I nostri Social

Serie A

Serie A: probabili formazioni e fantaconsigli

Pubblicato

il

Torna l’analisi di tutte le partite di Serie A con probabili formazioni e fantaconsigli riguardanti la 35°giornata che inizia con un anticipo al venerdì.

Indice

Torino vs Bologna (Venerdì 20:45)

Torino vs Bologna

I granata, a secco di vittorie da quattro partite, vogliono regalare una gioia ai propri tifosi in questa penultima sfida casalinga alla vigilia della ricorrenza di Superga.
Juric non avrà a disposizione Tameze, espulso contro l’Inter, e dovrebbe tornare al modulo che lo ha contraddistinto in questa stagione, il 3-4-1-2.
Chance per Sanabria dal primo minuto come partner di Zapata, supportato dal solito Vlasic.
Diga di centrocampo confermata con Ilic e Ricci, nonostante il ritorno di Linetty.
Sulle fasce tocca a Bellanova e Lazaro, in vantaggio su Masina.
Senza l’ex Hellas Verona, anche Lovato ha dato forfait e Vojvoda retrocede nel terzetto difensivo con Buongiorno e Rodriguez a protezione di Milinkovic-Savic.

Con il pareggio contro l’Udinese, il Bologna si è conquistato un posto europeo per la prossima stagione, ma visto la quarta posizione fin qui, l’obiettivo Champions è sempre più vicino.
Thiago Motta perde Beukema per squalifica e rilancia Calafiori dall’inizio, lasciato fuori contro i friulani.
A completare il reparto spazio per Posch, Lucumì e Kristiansen, in vantaggio su Lykogiannis.
A centrocampo Freuler è intoccabile e Fabbian questa volta parte favorito su El Azzouzi con Aebischer a completare il reparto.
Orsolini in pole su Ndoye, con Saelemaekers titolare a sinistra. In attacco Zirkzee nonostante il recupero di Odgaard.

  • Torino (3-4-1-2): Milinkovic-Savic; Vojvoda, Buongiorno, R.Rodriguez; Bellanova, S.Ricci, Ilic, Lazaro; Vlasic; D.Zapata, Sanabria.
  • Bologna (4-1-4-1): Skorupski; Posch, Lucumì, Calafiori, Kristiansen; Freuler; Orsolini, Aebischer, Fabbian, Saelemaekers; Zirkzee.

I consigli di Gabriele Di Pietro:

  • Bellanova (Dd/E): con un gol e sei assist è il terzino più affidabile dell’intero campionato ed in queste ultime partite vorrà convincere Spalletti a portarlo in Germania.
  • Saelemaekers (W): l’esterno belga è di gran lungo il più in forma dei suoi con due gol consecutivi nelle ultime partite.

Monza vs Lazio (Sabato 18:00)

Monza vs Lazio

Il Monza ha mollato la possibilità di qualificarsi in Europa. Sono cinque le partite senza successo per i brianzoli.
Palladino potrebbe rilanciare D’Ambrosio dall’inizio visto le precarie condizioni fisiche di Izzo. Anche Carboni non sta benissimo con Kyriakopoulos verso la terza titolarità di fila.
Birindelli e Marì completano il reparto con Di Gregorio in porta.
Squalificato Gagliardini, a centrocampo spazio a Bondo e Akpa Akpro.
Djuric e Colpani pronti a tornare titolari dopo la panchina di Lecce. Pessina e Zerbin confermatissimi sulla trequarti. Panchina per Maldini e Valentin Carboni.

Con l’avvento di Tudor la Champions League non è più utopia. Sono le tre vittorie consecutive per la Lazio ed è pronta ad approfittare dei calendari fitti di Roma e Atalanta, dirette concorrenti.
Per questa trasferta, non recupera Provedel e spazio dall’inizio all’ottimo Mandas. Per Gila e Lazzari i tempi sono decisamente più lunghi. Spazio a Patric, Romagnoli e Casale in difesa con Marusic e Felipe Anderson a tutta fascia.
Guendouzi e Kamada ormai sono i titolari in mezzo al campo con Vecino e Cataldi pronti a subentrare.
Torna titolare Zaccagni ed insieme a Luis Alberto ispireranno la punta che sarà ancora una volta Castellanos.

