I nostri Social

Serie A

Roma, El Shaarawy e Pellegrini vogliono…

Pubblicato

il

El Shaarawy

La Roma a caccia di record interni

La rete di Lorenzo Pellegrini contro il Feyenoord è la numero 50 con la casacca giallorossa. L’obiettivo è, quantomeno, raggiungere Antonio Cassano a quota 52 per poi superare anche Ruggiero Rizzitelli e Carlo Galli a 55 centri. Il giocatore attualmente in rosa ad aver siglato più centri è Stephan El Shaarawy con ben 61 gol, a soli 2 centri dall’attuale allenatore Daniele De Rossi. Al terzo posto, il lungodegente, Tammy Abraham con 36 gol (3 in più di Gabriel Omar Batistuta).

Serie A

Fiorentina, Belotti generoso ma con un triste record

Pubblicato

il

Fiorentina, belotti

Fiorentina, Belotti arrivato a fine gennaio dalla Roma non è riuscito ad invertire la tendenza della poca prolificità delle punte viola.

Quando è arrivato a gennaio, visti i numeri degli ultimi anni, nessuno si aspettava il bomber che aveva fatto esultare decine di volte il popolo granata, ma neanche un attaccante che riuscisse a fare peggio addirittura di Piatek, Jovic, Cabral, Nzola e Beltran, tutti risucchiati come in una voragine negativa, dentro un sortilegio legato al dopo Vlahovic.

L’impegno, la voglia, la garra di Belotti c’è ancora tutta, magari c’è meno esplosività rispetto ai tempi migliori, ma l’unico gol a tabellino con la maglia viola dopo 3 mesi e 13 partite, è una miseria tecnica. Un gol in (quasi) mille minuti.

Dopo mille minuti, tutti gli attaccanti che lo avevano preceduto avevano segnato più di lui.

Alcune prestazioni lo hanno visto grande protagonista, prendendosi anche la standing ovation del tifo viola, altre lo hanno visto evanescente: di certo ha permesso con i suoi movimenti agli esterni di trovare qualche varco (quasi mai sfruttato…), ma quel che conta per un attaccante è il solo gol realizzato.

Domani probabilmente il Gallo partirà dalla panchina nella sfida contro il Genoa, Italiano spera di averlo al massimo per il ritorno di Conference giovedì prossimo, poi starà a Belotti dimostrare di poter chiedere una conferma in maglia viola anche la prossima stagione: convincere la dirigenza di essere un attaccante su cui puntare anche con la prossima guida tecnica.

Continua a leggere

Serie A

Genoa, Gilardino: “Penso a una gara alla volta, abbiamo fame e rabbia. Mi aspetto la Fiorentina di sempre. Su Retegui…”

Pubblicato

il

Genoa, Gilardino

Alberto Gilardino ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Fiorentina-Genoa. L’allenatore ha fatto il punto sugli infortunati e l’atteggiamento da tenere.

Indice

Genoa, le parole di Gilardino

Dall’andata ad oggi c’è il mondo. Cosa significa affrontare la Fiorentina per Gilardino?

“E’ normale che ci sia stato un percorso da parte nostra. Un percorso nei singoli e nel collettivo fatto di consapevolezza e maturità. Da quella partita abbiamo acquisito quella mentalità giusta. E’ stata una brutta batosta ma ci ha insegnato molto, a me in primis. Ci ha permesso di andare a lavorare su concetti dando solidità alla squadra. In tutta la stagione abbiamo avuto momenti positivi e difficoltà ma nelle difficoltà si cresce“.

Giovedì il presidente ha preso le tue difese.

Il presidente è un riferimento, un top player per questa società. C’è grande stima nei suoi confronti, nel calcio e non solo se ne trovano sempre meno persone di questo spessore. Credo abbia detto la verità. E’ una cosa che mi ha fatto piacere perché rispecchia la mia persona e le qualità umane. Ho un ottimo rapporto con il presidente, dal primo giorno che sono arrivato qua al Pio mi è sempre stato vicino, mi ha aiutato e consigliato. C’è un rapporto reciproco di grande stima”.

gilardino

Ti aspetti una Fiorentina “distratta” dal doppio impegno in coppa oppure no?

La Fiorentina ha dato dimostrazione di avere delle fondamenta veramente solide. Rispecchiano l’allenatore e la realtà. Basti pensare che l’anno scorso ha giocato due finali, quest’anno è di nuovo in semifinale di Coppa Italia e ai quarti di Conference. Ha grandissimi giocatori di qualità e nel palleggio, mi aspetto la Fiorentina che tutti conoscono. Andare a Firenze non è semplice. Noi stiamo vivendo un buon momento, stiamo bene e abbiamo la voglia e il desiderio di fare una partita importante con coraggio”.

