di proprietà del Copenaghen,
e nel giro della nazionale danese Under 21. Come scrive il Resto del Carlino, la dirigenza del Bologna lo segue già da anni e avrebbe visto in lui il profilo giusto per sostituire Santander.

Wind la scorsa estate ha riportato un brutto infortunio che lo ha tenuto fuori gran parte della stagione. Nonostante ciò, i suoi numeri sono ottimi. Tornato a solcare il prato verde ha lasciato il segno negli ottavi di Europa League in corso siglando una doppietta contro i turchi del Basaksehir. Al termine della stagione il bottino messo insieme dall’attaccante è 10 reti e 4 assist in 18 apparizioni.

Ti potrebbe interessare anche: Calciomercato Bologna, Orsolini verso l’addio: un club di A su di lui

Wind, l’identikit perfetto per sostituire Santander

Jonas Wind reincarna l’identikit che ha tracciato il direttore tecnico rossoblù Sabatini. L’esperto uomo di mercato, al termine della stagione ha espresso la necessità di intervenire sul mercato per acquistare un giocatore che dia profondità e possa garantire più gol di Rodrigo Palacio.

Oltre ad Alfredo Morelos, i rossoblù vogliono acquistare il talentuoso attaccante danese ma la trattativa è tutt’altro che semplice. La valutazione fatta dal Copenaghen del giocatore, nonostante l’infortunio e il coronavirus, è di 10 milioni. Il doppio del budget che la dirigenza si era promessa di spendere per io sostituto di Santander. Nulla però è perduto. La dirigenza confida di racimolare qualche denaro dalle partenze di Calabresi, Donsah dalla cessione di Santander. Proprio quest’ultimo potrebbe anche diventare merce di scambio in grado di rendere possibile l’affare.

Potrebbe interessarti anche: Bologna, trovato il bomber da doppia cifra: ecco di chi si tratta