  • Monza (4-2-3-1): Di Gregorio; Birindelli, D’Ambrosio, Marì, Kyriakopoulos; Bondo, Akpa Akpro; Colpani, Pessina, Zerbin; Djuric.
  • Lazio (3-4-2-1): Mandas; Patric, A.Romagnoli, Casale; Marusic, Guendouzi, Kamada, Felipe Anderson; Luis Alberto, Zaccagni; Castellanos.

I consigli di Gabriele Di Pietro:

  • Pessina (C/T): sei gol, di cui quattro su rigore, e un assist. Sono questi i bonus del capitano dei brianzoli, ultimo a mollare di questa positiva stagione dei biancorossi.
  • Luis Alberto (C/T): il mago biancoceleste con tre bonus consecutivi, è pronto a regalarne qualcun altro a tutti i fantallenatori, in questo finale di stagione.

Sassuolo vs Inter (Sabato 20:45)

Sassuolo vs Inter

Ballardini all’ultima spiaggia, i neroverdi sono a cinque punti dal quart’ultimo posto ed affrontano la squadra campione d’Italia, che ha perso una sola partita in questo campionato, proprio contro gli emiliani nel girone d’andata.
Il mattatore di quella sfida era Berardi, assente ormai da diverso tempo, ma ritorna dopo la squalifica Laurientè ed agirà nella trequarti neroverde insieme a Bajrami, a segno a “San Siro”, e Volpato. La punta sarà Pinamonti.
Squalificato Ruan Tressoldi, torna Toljan nel ruolo di terzino destro, con Doig a sinistra e la coppia centrale formata da Erlic e Ferrari.
A centrocampo, Thorstvedt è inamovibile, accanto a lui Matheus Henrique in vantaggio su Boloca. In caso di 3-5-2 a specchio, spazio per Kumbulla al posto di Volpato.

Indovinare l’undici iniziale di Inzaghi non sarà facile, visto che potrebbe attuare un turnover a differenza della sfida contro il Torino, dove ha lanciato i titolarissimi.
Acerbi non verrà rischiato e giocherà ancora una volta De Vrij. Potrebbe esserci un’0ccasione per Audero al posto di Sommer, che al momento resta favorito. In difesa Pavard e Bastoni verso la riconferma.
Torna dopo la squalifica Dumfries ed è in pole per una maglia come Carlos Augusto sull’altra corsia. In mezzo al campo Frattesi insidia Mkhitaryan con Barella e Calhanoglu a completare il reparto. In avanti tandem Lautaro Martinez e Thuram, con Arnautovic ad insidiare la titolarità del francese.

  • Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Erlic, G.Ferrari, Doig; Thorstvedt, Matheus Henrique; Volpato, Bajrami, Laurientè; Pinamonti.
  • Inter (3-5-2): Sommer; Pavard, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Calhanoglu, Frattesi, Carlos Augusto; L.Martinez, Thuram.

I consigli di Gabriele Di Pietro:

  • Laurientè (A): nella stagione negativa del francese, l’ex Lorient ha segnato tre dei quattro gol in campionato contro Milan e Juventus, chissà se sarà lui l’uomo della salvezza.
  • Frattesi (C): è stato spesso l’uomo della panchina, contro la sua ex squadra rischia di condannarla definitivamente alla Serie B.

Cagliari vs Lecce (Domenica 12:30)

Cagliari vs Lecce

Tre punti sopra la terzultima posizione non mette il Cagliari in posizione di sicurezza ed in questo lunch match la squadra sarda deve conquistare i tre punti contro i salentini ad un passo dalla salvezza.
Ranieri dopo le diverse assenze contro il Genoa, prova a recuperare Mina e Dossena ed inserirli nel terzetto difensivo assieme ad Hatzidiakos. In porta confermato Scuffet.
Nandez torna dall’inizio nel ruolo di esterno a tutta fascia con Augello a sinistra. In mediana accanto a Makoumbou, agiranno Gaetano e Sulemana. Un pò indietro partono Prati e Deiola.
Più difficile il recupero di Viola. Oristanio dovrebbe lasciare spazio a Luvumbo, dopo aver scontato la squalifica. Accanto all’angolano, spazio per Shomurodov in pole su Lapadula.

