I nostri Social

Serie A

Parma perde a Bergamo: pagelle e cronaca del match

Pubblicato

il

Si è appena conclusa la gara che ha visto affrontarsi l’Atalanta e il Parma. Sconfitta pesante e prova veramente deludente quella dei crociati di mister D’Aversa. In queste due settimane ci sono stati diversi passi indietro rispetto l’inizio scoppiettante che aveva scaldato gli animi dei tifosi.

La partita

Pronti e via ed è subito l’Atalanta ad avere il pallino del gioco. Possesso palla totalmente a favore dei Bergamaschi che hanno dominato sotto tutti gli aspetti: la difesa a tre di Gasperini ha totalmente annullato i tentativi di ripartenza di Ceravolo e Gervinho.

Giornata no (come del resto per tutta la squadra, ma per l’Ivoriano particolarmente) per quest’ultimo che, oltre ad essere perfettamente limitato dai difensori Atalantini, ha sbagliato diversi stop e passaggi. Forse non ancora al top a causa dell’infortunio, magari a causa del terreno pesante per via dell’incessante pioggia, quella di oggi è stata sicuramente la peggior prova della freccia. Giornata quindi da dimenticare velocemente per D’Aversa e i suoi ragazzi che domenica prossima avranno un banco di prova fondamentale: sarà sfida salvezza al Tardini contro il Frosinone.

Le pagelle dei crociati

Sepe 6: diverse parate che tengono a galla il Parma. Sui tre gol non ha colpe. Forse sull’autogol di Gagliolo é mancata la comunicazione, ma il portiere crociato aveva effettuato una buona parata. Sbaglia qualche rinvio, ma come scusante ci può essere il terreno bagnato.

Gobbi 5,5: non si vede in fase offensiva, in quella difensiva regge abbastanza bene il confronto con Hateboer.

Gagliolo 4,5: partita da incubo per il centrale del Parma che fino ad oggi aveva fatto tanto bene. Causa l’autorete e soffre maledettamente la velocità di Barrow e la tecnica di Ilicic.

Bruno Alves 5,5: giornata difficile anche per l’ex campione d’Europa Portoghese: la velocità di Gomez e Barrow lo manda un po’ in difficoltà. Bene invece a sventare i pericoli aerei.

Iacoponi 5: spinge poco e soffre le discese di Gosens. È assente anche in fase di marcatura e si fa spesso e volentieri superare in velocità.

Stulac 5: oggi non illumina per niente il faro del Parma. Non si vede quasi mai e quelle poche volte sbaglia le verticalizzazioni. Non aiuta nemmeno in fase difensiva, dove si fa più volte superare dagli inserimenti di Ilicic.

Dal 81′ Scozzarella s/v

Rigoni 5: anche per lui é una giornata complicata. A centrocampo l’Atalanta stravince i duelli e lui si ritrova nel bel mezzo degli attacchi dei nerazzurri. Sbaglia tanti passaggi e non regge il confronto con gli avversari.

Barillà 5: sembra strano ma anche Antonino oggi ha faticato. Tanti… tantissimi errori in fase di costruzione. Gioca tutta la partita con la paura del secondo giallo e questo lo condiziona.

Dal 75′ Ciciretti 5,5: entra per soli 15 minuti e, in mezzo a diverse palle perse, ha qualche buono spunto. Ciò non basta per illuminare un Parma spento e rassegnato.

Gervinho 4,5: abbiamo già parlato della terribile prova dell’Ivoriano: viene annullato dai difensori nerazzurri e la sua é una prestazione stracolma di errori e palle perse a metà campo.

Ceravolo 5: anche per lui il muro nerazzurro è fatale. Viene letteralmente ingabbiato dai tre centrali e non ha mai spunti. Solo tanti fuorigioco ed errori per la belva.

Siligardi 6,5: senza dubbio il migliore dei suoi. È l’unico che cerca di illuminare un po’ il gioco e a creare occasioni. Effettua ottimi cross e combatte contro i centrocampisti Atalantini, contro i quali vince diversi duelli fisici. Viene poi inspiegabilmente sostituito al 68′.

Dal 68′ Di Gaudio 5: entra per dare una marcia in più ma non so vede quasi mai. Sbaglia una conclusione semplice che va tra le braccia di Berisha.

