I nostri Social

Serie A

Udinese, Cannavaro: “Sapevo che non era impossibile”

Pubblicato

il

Udinese, Cannavaro

Cannavaro ha parlato dopo la vittoria in trasferta contro il Frosinone, che ha permesso all’Udinese di salvarsi condannando la squadra di Di Francesco.

Di seguito le dichiarazioni rilasciate a Sky Sport dall’allenatore dell’Udinese, Fabio Cannavaro.

SULLA SALVEZZA  – “Dal primo giorno che sono arrivato sapevo che era molto difficile, ma come ha detto Capello non impossibile. Abbiamo lavorato tanto, era una squadra in emergenza dal primo giorno, non è stato facile per tanti aspetti. Hanno dato tutto da quando siamo arrivati noi, sono stati bravi e non hanno mollato nulla, questo è il calcio e retrocede una squadra che quando ci giochi contro ti mette in difficoltà. Dispiace vedere retrocedere una squadra così”.

SUL MOMENTO DECISIVO – “Io già da Bologna avevo capito che questa era una squadra con dei valori. Certo, la difficoltà nel giocare in casa era evidente, però già da Bologna si vedeva che, quando preparavi le partite, i ragazzi erano super motivati e avevano una forza interiore non comune. La partita di Bologna mi ha dato la consapevolezza di poter lavorare su certi concetti, di essere entrato nella testa dei giocatori“.

SUL FUTURO – “Il contratto era per cinque partite. Io quando ho accettato me la sono giocata, sapevo che era complicato entrare, perché ho fatto tante esperienza all’estero, che per tanti non valgono ma mi hanno fatto crescere come allenatore. C’è stata un’esperienza negativa in Serie B, me la sono giocata: ho accettato questo compito con difficoltà, ma è stata semplice perché ho trovato una società che mi ha messo a disposizione tutto”.

SU COSA HA LAVORATO – “La cosa su cui abbiamo dovuto lavorare di più è stata la testa, sono giocatori che non devono essere in quella posizione di classifica. Però anche oggi avevo cinque titolari fuori, tre in panchina che al massimo mi garantivano mezz’ora. È stata un’emergenza continua, oggi Davis ha giocato da infortunato, l’avrei dovuto cambiare dopo due secondi”.

CANNAVARO SUI GIOCATORI – “Brenner, Davis… Ma perché erano infortunati, la situazione anche prima non era facile. Per un allenatore quando mancano gli attaccanti è dura per chiunque. Però mi sono piaciuti, la gestione della palla era cresciuta: i gol sono arrivati tutti su situazioni su cui abbiamo lavorato. Sono soddisfatto per come abbiamo lavorato”.

Cannavaro

NON SEMBRA FELICE – “Sono felice, ma sono quaranta giorni che siamo stati chiusi nello stadio e forse ancora non ho realizzato”.

SU QUEST’ESPERIENZA – “È una crescita come allenatore, sono sempre stato abituato ad avere squadre votate all’attacco per vincere dei campionati, l’esperienza di Benevento mi è servita tanto per capire un calcio diverso. Prima ero meno esigente, ora lo sono di più: a certi livelli è giusto esserlo. A volte ho dovuto chiudere gli occhi, perché era il momento di farlo. È stata una gestione non facile, fortunatamente è andata bene”.

CANNAVARO SUL RINNOVO – “Io dovevo pensare a questo, da domani pensiamo ad altro. Avevo l’obiettivo unico della salvezza dell’Udinese, poi ci penseremo. Queste cinque partite sono state molto intense, ho visto dei ragazzi che ti davano tutto, che volevano apprendere, non retrocedere. Questo è fondamentale”.

SE ALLENARE UN GRUPPO CON POCHI ITALIANI LO HA AIUTATO – “È normale che, quando la vivi da straniero, la vivi diversamente. E la comunicazione non è facile: loro avevano paura di giocare da dietro, di occupare gli spazi, di andare in avanti. Non è stata facile sbloccarli sotto quel punto di vista, ho cercato di fargli capire che è giusto provare a fare certe cose, quando hai giocatori di qualità, altrimenti le partite non le vinci. Sono stati bravi”.

Serie A

Milan, senti Dida: “Spero faccia una squadra importante”

Pubblicato

il

Dida

Nelson Dida, leggendario portiere brasiliano ex Milan, ha parlato dei rossoneri. L’ha fatto affidandosi a Sky Sport dove ha spiegato le sue opinioni in merito a tante cose inerenti il Diavolo

Nelson Dida ha parlato delle sue sensazioni su moltissime cose. Sul Milan, sul calciomercato che i rossoneri possono fare e sui giocatori che sono e che sono passati a Milanello in questi anni. L’ha fatto ai microfoni di Sky Sport.

Nelson Dida ha un legame viscerale con il Milan. Con i rossoneri ha vinto una Serie A, una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana ma soprattutto due UEFA Champions League e due Supercoppe UEFA. Un palmares che lo pone nella leggenda, almeno del Milan, e che lo pone fra i portieri migliori di sempre.

Milan, senti Dida: “spero faccia una squadra importante”

Dida ha così parlato sul nuovo allenatore del Milan, Paulo Fonseca, ospite nel ritiro del Portogallo: “Sicuramente è importante avere questo contatto soprattutto con Leao perché lui è un giocatore importantissimo per il Milan. Avere un contatto di fiducia significa che a lui tiene tanto”.