Gotti è intenzionato a confermare il tandem d’attacco pesante con la presenza di Piccoli e Krstovic. La squadra sta rispondendo bene grazie alle prestazioni di Dorgu come esterno alto e dalla duttilità di Oudin, che sarà nuovamente preferito ad Almqvist. La novità è rappresentata dal rientro di Ramadani, dopo i problemi fisici delle ultime settimane, ed insieme a Blin formeranno la diga a metà campo. In difesa l’unico dubbio è Pongracic, che si è allenato a parte in questa settimana, ma non desta enormi preoccupazioni. Davanti a Falcone, completeranno il reparto Gendrey, Baschirotto e Gallo.

  • Cagliari (3-5-2): Scuffet; Hatzidiakos, Mina, Dossena; Nandez, Gaetano, Makoumbou, I.Sulemana, Augello; Luvumbo, Shomurodov.
  • Lecce (4-4-2): Falcone; Gendrey, Baschirotto, Pongracic, Gallo; Oudin, Rafia, Blin, Dorgu; Piccoli, Krstovic.

I consigli di Gabriele Di Pietro:

  • Luvumbo (A): con quattro gol e cinque assist, l’angolano è apparso il più in forma nelle ultime sfide, dove contro Atalanta, Inter e Juventus, non è sceso mai sotto il sette in pagella.
  • Gendrey (Dd/E): otto sufficienze consecutive per il terzino francese, condite anche con un gol due settimane fa; giocatore rinato dalla cura Gotti.

Empoli vs Frosinone (Domenica 15:00)

Empoli vs Frosinone

Come una finale questa sfida al “Castellani”. Nicola perde Walukiewicz e non recupera Ismajli. Oltre Bereszynski, anche Pezzella dovrà retrocedere nel braccetto difensivo con il solo Luperto, difensore di ruolo. Con lo spostamento dell’ex Atalanta nei tre dietro, spazio per Cacace a tutta fascia con Gyasi a destra.
Con Maleh titolare, il dubbio è tra Grassi e Marin, con il primo sempre preferito dal tecnico piemontese quando lo ha avuto a disposizione. L’altro ballottaggio è sulla trequarti, dove Cambiaghi è certo di una maglia, e per l’altra Fazzini è in pole su Zurkowski e Kovalenko. In avanti resta fuori Cerri, spazio a Niang.

La netta vittoria contro la Salernitana potrebbe far convincere Di Francesco ha confermato l’undici di queste ultime partite con la novità Cerofolini in porta, al posto dell’infortunato Turati.
Unico dubbio in difesa con Okoli, dolorante al ginocchio. Se l’ex Atalanta non dovesse farcela Bonifazi è in vantaggio su Monterisi per giocare in difesa con Lirola e Simone Romagnoli.
Zortea e Valeri saranno gli esterni del 3-5-2, con la conferma di Mazzitelli, Barrenechea e Brescianini in mezzo al campo. In attacco confermatissimo il tandem composto da Soulè e Cheddira.

  • Empoli (3-4-2-1): Caprile; Bereszynski, Luperto, Giu.Pezzella; Gyasi, Grassi, Maleh, Cacace; Fazzini, Cambiaghi; Niang.
  • Frosinone (3-5-2): Cerofolini; Lirola, S.Romagnoli, Okoli; Zortea, Mazzitelli, Barrenechea, Brescianini, Valeri; Soulè, Cheddira.

I consigli di Gabriele Di Pietro:

  • Cambiaghi (A): un gol e un assist, sono questi numeri horror di uno dei talenti di questo Empoli, contro i ciociari potrebbe regalare una gioia a tanti fantallenatori.
  • Zortea (Dd/Ds/E): dal suo arrivo nella finestra di gennaio, un gol e cinque assist e solo un’insufficienza, sicuramente uno dei migliori acquisti del mercato invernale.