Le scelte di formazione domani saranno dettate dal modo di difendere dei viola? E poi ti chiedo sulle condizioni degli infortunati, Vitinha in primis.

“Per quanto riguarda gli infortunati, Malinovskyi, Vitinha e Matturro sono ancora ai box. Gli altri stanno tutti bene. Le valutazioni si fanno per le caratteristiche dei miei giocatori e degli avversari. Su Retegui ci saranno da fare valutazioni anche perché dopo quattro giorni rigiocheremo. C’è la volontà di rendere partecipi tutti. Tutti devono essere dentro il progetto e tutti devono essere mentalmente approcciati a giocare dal primo minuto. Sia domani che venerdì ci potrebbero essere delle sorprese“.

Vitinha

Vitinha si trasferisce al Genoa

Gilardino ha visto una squadra sul pezzo?

Non ci possiamo permettere di avere questo tipo di sentimento. Il nostro deve essere quello di avere fame e rabbia ogni volta che scendiamo in campo per portare a casa punti necessari a finire il campionato nel migliore dei modi. Sono convinto che chi giocherà avrà questo tipo di atteggiamento. Ci vuole grandissima mentalità, attitudine, gran lavoro mentale, fisico, tecnico e tattico che abbiamo dimostrato di avere”.

Un pensiero alla parte sinistra della classifica?

Penso ad una gara alla volta. Il mio input, la mia idea è di pensare settimana dopo settimana, gara dopo gara e la nostra volontà è di pensare a finire al meglio campionato perché i ragazzi se lo meritano”.

A Verona avevi poca scelta in attacco e la sfida l’hanno decisa le due punte. Col rientro di Retegui adesso hai più scelta.

Scelte in più ne avremo. Ekuban ha fatto molto bene, è entrato in modo molto deciso durante la partita. Oltre al gol si è sacrificato. Con Retegui, Gudmundsson, ma anche Junior Messias e Ankeye c’è scelta sia nei moduli tattici che nei singoli”.

Genoa, Gudmundsson

Albert Gudmundsson player of Genoa, during the match of the Italian Serie A league between Napoli vs Genoa final result, Napoli 3, Genoa 0, match played at the Diego Armando Maradona stadium.

Per Gilardino possono giocare insieme Retegui ed Ekuban?

“L’idea è avere giocatori con caratteristiche diverse che possono essere in simbiosi all’interno del gruppo squadra. Gli equilibri sono importanti ma la volontà, l’idea da qui alla fine è cambiare e vedere giocatori che hanno giocato meno e valutarli fino alla fine”.

In chiave Nazionale si parla molto di Scamacca. Cos’hai detto a Retegui?

“Se parlo, parlo di Genoa. Parlo della nostra squadra e degli aspetti che devo mantenere all’interno del gruppo. Sa anche lui che questo finale è determinante per un posto con la Nazionale ma lo vedo molto deciso. C’è da capire, visto che ha avuto questo problema alla caviglia, il minutaggio delle prossime partite”.

Genoa, Retegui

Retegui.

 

Continua a leggere

Serie A

Hellas Verona, da Bergamo a Bergamo: salvezza come scudetto

Pubblicato

il

Hellas Verona

L’Hellas Verona torna a Bergamo nel ricordo di quella giornata storica del maggio 1985. Questa volta la salvezza è l’obiettivo e vale come scudetto.

Hellas Verona, con l’Atalanta per il colpaccio

27 punti in 31 partite, bottino magro ma è ancora tutto aperto. I bergamaschi hanno riacceso le speranze del Cagliari che è riuscito ad allungare nuovamente sulle inseguitrici. La vittoria di Liverpool ha leggermente allentato la tensione in vista del ritorno al Gewiss, ma come detto dallo stesso Gasperini, l’obiettivo rimane la semifinale di Europa League.

La possibilità concreta che i nerazzurri rimangano fuori dalle prime 5 nonostante aver permesso alla Serie A di portare altrettante squadre in Champions spaventa i tifosi. La vittoria della competizione europea garantirebbe il posto tra le grandi e le 4 eventuali partite rimaste possono regalare la coppa.

