I nostri Social

Serie A

Serie A 2024-2025, ecco quando inizierà

Pubblicato

il

Serie A

Serie A, proprio oggi è uscita ufficialmente la data di agosto nella quale avrà inizio: ecco quale sarà la prima giornata.

Il Campionato di Serie A della prossima stagione avrà, come di consueto nel mese di agosto: per la precisione, il 17 agosto. A partire da quella data saranno tre le giornate complessive di gioco prima della pausa per la Nations League.

Lo ha annunciato il responsabile della Lega Serie A Andrea Butti, intervenuto a Telelombardia.

Queste le sue parole: “Si disputeranno tre giornate: il weekend del 17-18 agosto, quello del 24-25 e quello del 31 agosto-1 settembre, poi ci sarà la pausa per le Nazionali”.

Serie A

Serie A: probabili formazioni e fantaconsigli

Pubblicato

il

Torna l’analisi di tutte le partite di Serie A con probabili formazioni e fantaconsigli riguardanti la 32°giornata che inizia con un anticipo al venerdì.

Indice

Lazio vs Salernitana (Venerdì 20:45)

Lazio vs Salernitana

I strascichi del derby hanno lasciato in casa Lazio oltre la sconfitta anche degli infortuni.
Romagnoli, Guendouzi e Immobile non saranno a disposizione per Tudor e verranno sostituiti rispettivamente da Patric, Rovella e Castellanos.
Rispetto alla stracittadina, Luis Alberto giocherà dal primo minuto. Rischia il posto Kamada, che non ha mai realmente convinto in questa stagione. Pronto Isaksen.
Cataldi insidia Vecino per affiancare l’ex Juventus.
Sugli esterni la novità potrebbe essere Lazzari, ormai recuperato dopo l’infortunio. Per Provedel ancora prudenza, non si vogliono prendere rischi per il finale di stagione. Fuori causa anche Zaccagni.

Colantuono potrebbe riconfermare il 4-3-3 che è riuscito a recuperare il risultato di venerdì scorso, sotto di due reti. Con questo assetto Candreva e Tchaouna sono ancora i punti di riferimento nel tridente offensivo. Davanti a sorpresa Simy è in leggero vantaggio su Ikwuemesi e Weissman. Ancora niente da fare per il reintegro di Dia.
Non recuperano Basic e Kastanos, a centrocampo spazio al trio Maggiore, Coulibaly e Gomis. Tornano in gruppo Ochoa e Fazio, ma entrambi al massimo partiranno dalla panchina. Ballottaggio difensivo tra Pierozzi e Zanoli.

Lazio (3-4-2-1): Mandas; Patric, Casale, Mario Gila; Lazzari, Rovella, Vecino, Marusic; Felipe Anderson, Luis Alberto; Castellanos.
Salernitana (4-3-3): Costil; Pierozzi, Manolas, Pirola, Bradaric; Maggiore, L.Coulibaly, I.Gomis; Candreva, Simy, Tchaouna.

I consigli di Francesco Campagna:

  • Lazzari (Dd/E): se dovesse partire titolare, ritornerebbe a giocare nel ruolo grazie a cui ha attirato le attenzioni delle big;
  • Candreva (W): contro le grandi riesce sempre a far vedere la sua classe.

Lecce vs Empoli (Sabato 15:00)

Lecce vs Empoli

Gotti dopo la sconfitta di “San Siro” vuole fare bottino pieno in questo scontro diretto contro l’Empoli.
Squalificato Krstovic, il tecnico salentino ripropone l’ex Piccoli dal primo minuto. Al suo fianco da monitorare le condizioni di Banda, ancora con qualche problema alla caviglia. Se non dovesse farcela, pronto Sansone.
Almqvist potrebbe essere riproposto come esterno nel 4-4-2 con Dorgu, libero di spingere sul lato opposto.
Gendrey verso una maglia da titolare, dopo il riposo contro i rossoneri. Panchina dunque per Venuti.