Hellas Verona vs Fiorentina (Domenica 15:00)

Hellas Verona vs Fiorentina

L’Hellas Verona vuole approfittare delle fatiche della Fiorentina, per allungare sulla terzultima posizione, al momento distante di soli due punti.
Baroni deve fare a meno di Cabal squalificato ed è pronto a lanciare Vinagre dal primo minuto. Tchatchoua e Coppola in vantaggio su Centonze e Dawidowicz con Magnani certo di una maglia davanti a Montipò.
Rischia Suslov, provato Folorunsho nel ruolo di trequartista con Noslin e Lazovic alle spalle di Bonazzoli, favorito su Swiderski. In mediana Serdar e Duda sono sinonimi di sicurezza.

Italiano costretto a rivoluzionare nuovamente la sua Fiorentina. I viola giocheranno questa trasferta in mezzo alla doppia semifinale di Conference League, dove al “Franchi” i gigliati hanno vinto in extremis di misura. Il ritorno è previsto per mercoledì e dunque sono previste diverse rotazioni.
In porta potrebbe rivedersi Christensen. Kayode fuori contro il Club Brugge è in vantaggio sull’ex Faraoni. Al centro tocca a Milenkovic e probabilmente a Martinez Quarta, in pole su Ranieri. A sinistra spazio per Parisi. In mezzo al campo rispolverati Duncan e Maxime Lopez, con Mandragora in leggero svantaggio. Con l’infortunio grave di Sottil, tocca a Kouamè giocare esterno con Ikonè e Barak, favorito su Beltran. In attacco Nzola tallona Belotti. Panchina per Nico Gonzalez e Bonaventura.

  • Hellas Verona (4-2-3-1): Montipò; Tchatchoua, D.Coppola, Magnani, Vinagre; Serdar, Duda; Noslin, Folorunsho, Lazovic; Bonazzoli.
  • Fiorentina (4-2-3-1): Christensen; Kayode, Milenkovic, Martinez Quarta, Parisi; Duncan, M.Lopez; Ikonè, Barak, Kouamè; Nzola.

I consigli di Gabriele Di Pietro:

  • Lazovic (E/W): il capitano gialloblu non è stato una garanzia di bonus rispetto all’anno scorso, ma nelle ultime settimane è stato determinante per i punti conquistati dall’Hellas.
  • Parisi (Ds/E): dopo tante panchine, potrebbe arrivare la quarta partita da titolare consecutiva, con il terzino di Serino uscito tra i migliori in campo nell’ultima sfida.

Milan vs Genoa (Domenica 18:00)

Milan vs Genoa

Pioli con la Champions raggiunta, utilizzerà queste ultime partite per blindare il secondo posto.
Ancora squalificato Calabria, non ci saranno neanche gli infortunati Maignan e Loftus-Cheek.
Davanti a Sportiello, Florenzi torna sulla fascia destra, con il rientro di Theo Hernandez a sinistra. Al centro Thiaw e Tomori in vantaggio su Gabbia, che potrà godere di un turno di riposo.
In mezzo Adli e Reijnders in netto vantaggio su Bennacer, visto che anche Musah sarà indisponibile per somma di ammonizioni.
Sulla trequarti offensiva spazio per Chukwueze, con l’accentramento di Pulisic nel ruolo di trequartista e Leao largo sulla sinistra. In avanti tocca a Giroud.

Gilardino, raggiunta la salvezza, torna a “San Siro” dopo gli anni in rossonero.
Il tecnico biellese non dovrebbe recuperare nessuno degli infortunati e potrebbe lanciare Vitinha in coppia con Retegui, alla caccia di reti per riuscire a convincere Spalletti per Euro 2024.
Con l’attacco scelto, passo indietro per Gudmundsson nel ruolo di fantasista. A centrocampo la buona prestazione di Thorsby potrebbe mettere in difficoltà il suo allenatore, ma Frendrup e Badelj sono intoccabili. Sugli esterni tocca nuovamente a Sabelli e Martin, in vantaggio su Haps e Spence.
In difesa da verificare le condizioni di Vasquez, allertato Cittadini. De Winter e Vogliacco completano il reparto davanti a Martinez.

  • Milan (4-2-3-1): Sportiello; Florenzi, Thiaw, Tomori, T.Hernandez; Adli, Reijnders; Chukwueze, Pulisic, Rafael Leao; Giroud.
  • Genoa (3-4-1-2): Jo.Martinez; Vogliacco, De Winter, Vasquez; Sabelli, Frendrup, Badelj, Martin; Gudmundsson; Retegui, Vitinha.

