I nostri Social

Serie A

Genoa-Frosinone, le formazioni ufficiali: Retegui sfida Cheddira

Pubblicato

il

Genoa, Retegui

Genoa-Frosinone è una delle partite pomeridiane che arricchiscono il Lunedì di Pasquetta di questa edizione della Serie A.

Di Francesco ha svolazzato troppo vicino al sole. Il Frosinone, come Icaro, ha visto le proprie ali bruciarsi lentamente a causa del calore dei complimenti e ora rischia di schiantarsi rovinosamente al suolo.

E’ il triste destino che accomuna tutti (o quasi) quegli allenatori che non comprendono sino in fondo le leggi non scritte della lotta per la salvezza. Il Frosinone è una squadra che si è contraddistinta per i tanti giovani in campo simultaneamente e per la ricerca di un calcio coraggioso, protagonista nonostante l’evidente gap (non tanto tecnico quanto mentale e in termini di esperienza) con le altre squadre della Serie A.

Complimenti che erano meritati, per quanto fatto nella prima parte di stagione, ma i ciociari sono rimasti la stessa squadra che erano allora anche adesso che sono stati relegati al terzultimo posto della classifica. Cos’è cambiato, quindi? Nulla. Semplicemente un campionato non è una corsa ai 200 metri, ma una sfibrante maratona che premia la resistenza sul lungo periodo e non il recentismo del momento.

E’ virtualmente impossibile salvarsi, specie in un campionato estremamente tattico come quello nostrano, con una simile proposta di gioco. Devi avere un tasso tecnico nettamente superiore a quello delle tue concorrenti (vedi per esempio il Monza) e quindi anche possibilità economiche che nulla hanno a che fare con il calcio di provincia. Come Di Francesco pensasse di salvarsi giocando in quel modo e con una squadra quasi interamente composta da ragazzi all’esordio assoluto da titolari in Serie A rimane un mistero.

Eppure lui, che è pescarese di nascita ma romano d’adozione, dovrebbe conoscere a menadito il vecchio adagio che si recita a chi si fa sedurre dai troppi complimenti. La carriera di Di Francesco sembra essere mestamente ferma a quella semifinale di Champions League conquistata con la Roma nel 2018.

Da quel momento in poi, solo fallimenti. Da quel giorno Di Francesco è divenuto prigioniero del suo integralismo tattico e del suo personaggio. Alla prima occasione utile, ossia a una posizione di metà classifica a fine girone di andata con una neopromossa, ne ha approfittato per levarsi un Everest dalla scarpa e affermare che “a Frosinone ho trovato giocatori disposti a fare il mio calcio“. Come se gli esoneri di Roma, Verona, Cagliari e Genova, fossero da imputare solo alla scarsa capacità dei calciatori di recepire i suoi dettami.

Se Di Francesco retrocederà quest’anno lo farà assieme alle sue idee, a causa delle sue idee, e qualora questo scenario dovesse verificarsi saremmo probabilmente di fronte al tramonto definitivo della sua carriera. Una situazione antipatica rispetto a quella che sta vivendo Alberto Gilardino. Nonostante sia un allenatore emergente, sembra possedere quell’umiltà e quella malizia che il suo ben più esperto collega ha smarrito da tempo. Gilardino rappresenta quasi un unicum per la nouvelle vague degli allenatori.

Crede e pratica un calcio pratico, scusate la ridondanza di termini, e senza fronzoli. Non ricerca una proposta inutilmente barocca e superficiale, ma essenziale e concreta. Gilardino possiede le stigmate del grande allenatore e, se non smarrirà questa dote nel proseguo della sua carriera, potrebbe togliersi quelle soddisfazioni che il suo connazionale non è riuscito a togliersi a causa della sua testardaggine.

Comunque vada a finire, Genoa-Frosinone mette a confronto due modi di fare calcio (a livello tecnico ma anche di gestione societaria) antitetici. Quello del grifone è un modus agendi virtuoso e vincente. Lo stesso non si può dire (al netto delle differenti possibilità economiche) dei ciociari. Anche qualora dovessero conquistare una miracolosa salvezza, come penserebbero di ricostruire una squadra all’altezza della Serie A per la prossima stagione considerando che si sono limitati a prendere in prestito i giovani delle big?

Genoa-Frosinone, le scelte ufficiali dei due tecnici

Di seguito, le formazioni ufficiali di Genoa-Frosinone:

GENOA (3-5-2): Martinez; Vogliacco, Bani, Vasquez; Sabelli, Messias, Badelj, Frendrup, Spence; Gudmundsson, Retegui. Allenatore: Gilardino.

FROSINONE (3-4-2-1): Turati; Lirola, Romagnoli, Okoli; Zortea, Brescianini, Barrenechea, Valeri; Soulé, Reinier; Cheddira. Allenatore: Di Francesco.