Nicola con quasi tutta la rosa a disposizione vuole continuare il momento positivo dopo la fondamentale vittoria in extremis contro il Torino.
Con Ebuehi, unico indisponibile, in difesa potrebbe rientrare Ismajli a discapito di Bereszynski, ma senza correre ulteriori rischi.
Cacace insidia Pezzella, dopo l’assist decisivo per il gol vittoria di Niang, con quest’ultimo favorito su Cerri e Caputo nel ruolo di prima punta. Accanto a Marin, certo di un posto, S.Bastoni insidia Maleh per l’altro ruolo in mezzo al campo.
Finalmente sbloccato Cambiaghi, viene riproposto nel ruolo di seconda punta.

Lecce (4-4-2): Falcone; Gendrey, Pongracic, Baschirotto, Gallo; Almqvist, Blin, Ramadani, Dorgu; Piccoli, Banda.
Empoli (3-5-2): Caprile; Bereszynski, Walukiewicz, Luperto; Gyasi, Zurkowski, Marin, Maleh, Cacace; Niang, Cambiaghi.

I consigli di Francesco Campagna:

  • Piccoli (Pc): potrebbe sfruttare l’assenza di Krstovic e realizzare il gol dell’ex;
  • Niang (Pc): rigorista implacabile che potrebbe giocare dal 1′ minuto.

Torino vs Juventus (Sabato 18:00)

Torino vs Juventus

In settimana in casa Toro sono arrivate due notizie, il recupero di Ilic, che probabilmente siederà in panchina come unico centrocampista a disposizione. L’altra riguarda il nuovo infortunio di Pellegri, che rischia di terminare il suo campionato in anticipo.
Juric non bada ad esperimenti e si affida all’undici che gli ha dato più certezza in queste ultime settimane. Unico ballottaggio Masina-Lazaro, con il marocchino in caso di titolarità andrebbe a giocare nei tre dietro con l’avanzamento del capitano Rodriguez sulla linea dei centrocampisti.
Sanabria è in leggero vantaggio su Okereke, come partner dell’on fire Zapata, diventato a tutti gli effetti nuovo giocatore del Torino, dopo la presenza contro l’Empoli in cui è scattato l’obbligo di riscatto.

Squadra vincente non si cambia. E’ questo il mantra di Allegri per questo derby della Mole. Dopo le due vittorie, senza subire gol, contro Lazio (in Coppa Italia) e Fiorentina, il tecnico livornese va verso la riconferma dell’undici iniziale.
Davanti a Szczesny, tocca a Gatti, Bremer e Danilo formare il tridente difensivo.
Cambiaso è il titolare sulla fascia destra con Kostic in vantaggio su Iling Junior su quella opposta. In mezzo spazio a McKennie, Locatelli e Rabiot, con Alcaraz pronto a subentrare.
In avanti, ancora fuori Milik, spazio alla coppia Vlahovic-Chiesa, con Yildiz e Kean inizialmente in panchina.

Torino (3-4-1-2): Milinkovic-Savic; Tameze, Buongiorno, Masina; Bellanova, S.Ricci, Linetty, R.Rodriguez; Vlasic; D.Zapata, Sanabria.
Juventus (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Danilo; Cambiaso, McKennie, Locatelli, Rabiot, Kostic; Vlahovic, Chiesa.

I consigli di Francesco Campagna:

  • Vlasic (W/T): potrebbe trovare gli spazi giusti per creare la superiorità numerica sulla trequarti;
  • Vlahovic (Pc): in cerca di riscatto dopo i gol annullati contro la Fiorentina.

Bologna vs Monza (Sabato 20:45)

Bologna vs Monza

Thiago Motta perde per squalifica Saelemaekers, ma recupera Beukema, con il centrale ex Az pronto ad insidiare Calafiori nel ruolo di difensore centrale.
Al posto del belga, Ndoye è favorito su Urbanski. Kristensen in vantaggio su Lykogiannis nel ruolo di terzino sinistro.
A centrocampo insieme a Freuler, Fabbian insidia Aebischer per una maglia da titolare.
Odgaard indisponibile, il peso dell’attacco sarà affidato a Zirzkee.