I consigli di Gabriele Di Pietro:

  • Chukwueze (W/A): un gol e un assist è troppo poco per l’enorme cifra spesa, con i rossoneri ormai senza obiettivi, sarà l’occasione per mettersi in mostra.
  • Frendrup (E/C): il danese è una garanzia, lasciato svincolato in quasi tutte le leghe, nel mercato di riparazione è stato il tappa buchi perfetto, nell’ultima addirittura gol e assist.

Roma vs Juventus (Domenica 20:45)

Roma vs Juventus

Brutta batosta casalinga per la Roma in Europa League e per non perdere il treno Champions, ai giallorossi è rimasto praticamente solo il campionato.
De Rossi vorrebbe confermare il migliore undici, ma qualche cambio è obbligatorio per tirare il fiato.
Kristensen dovrebbe essere preferito a Celik, entrambi assenti contro il Bayer Leverkusen. A sinistra Angelino resta in vantaggio su Spinazzola. Al centro spazio per Llorente al fianco di Mancini, a protezione di Svilar. Difficilmente cambierà il centrocampo con la conferma di Cristante, Paredes e il capitano Pellegrini. In avanti Azmoun tallona Lukaku con Baldanzi al momento in vantaggio su Dybala. A sinistra confermato El Shaarawy.

Allegri con una vittoria chiuderebbe il discorso Champions con tre giornate d’anticipo. Per raggiungere questo primo obiettivo stagionale, i bianconeri hanno tutta la rosa a disposizione, con il solo Alex Sandro in forte dubbio. Davanti all’ex Szczesny, la difesa non si tocca con Gatti, Bremer e Danilo. Cambiaso potrebbe ritornare a giocare sull’esterno, con l’iniziale panchina di Weah, ma a 48 ore dalla partita nulla è scontato. McKennie, Locatelli e Rabiot dovrebbero agire in mezzo al campo con Kostic in leggero vantaggio su Alcaraz a sinistra. In avanti tandem Chiesa-Vlahovic, con Yildiz e Milik carte a gara in corso.

  • Roma (4-3-3): Svilar; Kristensen, Mancini, D.Llorente, Angelino; Cristante, Paredes, Lo.Pellegrini; Baldanzi, Lukaku, El Shaarawy.
  • Juventus (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Danilo; Cambiaso, McKennie, Locatelli, Rabiot, Kostic; Vlahovic, Chiesa.

I consigli di Gabriele Di Pietro:

  • Pellegrini (C/T): rivitalizzato dalla cura De Rossi, il capitano dei giallorossi ha sempre fatto male ai bianconeri.
  • Chiesa (A): il numero sette in bianconero è a secco dalla 27°giornata, contro la Roma è pronto dal primo minuto.

Salernitana vs Atalanta (Lunedì 18:00)

Salernitana vs Atalanta

  • Salernitana (3-4-2-1): Costil; Fazio, Manolas, Pirola; Sambia, L.Coulibaly, Basic, Bradaric; Candreva, Tchaouna; Ikwuemesi.
  • Atalanta (3-4-2-1): Carnesecchi; Djimsiti, Hien, Scalvini; Hateboer, Ederson, De Roon, Ruggeri; Miranchuk, Lookman; E.Tourè.

I consigli di Gabriele Di Pietro:

  • Candreva (W): il capitano è stato l’ultimo a mollare, ma adesso con la retrocessione matematica vorrà regalare un’ultima gioia ai suoi tifosi.
  • E.Tourè (Pc): l’acquisto più caro della storia dell’Atalanta ha subito un grave infortunio ad inizio anno e adesso è una carta fresca per Gasperini per far rifiatare i suoi attaccanti.

Udinese vs Napoli (Lunedì 20:45)

Udinese vs Napoli

  • Udinese (3-5-1-1): Okoye; J.Ferreira, Bijol, T.Kristensen; Ehizibue, Samardzic, Walace, Zarraga, H.Kamara; Pereyra; Lucca.
  • Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Olivera; Zambo Anguissa, Lobotka, Cajuste; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia.