Serie A

Monza, Nesta: “Così sono diventato allenatore del Monza. Su Forson…”

Pubblicato

il

monza

Le dichiarazione, ai microfoni de La Gazzetta Dello Sport, dal nuovo allenatore del Monza Alessandro Nesta e relative a diverse tematiche del club brianzolo.

Nelle giornata odierna l’allenatore del Monza, Alessandro Nesta, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de La Gazzetta Dello Sport, facendo il punto su diverse tematiche.

Monza, le parole di Nesta

Monza, Nesta

Di seguito le dichiarazioni dell’allenatore del Monza Alessandro Nesta, rilasciate ai microfoni de La Gazzetta Dello Sport e relative a diversi temi legati al club lombardo:

Tra le altre cose, ha parlato della trattativa che l’ha portato a Monza per il dopo Palladino:

“Girava la voce, ma non ci credevo… Quando mi ha chiamato Galliani ho pensato ‘Mi sa che è vero allora…’. Mi ha detto ‘Tu sei l’allenatore del Monza‘. Sono una persona equilibrata. Lo ero da calciatore e lo sono adesso. Quando giocavo volevo arrivare pronto allo step successivo.

E così anche da allenatore. La B mi è stata utile. In questi anni mi sono preparato e quel giorno è arrivato. Se non sei pronto, torni indietro”.

Poi in un altro passaggio il nuovo allenatore della società brianzola ha aggiunto:

“Tornare a lavorare con Galliani è un piacere, come lo è sempre stato. Qui al Monza la sua mano si percepisce ovunque. E non manca nulla, le strutture sono eccezionali, in pieno stile Berlusconi.

Il mio Monza deve avere l’elasticità mentale di cambiare in base al momento e bisogna mettere i giocatori nelle condizioni ideali”.

Infine una battuta su Forson, classe 2004 arrivato dal Manchester United:

“Un ragazzo di talento, molto timido, ma con potenziale. Piano piano si scioglierà, mancino che gioca a destra, un’ala-trequartista”.

Continua a leggere

Calciomercato

Fiorentina, si lavora al rinnovo per un difensore

Pubblicato

il

Fiorentina, il direttore sportivo Daniele Pradè

La Fiorentina sta per dire addio ad uno degli elementi di maggior valore della propria rosa, ma si lavoro al rinnovo di Ranieri.

Milenkovic sta per volare verso la Premier, ad attenderlo che un club glorioso come il Nottingham Forest, anche se caduto nell’oblio degli ultimi anni.

Il centrale serbo classe 1997 lascerà Firenze dopo 7 anni e tante presenze, che lo hanno reso quarto straniero in assoluto per presenze in maglia viola dopo i mitici Hamrin, Batistuta e Rui Costa.

Napoli

Luca Ranieri e Daniele Pradè, ds Fiorentina

La Fiorentina con questo addio dopo aver rinnovato subito dopo la fine del campionato il contratto di Martinez Quarta, accelera per il rinnovo di Luca Ranieri, il difensore cresciuto nelle giovanili viola.

Ranieri ha il contratto in scadenza nel giugno 2026 e la società viola è pronta a prolungarlo per 4-5 anni, raddoppiando l’attuale ingaggio portandolo ben oltre il milione di euro.

Continua a leggere

Serie A

Fernando Llorente è sicuro: “Dico Juventus per lo Scudetto”

Pubblicato

il

Llorente

Fernando Llorente si fida della Juventus per lo Scudetto. Intervenuto sull’edizione odierna del Corriere dello Sport, l’ex Juventus spiega come la squadra di Thiago Motta possa ambire al tricolore.

E’ un Fernando Llorente sicuro quello che è intervenuto nell’edizione odierna del Corriere dello Sport. L’ex attaccante di Juventus e Athletic Bilbao ha spiegato come per lui i bianconeri possano ambire al titolo. Llorente ha parlato di molte cose, partendo dal titolo europeo conquistato dalla sua Spagna.

