Il Benevento ormai ad un passo dalla Serie A dopo una calvacata eccezionale, sono 22 i punti sulla seconda in classifica Crotone, 72 contro 50, e già venerdì contro l’Empoli al Castellani potrebbe arrivare la matematica promozione in A. Con giusto orgoglio oggi in conferenza stampa Pippo Inzaghi ha dichiarato: “La Serie A lo ritengo un discorso definitivamente archiviato con la vittoria di Cremona. Adesso giochiamo per battere tutti i record e per la storia, vogliamo essere i migliori di sempre. I ragazzi sono stati incredibili, fra venti trent’anni si parlerà ancora di questo Benevento

Il pressing su Gervinho

Il club sannita ha messo nel mirino con il proprio direttore sportivo Foggia Gervinho, attaccante del Parma, classe ’87. Sarebbe l’ivoriano il grande regalo da parte di Vigorito per il ritorno nella massima serie. Gervinho ha un contratto fino al 2022 col Parma, ma a gennaio fu messo fuori rosa perché voleva andare via. Si ripeterà la storia nel mese di agosto?

Le altre stelle desiderate

In un’intervista rilasciata al Mattino di Napoli, Foggia ha svelato che il nome di Llorente, di cui avevamo parlato un mese fa, non è così irrealizzabile, queste le sue parole: “Llorente? È un giocatore che per noi sarebbe il top. Il presidente si è sentito telefonicamente con De Laurentiis e lo ha chiesto in maniera ufficiale. Non c’è ancora una trattativa, ci aggiorneremo più in là con Giuntoli e il fratello agente”. Non solo, il direttore ha dichiarato di aver fatto un pensierino anche ad Hamsik, ma i costi al momento non sono sostenibili. In realtà i sogni sono desideri… e si possono realizzare.