I consigli di Gabriele Di Pietro:

  • Samardzic (C/T): il fantasista serbo spesso si esalta contro gli avversari di livello e per salvare l’Udinese servono i suoi guizzi.
  • Osimhen (Pc): l’attaccante nigeriano vuole chiudere la sua stagione segnando più gol possibili salutando a fine stagione.

Che cos’è Fanta Week!

Qui i consigliati per la modalità Mantra della 35ª giornata di Serie A, utili anche per chi partecipa al Fanta Week, il fantacalcio settimanale.
Top 11 FantaWeek a cura di Gabriele Di Pietro (4-4-1-1):
Mandas (Por);
Gendrey (Dd/E), Mina (Dc), Scalvini (Dc), Parisi (Ds/E);
Saelemaekers (W), Luis Alberto (C/T), Chukwueze (W/A) ;
Luvumbo (A);
Osimhen (Pc).
Vuoi sapere di più su Fanta Week? Clicca qui, è possibile iscriversi in qualsiasi momento.

Serie A

Inter, primo incontro tra Oaktree e Simone Inzaghi: i dettagli

Pubblicato

il

Inter, Inzaghi

Inter, nel pomeriggio di oggi c’è stato il primo incontro tra esponenti del fondo Oaktree e Simone Inzaghi.

Pomeriggio di presentazioni in casa Inter, con il fondo Oaktree che passa alla conoscenza del settore tecnico.

In Viale della Liberazione, infatti, e’ avvenuto un summit tra i rappresentanti del nuovo proprietario nerazzurro e l’allenatore Simone Inzaghi. 

Nulla trapela in merito agli argomenti trattati, ma intanto c’è stato il primo incontro tra l’allenatore meneghino e coloro che sono subentrati a Steven Zhang come azionisti di maggioranza dell’Inter.

 

Continua a leggere

Calciomercato

Inter, arriva dalla Premier il sostituto di Dumfries

Pubblicato

il

Inter

L’Inter sta già lavorando al futuro con un occhio al bilancio. Dumfries potrebbe essere sacrificato, e il suo sostituto potrebbe arrivare da Manchester. 

Da poco si è conclusa una stagione fantastica per tutti i tifosi dell’Inter.

La squadra nerazzurra ha dominato il campionato vincendo il suo ventesimo scudetto, che significa seconda stella.

L’unico rammarico di quest’anno è stata l’eliminazione in Champions League ad opera dell’Atletico Madrid.

L’anno prossimo l’obiettivo sarà arrivare in fondo a ogni competizione, e per questo la società ha già iniziato a rinforzare l’organico.

Con gli arrivi a parametro zero di Taremi e Zielinski, l’Inter ha già acquistato pedine di altissimo livello in attacco e a centrocampo.

Il vero problema è che, anche quest’anno, i nerazzurri dovranno cedere un big per avere un po’ di respiro sul mercato.

Stavolta il giocatore sacrificato potrebbe essere Denzel Dumfries, per cui ci sono già diverse sirene dalla Premier.

Uno dei primi nomi per sostituirlo è quello del capitano del Napoli, Giovanni Di Lorenzo.

Il presidente azzurro De Laurentiis però, forte del contratto lungo del giocatore, non sarebbe disposto ad ascoltare offerte inferiori ai 20 milioni di euro. 

Cifre, queste, ritenute troppo elevate dalla società nerazzurra, che ha puntato altrove.

Wan-Bissaka Inter

Inter, l’obiettivo è Wan-Bissaka

Proprio nel campionato inglese l’Inter ha individuato il sostituto ideale di Dumfries.

Si tratta di Aaron Wan-Bissakaesterno inglese che dal 2019 milita tra le fila del Manchester United.

I Red Devils lo acquistarono dal Crystal Palace per circa 55 milioni, ma il suo rendimento in questi anni è stato molto altalenante, come praticamente quello di tutta la squadra.

Il classe’97  ha un contratto in scadenza nel 2025 e pare abbia intenzione di cambiare aria.

Il Manchester sarebbe disposto ad accettare offerte tra i 10 e i 15 milioni, cioè il minimo per evitare una minusvalenza.