Llorente ha spiegato: “È il riscatto di De La Fuente, criticatissimo, che ha superato il tiki taka. Ma anche di Olmo, di Fabian Ruiz e Rodri, il migliore al mondo. E di Morata: Alvaro è stato meraviglioso. Uno così lo vogliono tutti, sarà un colpo unico per il Milan. Ha sofferto una pesante depressione in Spagna, quando ti toccano i cari è tutto più difficile. Lo massacravano e ha dimostrato di essere il migliore”.

Fernando Llorente è sicuro: “Dico Juventus per lo Scudetto”

L’ex Tottenham parla poi della Juventus dicendo: “La Juventus vincerà lo scudetto, deve ricominciare a stare lassù. O il Napoli che ha solo il campionato, ma metto tra le mie favorite anche Inter e Napoli. Queste quattro possono fare il vuoto. La Juve ha un nuovo progetto, Motta è bravo e mi aspetto altri colpi. Uno fuori dal campo: Giorgio Chiellini, per riportare la mentalità vincente”.

Llorente chiude parlando del secondo periodo di Massimiliano Allegri come allenatore della Juventus, chiusosi con il licenziamento per giusta causa. A riguardo ha detto: “Lui è un vincente nato, non è un caso che quando è andato via la Juve era crollata. Poi è tornato in un momento non facile e ne ha risentito, ma il suo resta un ottimo lavoro”.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Juventus, Cristiano Giuntoli Juventus, Cristiano Giuntoli
Calciomercato3 minuti fa

Juventus: pronto lo “scippo” all’Inter

Visualizzazioni: 9 La Juventus sta cercando di inserirsi nella trattativa tra l’Inter e l’Hellas Verona per Juan Cabal, difensore centrale...

Calciomercato13 minuti fa

Venezia, nel mirino un centrocampista della Juventus

Visualizzazioni: 20 Mentre si avvicina l’addio di Tessmann, il Venezia continua a lavorare per il suo sostituto. Il primo nome...

Calciomercato23 minuti fa

Ufficiale Cagliari: tre colpi dall’Atalanta

Visualizzazioni: 53 Cagliari: tre nuovi rinforzi per Davide Nicola, arrivano tutti dall’Atalanta: Michel Adopo, Nadir Zortea e Roberto Piccoli. Davide...

torino ilic torino ilic
Calciomercato33 minuti fa

Torino, Ilic sempre più Zenit: Vagnati sceglie il sostituto

Visualizzazioni: 40 Il Torino è sempre più vicino a cedere Ivan Ilic allo Zenit San Pietroburgo: Vagnati valuta il sostituto....

Lecce, Corvino Lecce, Corvino
Calciomercato43 minuti fa

Lecce: Corvino fiuta il colpo a centrocampo

Visualizzazioni: 43 Pantaleo Corvino sta considerando l’acquisto di Dennis Praet per rinforzare il centrocampo del Lecce. Il centrocampista belga, che...

juventus juventus
Calciomercato53 minuti fa

Aston Villa, cessione illustre in Arabia: via per 60 milioni

Visualizzazioni: 37 L’Aston Villa ha chiuso un’operazione in uscita verso l’Arabia Saudita. La cessione riguarda uno dei punti fermi della...

Calciomercato1 ora fa

Ufficiale Atalanta: ecco Sulemana!

Visualizzazioni: 42 L’Atalanta ha ufficializzato tramite comunicato ufficiale l’acquisto di Ibrahim Sulemana, centrocampista ghanese del 2003, proveniente dal Cagliari. Sulemana...

Calciomercato1 ora fa

Calciomercato Juventus, a che punto è il colpo Koopmeiners

Visualizzazioni: 66 Oramai ci siamo. L’arrivo di Teun Koopmeiners alla Juventus non è più solo una suggestione, ma serve prima...

romero romero
Calciomercato2 ore fa

Milan, Romero in uscita: ecco dove andrà

Visualizzazioni: 105 L’intenzione del Milan è quella di sfoltire la rosa dopo i diversi rientri dai prestiti e Luka Romero...

Calciomercato2 ore fa

Roma, nuovo infortunio per Abraham: tempi di recupero e risvolti sul mercato

Visualizzazioni: 249 L’ultimo anno solare di Tammy Abraham non è stato, per usare un eufemismo, particolarmente fortunato: il suo calvario...

Le Squadre

le più cliccate