Palladino ritrova Pessina dopo aver scontato il turno di squalifica contro il Napoli, ma per lo stesso motivo per questa trasferta perde Caldirola. Al suo posto rientra Andrea Carboni.
Uscito malconcio contro i Campioni d’Italia in carica Dany Mota va verso il forfait. Colpani e Maldini pronti ad una maglia da titolare, ma occhio a Zerbin uno dei migliori domenica scorsa. Nel tridente offensivo in caso di arretramento del capitano ex Atalanta, nel duo di centrocampo, potrebbe agire Valentin Carboni.

Bologna (4-1-4-1): Skorupski; Posch, Lucumì, Beukema, Kristiansen; Freuler; Orsolini, Ferguson, Fabbian, Ndoye; Zirkzee.
Monza (4-2-3-1): Di Gregorio; Birindelli, Izzo, Pablo Marì, A.Carboni; Gagliardini, Pessina; Colpani, D.Maldini, Zerbin; Djuric.

I consigli di Francesco Campagna:

  • Zirkzee (Pc): non segna da 5 giornate. Difficile che prolunghi ulteriormente l’astinenza;
  • Colpani (C/T): il faro di un Monza ormai salvo. Potrebbe segnare il suo primo gol stagionale in trasferta.

Napoli vs Frosinone (Domenica 12:30)

Napoli vs Frosinone

Calzona pronto a rilanciare Politano dal primo minuto, complice la squalifica di Ngonge. L’esterno azzurro formerà il tridente con Osimhen e Kvaratskhelia.
Zielinski sta convincendo in queste ultime apparizioni ed è nuovamente favorito su Traorè in mezzo al campo, insieme a Zambo Anguissa e Lobotka.
Nuovo infortunio per Olivera, a sinistra tocca a Mario Rui. Al centro Rrahmani e Juan Jesus confermati.

Di Francesco dopo l’ottimo punto conquistato contro la quarta forza del nostro campionato, vuole provare nell’impresa di ottenere punti contro i campioni d’Italia.
Tornano a disposizione Gelli, Harroui e Lirola, ma solo quest’ultimo ha chance per giocare dall’inizio, nei tre dietro al posto di Bonifazi.
Zortea e Valeri vanno verso una maglia da titolare come esterni di centrocampo, con Mazzitelli e Barrenechea in mezzo, con Brescianini prima alternativa.
In avanti Soulè e Cheddira con Reinier favorito su Seck.

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Zambo Anguissa, Lobotka, Zielinski; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia.
Frosinone (3-4-3): Turati; Lirola, Okoli, S.Romagnoli; Zortea, Mazzitelli, Barrenechea, Valeri; Soulè, Cheddira, Reinier.

I consigli di Francesco Campagna:

  • Zielinski (C/T): vorrà sfruttare una delle ultime partite in casa per salutare dignitosamente i tifosi che tanto lo hanno amato negli ultimi anni;
  • Soulé (W/A): i ciociari hanno bisogno delle sue giocate per trovare la salvezza. Dopo 8 giornate senza bonus, potrebbe tornare il suo momento.

Sassuolo vs Milan (Domenica 15:00)

Sassuolo vs Milan

Ballardini ha sprecato una grande occasione contro la Salernitana avanti di due reti, buttando nel finale dei punti che possono pesare al termine del campionato.
Il tecnico, esperto di rimonte salvezza, ha ritrovato i bonus di Bajrami e Laurientè, finalmente nel taccuino dei marcatori.
Con la conferma di entrambi, Defrel agirà ancora una volta come vice Berardi, largo sulla fascia destra con Thorstvedt in mediana, probabilmente con Matheus Henrique, in vantaggio su Boloca. Con Erlic malconcio, Kumbulla è favorito su Tressoldi per affiancare Ferrari. Sulle fasce nessuna novità. Toljan e Doig sono gli unici terzini di ruolo disponibili, visto l’assenza prolungata di Pedersen.