La trattativa sembra ben avviata, con la squadra nerazzurra disposta a offrire al giocatore un contratto triennale a cifre di poco inferiori ai 3 milioni di euro a stagione. . 

 

 

Continua a leggere

Serie A

Ranieri: “Per me il calcio è come una droga, al Cagliari ho fatto una promessa”

Pubblicato

il

Cagliari, Claudio Ranieri

L’allenatore del Cagliari Claudio Ranieri ha parlato a “L’Unione Sarda” in merito al suo addio al calcio. Di seguito le sue parole.

Cagliari, le parole di Ranieri

Cagliari, Ranieri

Di seguito le parole dell’allenatore ex Roma Claudio Ranieri, rilasciate a L‘Unione Sarda, in vista del suo ritiro (ormai certo) dal mondo del calcio:

“Ripensarci? No, no, nessuno mi mette in difficoltà perché quando dico una cosa poi alla fine è quella. Io credo che sia la cosa più giusta perché voi non potete immaginare quanto io soffrissi ad ogni pareggio, ad ogni sconfitta e quest’anno sono state tante.

Io mi ero caricato di responsabilità, tutti voi. Io ci dovevo riuscire. Vedervi felici è la cosa più bella che ho provato. Smettere di allenare? Non so, per me il calcio è una droga, di sicuro Cagliari resterà la mia ultima società”.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Serie B22 minuti fa

Cosenza, gli sponsor come garanzia per il riscatto di Tutino? Lo scenario

Visualizzazioni: 36 Cosenza, si sta per entrare nel vivo per quanto riguarda la vicenda sul possibile riscatto di Gennaro Tutino....

Monza, Palladino Monza, Palladino
Calciomercato53 minuti fa

Monza: Palladino saluta il club sui social

Visualizzazioni: 68 Monza: arrivano i saluti social di Raffaele Palladino, il tecnico lascia i brianzoli dopo aver conquistato una salvezza...

Napoli, Di Lorenzo Napoli, Di Lorenzo
Calciomercato1 ora fa

Napoli, voci di un clamoroso scambio con la Juventus

Visualizzazioni: 149 Con il campionato ormai concluso i giorni si riempiono di voci di calciomercato. Una delle più clamorose riguarda...

Conference League1 ora fa

Fiorentina, Biraghi: “C’è voglia di rivalsa per lo scorso anno. Su Italiano…”

Visualizzazioni: 92 Il capitano della Fiorentina Cristiano Biraghi ha preso parte alla conferenza stampa pre-gara in vista della finale di...

Lotito Lotito
Calciomercato2 ore fa

Calciomercato Lazio, fatta per l’arrivo del nuovo attaccante

Visualizzazioni: 102 Calciomercato Lazio, Loum Tchaouna, attaccante francese classe 03,’ in questa stagione con la maglia della Salernitana ha collezionato...

Inter, Inzaghi Inter, Inzaghi
Serie A2 ore fa

Inter, primo incontro tra Oaktree e Simone Inzaghi: i dettagli

Visualizzazioni: 159 Inter, nel pomeriggio di oggi c’è stato il primo incontro tra esponenti del fondo Oaktree e Simone Inzaghi....

Calciomercato2 ore fa

Phillips, niente Leeds ma può andare all’Everton: gli scenari

Visualizzazioni: 73 Per Kalvin Phillips non c’è spazio al Manchester City. Sfumato un ritorno a casa ad Elland Road, può...

Serie C2 ore fa

Lecco, ore drammatiche per il destino della società: i dettagli

Visualizzazioni: 74 Lecco, sembra molto vicina la verità per il futuro della società brianzola. Andiamo a vedere nel dettaglio. E’...

Inter Inter
Calciomercato2 ore fa

Inter, arriva dalla Premier il sostituto di Dumfries

Visualizzazioni: 152 L’Inter sta già lavorando al futuro con un occhio al bilancio. Dumfries potrebbe essere sacrificato, e il suo...

Premier League3 ore fa

McKenna, niente Brighton o United: pronto il rinnovo con l’Ipswich

Visualizzazioni: 71 Kieran McKenna è uno dei manager più chiacchierati del calcio inglese, ma per ora non sembra intenzionato a...

Le Squadre

le più cliccate