Dida ha avuto poi modo di parlare del portiere dell’Italia, ex Milan, Gianluigi Donnarumma: “Sta facendo benissimo, è un grandissimo portiere. Tutti noi lo sappiamo. Ho avuto l’opportunità di lavorare con lui. E’ una grandissima persona, un uomo che vuole lavorare e vincere. E’ un ragazzo d’oro. Ha fatto benissimo. Con la Spagna è stato protagonista”.

In ultima istanza ha speso qualche parola anche sul Milan che segue l’attaccante del Bologna Joshua Zirkzee: “Mi ricorda un pochino Zlatan, ma Ibra è Ibra. Era un giocatore a 360°. In area, fuori area, di testa. Era un attaccante completo. Zirkzee ha certe caratteristiche. Sarà importante, se venisse al Milan”.

Continua a leggere

Serie A

Inter, Dumfries: “Milano è casa mia. Sul rinnovo…”

Pubblicato

il

Il laterale dell’Inter Denzel Dumfries ha parlato ai microfoni del Corriere dello Sport al termine della sfida tra Olanda e Francia in merito al rinnovo di contratto in scadenza nel 2025.

Le sue parole

“Ci sono stati per tutti dei ritardi, visto che abbiamo cambiato proprietario, ma io voglio firmare. L’Inter è casa mia, mi sento in famiglia. Ne abbiamo parlato prima dell’Europeo e lo faremo ancora al mio ritorno.”

Continua a leggere

Serie A

Roma, Fazio elogia De Rossi: “Mai avuto un compagno di squadra così. Quando sono arrivato…”

Pubblicato

il

calciomercato Roma

L’ex difensore della Roma Federico Fazio ha parlato ai microfoni di Tv Play in merito a Daniele De Rossi. Di seguito le sue parole.

Fazio su De Rossi

Quando si è ritirato De Rossi hai detto che era il più grande in campo e fuori, che rapporto avevi con lui e perchè hai detto così?
“Appena arrivato a Roma ho scoperto una persona bravissima e bellissima, molto vicina dal punto di vista umano. Uno dei più bravi e forti a leggere i momenti delle partite e i sistemi. Poi la sua esperienza, il modo di aiutarti, un leader fortissimo. Non ho mai avuto un compagno così in campo.”

Continua a leggere

Ultime Notizie

Juventus, Milik Juventus, Milik
Calciomercato3 minuti fa

Calciomercato Juventus, si accende l’interesse per Milik

Visualizzazioni: 2 Calciomercato Juventus. Il bianconero Arkadiusz Milik sta attirando l’attenzione. Alla finestra un club francese che lo sta seguendo...

Calciomercato23 minuti fa

Milan, Fonseca allontana David: richieste dalla Premier

Visualizzazioni: 145 Milan, l’arrivo di Paulo Fonseca determinerà probabilmente l’abbandono della pista per l’attaccante canadese. Vediamo in dettaglio. Jonathan David prepara...

Italia Italia
Europei32 minuti fa

Croazia-Italia: probabili formazioni e dove vederla

Visualizzazioni: 97 Le possibili scelte di Dalic e Spalletti alla vigilia della gara tra Croazia ed Italia, in programma lunedì...

Roma, Daniele De Rossi Roma, Daniele De Rossi
Calciomercato42 minuti fa

Roma, si guarda con speranza alla Francia

Visualizzazioni: 24 La Roma continua a guardarsi attorno: per il calciomercato ha mostrato grande interesse per un giovane che milita...

Inter, Inzaghi Inter, Inzaghi
Calciomercato1 ora fa

Inter, occhi su un giocatore neo-promosso

Visualizzazioni: 82 L’Inter fa sul serio per un giocatore giovane che è legato a una squadra che è stata recentemente...

Calciomercato1 ora fa

Fiorentina: i giovani della rosa già pronti sono incedibili

I movimenti della Fiorentina prevedono la conferma dei giovani già pronti e la valutazione, da parte di Palladino, di quelli...

Francia, Mbappé Francia, Mbappé
Europei1 ora fa

PSG: Mbappè chiede gli arretrati

Visualizzazioni: 85 Mbappè ha notificato al club parigino la richiesta di alcuni presunti stipendi e bonus non percepiti nell’ultima stagione...

Calciomercato1 ora fa

Milan, può sfumare Emerson Royal: clamorosa apertura per Dumfries

Visualizzazioni: 588 Milan, le recenti vicende giudiziarie hanno di fatto allontanato il terzino destro del Tottenham è aperto la strada...

Juventus, Cristiano Giuntoli Juventus, Cristiano Giuntoli
Calciomercato2 ore fa

Juventus, corteggiatrici d’eccezione per un centrocampista

Visualizzazioni: 181 Juventus, tra i giocatori che sono sul mercato ce n’è uno che ha attirato l’attenzione di due club...

Serie B2 ore fa

Panchina Catanzaro, brusca frenata per Aquilani: Zaffaroni in corsia di sorpasso

Visualizzazioni: 101 Panchina Catanzaro, i giallorossi devono ancora chiudere per l’allenatore. Alberto Aquilani può saltare, con un nome nuovo che...

Le Squadre

le più cliccate