Pioli ad un bivio. Contro la Roma, i rossoneri hanno giocato una brutta partita nonostante l’undici tipo, costruendo qualche azione pericolosa solo nel finale da qualche lampo di Chukwueze, entrato a gara in corso.
Tra meno di una settimana c’è in programma la gara di ritorno, ma allo stesso tempo non può abbassare la guardia contro i neroverdi, se vuole evitare di vedere trionfare i cugini nerazzurri nel derby di settimana prossima.
Turnover a sprazzi con occhio anche ai calciatori diffidati, che sono Tomori, Thiaw e Musah. Dall’inizio dovrebbe giocare solo l’inglese, visto il turno di riposo in Europa League, causa squalifica, e giocherà probabilmente con Kjaer. A destra occasione per Florenzi al posto di Calabria. In mezzo al campo Adli è entrato bene e giocherà dall’inizio, al posto di Bennacer.
In avanti molto bene l’ingresso del nigeriano, da capire chi gli può lasciare il posto tra Pulisic e Loftus-Cheek. Okafor probabilmente prenderà il posto di uno spento Leao. In avanti Jovic è favorito su Giroud.

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Erlic, G.Ferrari, Doig; Thorsvedt, M.Henrique; Defrel, Bajrami, Laurientè: Pinamonti.
Milan (4-2-3-1): Maignan; Florenzi, Kjaer, Tomori, T.Hernandez; Adli, Reijnders; Chukwueze, Pulisic, Okafor; Jovic.

I consigli di Francesco Campagna:

  • Laurientè (A): dopo il gol alla 31°, potrebbe vivere un finale di campionato in crescendo;
  • Chukwueze (W/A): potrebbe sfruttare il turn over in previsione della doppia sfida europea contro la Roma;

Udinese vs Roma (Domenica 18:00)

Udinese vs Roma

Cioffi ritrova Lucca al centro dell’attacco, ma perde due pedine fondamentali per le prossime settimane: Lovric e Thauvin.
Alle spalle del gigante centravanti, tocca al capitano Pereyra prendere il posto del fantasista francese.
Zarraga va verso la riconferma, in vantaggio su Payero, con Samardzic ancora titolare. Sulle fasce la velocità di Ebosele e Kamara possono creare grattacapi ai giallorossi.
Dietro Perez e Bijol sono certi di una maglia. Per la terza, Kristensen in leggero vantaggio su Giannetti e Joao Ferreira.

Settimana magica per De Rossi con la doppia vittoria nel derby e contro il Milan in trasferta entrambe con il colpo di testa di Mancini.
Il difensore giallorosso è la certezza dello scacchiere del nuovo tecnico romano e verrà riproposto stavolta accanto a Ndicka, finalmente recuperato dopo i due turni di squalifica scontati, tra campionato ed Europa League.
Karsdorp e Angelino sono pronti a riprendersi una maglia da titolare. In mezzo al campo scalpitano Bove e Aouar, possibile turno di riposo per Cristante e Pellegrini.
Probabilmente spazio a Baldanzi e Zalewski al posto di Dybala ed El Shaarawy. Nel ruolo di centravanti, Abraham non ha ancora i 90 minuti e quindi spazio ancora per Lukaku. Unico indisponibile l’iraniano Azmoun.

Udinese (3-5-1-1): Okoye; N.Perez, Bijol, Kristensen; Ebosele, Samardzic, Walace, Zarraga, H.Kamara; Pereyra; Lucca.
Roma (4-3-3): Svilar; Karsdorp, Mancini, Ndicka, Angelino; Cristante, Paredes, Lo.Pellegrini; Baldanzi, Lukaku, Zalewski.

I consigli di Francesco Campagna:

  • H.Kamara (Ds/E): agirà sulla fascia di Karsdorp, che fino adesso ha dimostrato di essere l’anello debole della difesa giallorossa;
  • Paredes (M/C): ormai De Rossi gli ha affidato le chiavi del centrocampo. Senza Dybala in campo, il rigorista designato è lui.

Inter vs Cagliari (Domenica 20:45)

Inter vs Cagliari

Countdown scudetto per l’Inter. Simone Inzaghi in questa sfida perde Pavard e Lautaro Martinez per squalifica, che saranno pronti per il derby di settimana prossima.
Torna disponibile Bastoni ed affiancherà Acerbi e Bisseck, titolare al posto del francese. A centrocampo rischia Mkhitaryan diffidato, con Frattesi usato sicuro.
Sulle fasce Darmian e Dimarco favoriti su Dumfries e Carlos Augusto. Al posto del capitano argentino, Arnautovic in vantaggio su Sanchez per affiancare Thuram.