Van Dijk

Motivo per cui la gara interna con l’Hellas Verona potrebbe rappresentare il crocevia per il finale di stagione. Infatti, in caso di stop con gli scaligeri il divario con la Roma potrebbe aumentare, nonostante gli orobici abbiano ancora una partita da recuperare contro la Fiorentina.

Dal canto suo, il Verona ha fame e viene dalla dolorosa sconfitta interna contro il Genoa. Il vantaggio sulla terzultima rimane risicato mentre le partite diminuiscono. Senza fattori che condizionano le partite, quali infortuni e squalificheBaroni può contare sull’organico completo e gestire le energie per rendere sempre al massimo fisicamente.

Hellas Verona

Le ultime prestazioni contro le dirette concorrenti sono state molto positive: 3 punti con il Sassuolo, 3 punti con il Lecce e 1 punto con il Cagliari.

Tuttavia, la sfortuna nei match contro squadre nettamente superiori si somma a vittorie inaspettate delle altre pretendenti alla salvezza. Da qui il quartultimo posto. L’ottimo momento di Bonazzoli potrebbe risultare decisivo in questo finale senza però rinunciare a ruotare il più possibile il reparto offensivo.

I gol non mancano ma la difesa concede troppo e valuta in modo errato alcune situazioni chiave della partita. L’allenatore gialloblù ha sottolineato questo aspetto durante la conferenza stampa in vista della trasferta bergamasca. Il calendario non è proibitivo e la salvezza è tutt’ora possibile, i punti devono arrivare indipendentemente dall’avversario.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Fiorentina, belotti Fiorentina, belotti
Serie A8 minuti fa

Fiorentina, Belotti generoso ma con un triste record

Visualizzazioni: 20 Fiorentina, Belotti arrivato a fine gennaio dalla Roma non è riuscito ad invertire la tendenza della poca prolificità...

Genoa, Gilardino Genoa, Gilardino
Serie A29 minuti fa

Genoa, Gilardino: “Penso a una gara alla volta, abbiamo fame e rabbia. Mi aspetto la Fiorentina di sempre. Su Retegui…”

Visualizzazioni: 8 Alberto Gilardino ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Fiorentina-Genoa. L’allenatore ha fatto il punto sugli infortunati...

Hellas Verona Hellas Verona
Serie A49 minuti fa

Hellas Verona, da Bergamo a Bergamo: salvezza come scudetto

Visualizzazioni: 18 L’Hellas Verona torna a Bergamo nel ricordo di quella giornata storica del maggio 1985. Questa volta la salvezza...

Notizie1 ora fa

Sassuolo – Milan, le formazioni ufficiali

Visualizzazioni: 336 Sassuolo-Milan, laddove due anni fa i rossoneri conquistarono lo scudetto, c’è la grande chance di ipotecare il secondo...

Roma, Huijsen Roma, Huijsen
Serie A1 ora fa

Roma: oggi il compleanno di Huijsen. I tifosi gli chiedono di…

Visualizzazioni: 323 Tramite i social la società giallorossa augura un buon compleanno al difensore, ed i tifosi della Roma gli...

Juventus Juventus
Serie A1 ora fa

Juventus, Szczesny si opera al naso: quando rientra

Visualizzazioni: 27 Il portiere della Juventus ha subito un brutto colpo durante il derby col Torino e si è dovuto...

Serie B2 ore fa

Sampdoria, si ferma la rincorsa blucerchiata: Marassi cade di nuovo

Visualizzazioni: 197 Sampdoria, a Marassi i blucerchiati tornano a conoscere il significato della parola sconfitta. Uno stop che, tuttavia, tiene...

Juventus Juventus
Calcio Femminile2 ore fa

Juventus Women: Arianna Caruso rinnova!

Visualizzazioni: 178 Ennesimo rinnovo contrattuale in casa bianconera: Arianna Caruso rinnova il suo contratto con le Juventus Women fino al...

Piermario Morosini Piermario Morosini
Notizie2 ore fa

Piermario Morosini: 12 anni dal tragico fatto

Visualizzazioni: 222 Dodici anni fa, il 14 aprile 2012, ci lasciava Piermario Morosini, stroncato da un attacco cardiaco che lo...

Inter, Lautaro Martinez Inter, Lautaro Martinez
Serie A3 ore fa

Inter, Lautaro: la priorità è il rinnovo. La situazione

Visualizzazioni: 266 Ora all’Inter si pensa al rinnovo di uno dei talenti più splendenti del club nerazzurro: Lautaro Martinez. Ecco...

Le Squadre

le più cliccate