Home » Serie A » Roma – Inter 2-4, quattro schiaffi e rimonta sotto il Colosseo | Le pagelle nerazzurre
Serie A

Roma – Inter 2-4, quattro schiaffi e rimonta sotto il Colosseo | Le pagelle nerazzurre

Roma-Inter 2-4, prova di forza della capolista, che si aggiudica anche la sfida in casa giallorossa. Le pagelle nerazzurre.

Inter

Sommer 7,5: pronti via ed e’ subito chiamato a un miracolo per sventare El Shaarawy. Sui due gol giallorossi non ha colpe, ma ha il pieno dei meriti sullo stop a Lukaku in area di rigore. La vittorie dell’Olimpico ha anche le sue mani.

Pavard 5,5: difensivamente fa le cose giuste fino al gol di Mancini, sul quale ha responsabilità evidenti. Non influisce sul risultato, ma non e’ da lui.

Acerbi 7: si ferma in anticipo ed esce, ma fino a quel momento concede qualcosa di molto vicino allo zero a Lukaku (dal 18’st De Vrij 7: ultimo terzo di gara di gran spessore).

Bastoni 6,5: commette un paio di errori, uno dei quali lascia campo libero a Lukaku, murato da Sommer in maniera esemplare. In contropiede e’ suo il gol-lucchetto della partita.

Darmian 6: e’ co-responsabile del gol del 2-1 giallorosso, ma ha anche il merito di servire a Thuram il momentaneo 2-2 (dal 30’st Dumfries 6: aiuta nell’amministrazione del vantaggio).

LEGGI ANCHE:  Esposito: rinnovo e poi prestito al Torino?

Barella 6: forse molto macchinoso per i suoi livelli, la corsa non e’ fluida, ma riesce a sbrogliare innumerevoli matasse.

Calhanoglu 6: la regia c’è, ma non e’ al top come nelle partite più gagliarde, tipo quella che ha portato i tre punti di platino contro la Juventus. Il Calhanoglu di quest’anno, tuttavia, basta e avanza anche in questa versione.

Mkhitaryan 7: nel traffico del centrocampo giallorosso lui rischia mai incidenti. Lucido e saggio.

Dimarco 6: un po’ sotto i suoi livelli, ma comunque si prende le solite licenze sulla fascia (dal 30’st Carlos Augusto 6: ultimo quarto d’ora di controllo).

Thuram 7: l’ha rifatto un’altra volta, dopo Gatti, anche Angelino svirgola un pallone nella propria porta. Il gol del 2-2 sentenzia ancora una volta una prestazione da numero uno (dal 42′ st Sanchez sv).

Lautaro 5: non gli capitano mai i palloni giusti, e pochi suoi movimenti sono funzionali. Una serata sottotono (dal 30’st Arnautovic 6,5: un quarto d’ora sfruttato al servizio della squadra e di Bastoni, al quale serve il passaggio vincente per il 4-2).

LEGGI ANCHE:  Lazio, la pazienza è finita: contestazione a Formello

 

Simone Inzaghi (in panchina Farris) 7,5: la squadra si fa rimontare dopo essere andata in vantaggio, ma reagisce da grande squadra e ne fa tre in un tempo. La tranquillità con la quale torna avanti dopo aver rischiato il ko parla da sola.

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Serie A