Ranieri perde per squalifica Nandez e Deiola. Per sostituirli l’ex tecnico nerazzurro pensa di cambiare modulo e giocare a specchio contro gli uomini di Inzaghi.
Wieteska verrebbe inserito nel tridente arretrato con Mina e Dossena. Le fasce saranno presidiate da Zappa e Augello. In mezzo, passo indietro per Gaetano, nel ruolo di mezzala, con Sulemana e Makoumbou a completare il reparto.
In avanti Oristanio è favorito su Luvumbo per affiancare Shomurodov. Rischia di saltare la trasferta di San Siro, Lapadula per i continui problemi al tendine rotuleo.

Inter (3-5-2): Sommer; Bisseck, Acerbi, Bastoni; Darmian, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco; Arnautovic, Thuram.
Cagliari (3-5-2): Scuffet; Wieteska, Mina, Dossena; Zappa, Sulemana, Makoumbou, Gaetano, Augello; Oristanio, Shomurodov.

I consigli di Francesco Campagna:

  • Bisseck (Dc): se Darmian dovesse giocare sulla fascia, il gigante tedesco potrebbe rappresentare un elemento importantissimo sui calci da fermo;
  • Oristanio (W/T/A): il nome che quasi nessuno si aspetta. Potrebbe ritrovare i bonus proprio contro la squadra proprietaria del suo cartellino;

Fiorentina vs Genoa (Lunedì 18:30)

Fiorentina vs Genoa

Parziale turnover per Italiano. Se la Fiorentina vuole provare ad andare in Europa attraverso il campionato servono necessariamente i tre punti in campionato.
In difesa le novità si chiamano Kayode e Ranieri, che tornano titolari al posto di Dodò e di Milenkovic.
A centrocampo dovrebbe recuperare Bonaventura, dopo il forfait forzato a Plzen. Al suo fianco ecco Mandragora, favorito su Arthur. In caso di turnover per Beltran, l’ex Milan potrebbe avanzare nel ruolo di trequartista, con l’inserimento di Duncan, finito nel dimenticatoio nelle ultime settimane.
In avanti Nico Gonzalez e Belotti sono confermati. Per l’ultima maglia, Kouamè è favorito su Ikonè e Sottil.

Gilardino ritrova quasi tutti i calciatori offensivi a sua disposizione con Retegui e Vitinha disponibili, ristabilitosi dai problemi delle ultime settimane.
Oltre al lungodegente Matturro, l’altro indisponibile di Firenze è Malinovskyi. Sulla fascia mancina Spence è in vantaggio su Haps, con Sabelli largo sulla destra.
In mezzo al campo il trio sarà composto da Frendrup, Badelj e Messias. Dietro confermati i tre titolari. Accanto al nuovo centravanti della nazionale di Spalletti, non può che non esserci Gudmundsson.

Fiorentina (4-2-3-1): Terracciano; Kayode, Martinez Quarta, Ranieri, Biraghi; Mandragora, Bonaventura; N.Gonzalez, Beltran, Kouamè; Belotti.
Genoa (3-5-2): Jo.Martinez; De Winter, Bani, Vasquez; Sabelli, Frendrup, Badelj, Messias, Spence; Gudmundsson, Retegui.

I consigli di Francesco Campagna:

  • Martinez Quarta (Dc): fattore determinante sulle palle inattive;
  • Messias (W): non segna dalla sesta giornata e non ha mai fornito assist. Potrebbe approfittarne contro una Fiorentina reduce dalle fatiche europee.

Atalanta vs Hellas Verona (Lunedì 20:45)

Atalanta vs Hellas Verona

Dopo l’impresa di Anfield, Gasperini vara un turnover contenuto, in quanto ha qualche problema di formazione con le assenze forzate per squalifica di Zappacosta e De Roon e per gli infortuni di Scalvini e Kolasinac.
Costretto agli straordinari Djimsiti, che viene schierato insieme a Toloi e Hien nel terzetto difensivo.
Sulle fasce Hateboer più di Holm sulla destra, con Ruggeri a sinistra. Ederson e Pasalic riformano la coppia di centrocampo.
Possibile turno di riposo per il mattatore di Liverpool, Scamacca, con al suo posto Lookman. Per gli altri due posti Miranchuk e Koopmeiners sono in vantaggio su De Ketelaere.
In porta ritorna il portiere di campionato Carnesecchi.