Genoa-Frosinone

Serie A

Fiorentina–Genoa : probabili formazioni e dove vederla

Pubblicato

il

Fiorentina-Genoa, match valido per la 32ª giornata di Serie A 2023/24, si giocherà allo stadio Franchi di Firenze lunedì 15 aprile, alle ore 18:30.

Fiorentina-Genoa

Fiorentina vs Genoa

Indice

Qui Fiorentina

In difesa Vincenzo Italiano dovrebbe confermare Kayode dal 1′, lanciando Quarta al posto di Ranieri.

Nuovamente panchina per Arthur, superato nelle gerarchie da Mandragora che insieme a Jack Bonaventura lavoreranno sulla mediana.

Sulla trequarti potrebbe esserci una possibilità per Kouamé, insieme a Nico Gonzalez e a Beltran che torna dalla squalifica.

Qui Genoa

De Winter, Bani e Vasquez dovrebbero formare la difesa a tre davanti Martinez.

Sulle corsie laterali ci saranno Sabelli e Spence, mentre sul cerchio di centrocampo ci saranno Badelj e Frendrup con Messias a completare il reparto.

In attacco ci sarà la coppia formata da Gudmundsson e Retegui.

Probabili formazioni Fiorentina-Genoa

Fiorentina (4-2-3-1): Terracciano; Kayode, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Mandragora, Bonaventura; Nico Gonzalez, Beltran, Kouamé; Belotti

Genoa (3-5-2): Martinez; De Winter, Bani, Vasquez; Sabelli, Messias, Badelj, Frendrup, Spence; Gudmundsson, Retegui

Dove vedere Fiorentina-Genoa

Il march Fiorentina-Genoa sarà trasmesso in diretta su Dazn a partire dalle 18:30 di lunedì 15 aprile 2024.

Continua a leggere

Serie A

Frosinone, Di Francesco: “Non ci possiamo accontentare, dobbiamo avere il desiderio di vincerle”

Pubblicato

il

Frosinone, Eusebio Di Francesco

Il tecnico del Frosinone, Eusebio Di Francesco, ha parlato al termine del pirotecnico pareggio al Maradona contro il Napoli di Calzona.

Eusebio Di Francesco, allenatore del Frosinone, è intervenuto ai microfoni di Sky al termine del 2-2 maturato di questo primo pomeriggio al Maradona contro il Napoli di Calzona.

Punto importantissimo per i ciociari che ora aspettano il risultato dell’Hellas Verona, impegnata lunedì sera a Bergamo.

Napoli - Frosinone

Frosinone, le parole di Di Francesco

Durante la partita bisogna essere lucidi, è una di quelle gare in cui anche una punizione può determinare una vittoria. Non ci possiamo accontentare, queste sono partite che a volte noi le abbiamo perse al 95esimo e dobbiamo anche avere il desiderio di volerle vincere”.

Avete trovato il centravanti…

“Lui ha giocato di più dall’inizio rispetto agli altri, poi in una fase l’ho alternato con Cuni e Kaio Jorge. Ma Cheddira dal punto di vista prestativo e di stare nella gara sai di averlo sempre. Poi se inizia anche a fare gol, buon per lui e buon per noi”.

Avete ritrovato la voglia di giocare e di pressare alto

“Avevamo preparato questa pressione sul portiere, specialmente su Soulè. Avevamo detto di attaccarlo velocemente e ha rischiato di segnare lui, poi è stato bravo Cheddira. La prestazione la squadra l’ha fatta anche in passato, in questo momento ci manca un po’ la vittoria ma tre risultati utili consecutivi danno morale a questa squadra”.

Cosa dirà alla squadra in settimana?

“Non possiamo rilassarci. Siamo lì, veniamo da buone prestazioni ma la strada è ancora lunga. Se siamo ancora lì è anche per i nostri errori, la nostra inesperienza. Siamo venuti qui a giocarcela, ci fossimo messi tutti dietro avremmo sicuramente perso. C’era la sensazione di poter subire gol, ma anche quella di potergli far male e così è andata”.

Continua a leggere

Serie A

Napoli, Calzona: “Gestione sbagliatissima. Avevo avvertito i giocatori…”

Pubblicato

il

Napoli, Calzona

Il tecnico del Napoli, Francesco Calzona, ha parlato al termine dell’amaro pareggio tra le mura amiche contro il Frosinone di Di Francesco.

Francesco Calzona, allenatore del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Sky al termine del lunch match contro il Frosinone di Di Francesco. Passo falso del club partenopeo, che vede allontanarsi sempre di più le speranze di conquista per l’accesso in Champions League per la prossima stagione.

Gli azzurri hanno dovuto dividere la posta in palio con un super Cheddira, autore della doppietta decisiva per il 2-2 finale.