Baroni costretto a rinunciare a Serdar per squalifica. Al suo posto pronto il rientro di Folorunsho in mediana con Duda. In avanti, stato di grazia per Bonazzoli, che verrà riproposto nel ruolo di centravanti, con il terzetto alle sue spalle composto da Noslin, Suslov e Lazovic.
In difesa la coppia centrale dovrebbe tornare ad essere composta da Dawidowicz e Magnani. A destra Centonze rimane favorito su Tchatchoua.

Atalanta (3-4-1-2): Carnesecchi; Toloi, Hien, Djimsiti; Hateboer, Pasalic, Ederson, Ruggeri; Koopmeiners; Miranchuk, Lookman.
Hellas Verona (4-2-3-1): Montipò; Centonze, Dawidowicz, Magnani, Cabal; Duda, Folorunsho; Noslin, Suslov, Lazovic; Bonazzoli.

I consigli di Francesco Campagna:

  • Ederson (C/T): dalla 20° giornata solo malus. È l’ora del riscatto;
  • Suslov (C/W/T): rigorista designato. Potrebbe fornire assist decisivi.

Che cos’è Fanta Week!

Qui i consigliati per la modalità Mantra della 32ª giornata di Serie A, utili anche per chi partecipa al Fanta Week, il fantacalcio settimanale.
Top 11 FantaWeek a cura di Francesco Campagna (3-4-1-2): Maignan (Por); Bisseck (Dc), Martinez Quarta (Dc), Mancini (Dc); Lazzari (Dd/E), Paredes (M/C), Zielinski (C/T), Ruggeri (Ds/E); Colpani (C/T); Zirkzee (Pc), Vlahovic (Pc).
Vuoi sapere di più su Fanta Week? Clicca qui, è possibile iscriversi in qualsiasi momento.
Continua a leggere

Serie A

Milan-Roma, quando il cambio di allenatore è determinante

Pubblicato

il

Milan-Roma, Daniele De Rossi

L’esito della partita Milan-Roma non fa che rinforzare questa intuizione: il cambio di allenatore giova e può avere un fortissimo impatto sulla stagione.

De Rossi docet: cambiare allenatore può dare uno sprint totalmente diverso alla squadra e sovvertire l’andamento della stagione. Sta accadendo alla Roma, si sta vedendo al Napoli e si inizia a capire alla Lazio: sono queste le tre squadre in cui il cambio di guida ha avuto un forte impatto.

Milan-Roma, l’impatto dell’arrivo di De Rossi

Per la Roma, l’arrivo di Daniele De Rossi al posto di Jose Mourinho ha portato un cambio netto nello stile di gioco, con una maggiore spinta offensiva, difesa a quattro e più libertà per i giocatori. Il risultato? Il rendimento di vari giocatori è migliorato, incluso quello del capitano Lorenzo Pellegrini.

Questo malgrado il fatto che una delle stelle della squadra, Romelu Lukaku, stia deludendo sotto la gestione di De Rossi, fornendo prestazioni inferiori alle aspettative. Per lui oggi si prospetta il ritorno al Chelsea.

La squadra che fu battuta 1-3 dal Milan nella fatidica partita del 14 gennaio che comportò l’esonero di Mourinho ha cambiato totalmente registro. E contro quel Milan, nella complicata cornice del Giuseppe Meazza, ha riconquistato una vittoria che mancava dal 2017.

Napoli ha vissuto un valzer di allenatori, culminando con Francesco Calzona. La sua gestione ha riportato al centro del gioco giocatori come Stanislav Lobotka, mentre Piotr Zielinski e Victor Osimhen potrebbero lasciare il club a fine stagione a causa di prestazioni deludenti.

Infine, alla Lazio, l’arrivo di Igor Tudor ha portato un cambio di mentalità verso una maggiore concretezza e equilibrio. Questo ha favorito giocatori come Adam Marusic, il cui gol contro la Juventus è stato emblematico. Tuttavia, Ciro Immobile ha mostrato segni di declino, mentre Luis Alberto ha visto ridursi il suo ruolo in campo, portando ad incertezze sul suo futuro nel club.

In tutti i casi, il cambiamento ha portato con sé freschezza e risultati brillanti: un effetto che, a sole 6 giornate complessive dalla fine del campionato, vale oro.

Continua a leggere

Serie A

Torino, Juric: “Non vincere un derby sarebbe una macchia, i calci piazzati saranno la chiave. Su Ilic…”

Pubblicato

il

Torino, Juric

Ivan Juric ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del derby con la Juventus. Il croato vuole vincere il suo primo derby di Torino e carica l’ambiente.

Indice

Torino, le parole di Juric

Non è mai una settimana come le altre: come sta la squadra?

“Molto bene. Sono stati molto delusi per Empoli dopo una grande prestazione, ma abbiamo lavorato come sempre”

Che differenze ci sono rispetto all’andata?

“Rivedendola, sono stati decisivi i calci piazzati. E serve un salto di qualità in attacco, negli ultimi 30 metri”

Quali sono i punti deboli della Juve?

“All’andata fu un primo tempo equilibrato, poi nella ripresa la sbloccarono sui piazzati e quando vanno in vantaggio hanno grandi strappi in ripartenza. Loro variano un atteggiamento aggressivo e un altro dove sono più compatti: dovremo ribaltare l’azione e avere qualità tecnica e lucidità per segnare”.

Juventus

Juventus

Cosa chiederà ai suoi esterni?

“Nella loro parte destra sono pericolosi Gatti, McKennie e Cambiaso, dall’altro parte sono più individuali perché Chiesa è devastante nell’uno contro uno. Dovremo fare tutto bene per vincere.

Come state preparando i calci piazzati?

“In questi miei derby, su 9 gol ne abbiamo presi 7 sui piazzati. Con loro, qualsiasi cosa fai rischi perché hanno forza fisica impressionante e battitori di qualità. Abbiamo provato sia a zona che a uomo, ci è andata sempre male. Ma voglio responsabilità da parte dei miei giocatori, nei calci piazzati conta tanto la voglia di non prendere gol“.

Il Torino ha un tabù derby: lo percepite nello spogliatoio?

“L’importanza di una gara si basa su ciò che significa per i tifosi. Per i tifosi significa tantissimo, perciò per noi è mega importante. Siamo in un grande momento, mai così bene nel gioco, e possiamo farcela. A Genova mi è successa una cosa simile da giocatore, poi il primo derby vinto in modo sporco non ci siamo mai fermati. Vogliamo questo senso di crederci”.

Sportmediaset, Torino

Photo LiveMedia/Nderim Kaceli
Turin, Italy, February 28, 2023, italian soccer Serie A match
Juventus FC vs Torino FC
Image shows:
Bremer of Juventus scoring a goal during the Italian Serie A, football match between Juventus Fc and Torino Fc, on 28 February 2023 at Allianz Stadium, Turin, Italy. Photo Ndrerim Kaceli
LiveMedia – World Copyright

Cosa può dare Juric in questo momento a livello di mentalità al Torino?

All’andata arrivò in un brutto momento della squadra, per come siamo stati in campo, era il livello più basso del Toro. Ora siamo diversi, anche ad Empoli mi è piaciuto il Toro e adesso dobbiamo raccogliere. L’unico neo che mi do è il derby: il lavoro è stato fantastico, ma non vincerne nemmeno uno su cinque è una macchia”.

Domani può dare un segno indelebile in futura memoria…

“Non in futura memoria…Il lavoro è stato ottimo, ma non vincere nemmeno un derby non è bello. E’ una partita speciale, è un momento speciale: ho grande voglia come tutta la squadra, tanti giocatori sono qui da prima di me e hanno voglia di vincere. La squadra si sente bene, vuole dare una grande gioia che ci meritiamo”.

Ha una dedica in caso di vittoria?

“Ho tanti attestati di stima. C’è gente che ti dà coraggio e voglia, spero di vincere un derby proprio per loro“.

Come sta Ilic?