Napoli - Frosinone

Napoli, le parole di Calzona

“Abbiamo avuto una gestione sbagliatissima, da quando eravamo in vantaggio chiedevo di giocare la palla, di non sbagliare e giocare facile. Con questo caldo dovevamo gestirla in un certo modo e non lo abbiamo fatto. Alla squadra l’avevo detto a fine primo tempo che giocando in quel modo non avremmo vinto. Dispiace, non abbiamo mai la sensazione del pericolo, non pensiamo mai in negativo e invece è la prima cosa. Facciamo fatica ad andare sotto-palla, è questo il nostro problema”.

In fase di non possesso non si riesce a trovare una soluzione

“Se non pensiamo in negativo e restiamo sopra la palla è chiaro che la linea difensiva va in sofferenza, dobbiamo avere più cattiveria nella riconquista del pallone. Abbiamo fatto giocare il Frosinone che gioca un bel calcio, ha situazioni preparate. Dobbiamo assolutamente fare di più in fase di non possesso”.

Cosa succede a questi giocatori?

“Io li avevo avvertiti della particolarità della gara, questo è il primo caldo e noi non siamo una squadra giovanissima. Dovevamo gestirla molto meglio rispetto a quanto fatto, dopo l’1-0 abbiamo concesso un rigore con un giocatore che passa in mezzo a due… La cosa che mi fa arrabbiare è che non pensiamo in negativo, non riusciamo a fare un blocco squadra in fase di non possesso”.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Serie A5 minuti fa

Fiorentina–Genoa : probabili formazioni e dove vederla

Visualizzazioni: 191 Fiorentina-Genoa, match valido per la 32ª giornata di Serie A 2023/24, si giocherà allo stadio Franchi di Firenze...

Notizie15 minuti fa

Bologna, ansia Ferguson: salta la Roma?

Visualizzazioni: 106 Nella gara di ieri il centrocampista del Bologna ha dovuto abbandonare il campo per un problema al ginocchio....

Atalanta, Teun Koopmeiners Atalanta, Teun Koopmeiners
Calciomercato25 minuti fa

Atalanta, per Koopmeiners pronta un’offerta dalla Premier

Visualizzazioni: 14 Teun Koopmeiners sarà uno degli uomini mercato della prossima estate. Il centrocampista olandese non è solo corteggiato dalla...

Frosinone, Eusebio Di Francesco Frosinone, Eusebio Di Francesco
Serie A35 minuti fa

Frosinone, Di Francesco: “Non ci possiamo accontentare, dobbiamo avere il desiderio di vincerle”

Visualizzazioni: 209 Il tecnico del Frosinone, Eusebio Di Francesco, ha parlato al termine del pirotecnico pareggio al Maradona contro il...

Napoli, Calzona Napoli, Calzona
Serie A45 minuti fa

Napoli, Calzona: “Gestione sbagliatissima. Avevo avvertito i giocatori…”

Visualizzazioni: 200 Il tecnico del Napoli, Francesco Calzona, ha parlato al termine dell’amaro pareggio tra le mura amiche contro il...

Milan Milan
Serie A1 ora fa

Milan, Pioli: “La Roma? Non dobbiamo…”

Visualizzazioni: 327 Prima della gara contro il Sassuolo il tecnico del Milan ha parlato della sfida contro gli emiliani e...

Napoli - Frosinone Napoli - Frosinone
Serie A1 ora fa

Napoli – Frosinone 2-2: pranzo indigesto per Calzona, un super Cheddira ferma gli azzurri!

Visualizzazioni: 225 Napoli – Frosinone: lunch match indigesto per gli azzurri di Calzona che si vedono costretti a dividere la...

milito milito
Serie A1 ora fa

Inter, Milito: “Per l’Inter ho dato tutto e ho vissuto momenti indimenticabili. Grande affetto per Lautaro”

Visualizzazioni: 28 Parole al miele quelle di Diego Milito, l’attaccante argentino ha parlato della stagione dell’Inter e della sua esperienza...

Fiorentina, belotti Fiorentina, belotti
Serie A2 ore fa

Fiorentina, Belotti generoso ma con un triste record

Visualizzazioni: 250 Fiorentina, Belotti arrivato a fine gennaio dalla Roma non è riuscito ad invertire la tendenza della poca prolificità...

Genoa, Gilardino Genoa, Gilardino
Serie A2 ore fa

Genoa, Gilardino: “Penso a una gara alla volta, abbiamo fame e rabbia. Mi aspetto la Fiorentina di sempre. Su Retegui…”

Visualizzazioni: 29 Alberto Gilardino ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Fiorentina-Genoa. L’allenatore ha fatto il punto sugli infortunati...

Le Squadre

le più cliccate