Non giocherà, è appena tornato. Si è curato a casa sua e hanno fatto un bel lavoro, è tornato bene. E’ tra i convocati, sta bene e il suo talento è grande. Ma non ha i 90 minuti, può essere una soluzione a gara in corso. Non abbiamo grandi battitori nei piazzati, ma Vojvoda li ha calciati bene e anche Rodriguez“.

Chi gioca con Zapata?

Sanabria e Okereke sono le uniche possibilità che abbiamo. Lo interpretano in modo diverso, sceglieremo oggi. Tutti e due sono opzioni valide”.

Può essere il suo ultimo derby di Torino: ha più carica?

“Anche in altri derby avevamo grande carica: abbiamo fatto ottime sfide con il neo dei calci piazzati, ne abbiamo persi tanti sotto questo aspetto. La carica non può essere più grande di prima”.

Ci sono altri assenti nel Torino?

“No. Rientra Ilic“.

Cosa ne pensa di Allegri?

“E’ un grande allenatore, sa adattarsi e ha fatto grandi risultati. Non ha uno stile definito, come possono Guardiola e Gasperini, e per me si adatta alle varie situazioni. Da una parte è la sua forza, dall’altra è un difetto“.

Juventus, Allegri

Juventus: Massimiliano Allegri in bilico

Continua a leggere

Ultime Notizie

Notizie5 minuti fa

Milan, spaccatura nella dirigenza: divide il futuro di Stefano Pioli

Visualizzazioni: 6 Milan, nel day after della gara di Europa League contro la Roma, continuano le accese riflessioni sul futuro...

Serie A15 minuti fa

Serie A: probabili formazioni e fantaconsigli

Visualizzazioni: 151 Torna l’analisi di tutte le partite di Serie A con probabili formazioni e fantaconsigli riguardanti la 32°giornata che...

lazio lazio
Calciomercato36 minuti fa

Lazio, con la Salernitana è soprattutto incrocio di mercato

Visualizzazioni: 20 Nel giorno di Lazio-Salernitana che apre la 32esima giornata, l’incrocio fra le due squadre non si riguarderà solo...

Milan-Roma, Daniele De Rossi Milan-Roma, Daniele De Rossi
Serie A46 minuti fa

Milan-Roma, quando il cambio di allenatore è determinante

Visualizzazioni: 326 L’esito della partita Milan-Roma non fa che rinforzare questa intuizione: il cambio di allenatore giova e può avere...

Liverpool, Klopp Liverpool, Klopp
Europa League55 minuti fa

Carragher durissimo con Klopp: “Prestazione inaccettabile, ha snobbato l’Europa League”

Visualizzazioni: 221 Jurgen Klopp è stato duramente criticato oltremanica per aver di fatto “regalato” la qualificazione all’Atalanta di Gasperini. Le...

Calciomercato1 ora fa

Inter, pronto il dopo Dumfries: arriva dalla Premier League

Visualizzazioni: 46 La notizia rimbalzata i giorni scorsi secondo cui Denzel Dumfries potrebbe lasciare l’Inter in estate, ha scatenato il...

Torino, Juric Torino, Juric
Serie A1 ora fa

Torino, Juric: “Non vincere un derby sarebbe una macchia, i calci piazzati saranno la chiave. Su Ilic…”

Visualizzazioni: 43 Ivan Juric ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del derby con la Juventus. Il croato vuole vincere...

Serie A, Thiago Motta Serie A, Thiago Motta
Serie A2 ore fa

Bologna, vista Champions contro il Monza

Visualizzazioni: 206 Il Bologna di Thiago Motta vuole raggiungere l’Europa Nessuno poteva immaginare il cammino virtuoso dei felsinei in Serie...

Serie A2 ore fa

Roma, Mancini è il primo in Europa: quando la testa fa la differenza

Visualizzazioni: 47 Gianluca Mancini sta trascinando la Roma verso grandi traguardi in questo finale di stagione. I gol nei derby...

Champions League Champions League
Serie A2 ore fa

Serie A, 5 squadre in Champions se… Ecco l’ultimo step

Visualizzazioni: 38 Il tanto agognato traguardo è davvero a un passo. La Serie A avrà 5 squadre in Champions League...

Le Squadre

le più cliccate