Home » Europei » ESCLUSIVA – Luca Pesante: “Mourinho in parabola discendente. Italia? Potrà vincere Mondiali”
EuropeiLe intervisteNotizieSerie A

ESCLUSIVA – Luca Pesante: “Mourinho in parabola discendente. Italia? Potrà vincere Mondiali”

La Nazionale Azzurra, le difficoltà dei club italiani nelle coppe europee, un commento sui prossimi Mondiali e sul percorso di allenatori di livello internazionale come Deschamps e Mourinho. Sono queste alcune delle tematiche affrontate ieri sera con Luca Pesante, giornalista di Mediaset e uno dei massimi esperti di Esteri, intercettato in occasione del Premio Giornalismo Nazionale Simona Cigana in Friuli Venezia Giulia.

FACE TO FACE CON LUCA PESANTE

Ciao Luca, ti aspettavi a Euro 2020 questa grande Italia? O meglio ancora, potremo vincere i prossimi mondiali?Un europeo meritato per la Nazionale di Mancini, un europeo sorprendente. Un’Italia diversa che finalmente ha abbondonato il catenaccio e il gioco conservativo, riuscendo a diventare propositiva e aggressiva. Lo ha dimostrato e se lo è sentita dire un po’ da tutti tranne che dagli inglesi: mai come questa volta gli inglesi veramente hanno dimostrato di aver perso per strada, da qualche parte, il loro senso di rispetto dell’avversario. Abbiamo visto tutti cosa è successo nella finale…”

Il calcio italiano, almeno a livello di club e di qualità dei singoli calciatori, riuscirà a colmare il gap col calcio inglese ad esempio?

LEGGI ANCHE:  Juventus-Atalanta 0-1, Zapata colpisce la Signora e la Dea vola: le pagelle nerazzurre

“Diciamo che sta succedendo qualcosa che si capovolge. Il calcio inglese è il calcio milionario, il calcio più ricco con giocatori più forti anche a livello di singoli che però non si ritrova storicamente nella nazionale, non riesce ad essere competitivo per così dire nelle grandi competizioni. L’Italia è l’esatto opposto in questo momento storico. Nello specifico le squadre italiane non riescono a penetrare perché non hanno le rose che hanno gli altri; nel contempo, però, lo spirito torna in queste competizioni, in queste manifestazioni che tornano ad essere democratiche e dove anima, spirito e tradizione calcistica riescono ad avere la meglio su tutto”

Da grande esperto di Esteri Mediaset, qual è il tuo giudizio sul calcio tedesco?

Mi sento di dire che non è spettacolare. In questo momento il calcio tedesco deve trovare la quadra anche se in realtà la nazionale è andata complessivamente bene negli ultimi tempi vincendo il Mondiale. In questo momento la Germania sembra essere in fase di galleggiamento

LEGGI ANCHE:  Milan: Elliott fissa il budget

L’Italia potrà vincere il prossimo Mondiale in Qatar?

“Ci siamo. Non siamo in prima linea ma ci siamo. C’è comunque un rischio di rimanere delusi perché dopo Euro 2020 ci aspettiamo tantissimo dagli azzurri. Attenzione a Francia, Brasile, Argentina e Spagna. Anche se le sudamericane probabilmente hanno un punto meno del solito..”

La Francia a Euro 2020… Tutta colpa di Deschamps?

“La Francia si è fondata troppo sulle individualità, si vedeva che non c’era un gruppo coeso. C’era tensione tra reparti, non hanno dialogato tra loro. Deschamps a mio avviso ha le sue colpe, è uno dei colpevoli, non ha saputo mantenere viva la tensione positiva dello scorso Mondiale. Si è spezzata quella fiaba”.

A proposito di allenatori, vedi bene Mourinho a Roma o avrà difficoltà in una grande piazza?

“Mourinho forse oggi è più influencer che allenatore (ride, ndr). Va detto che al momento sta dimostrando di vivere una parabola discendente. Potrà faticare alla Roma ma allo stesso tempo, in una versione più ottimistica, potrà anche fare bene”.

LEGGI ANCHE:  Il punto sulla Serie C

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address
Daniele Bartocci
Giornalista marchigiano classe 1989, in oltre 17 anni di giornalismo si occupa di argomenti quali cronaca e sport. Laureato in Economia e Commercio (110 e lode), ha lavorato come telecronista, radiocronista e inviato, rivestendo l’incarico di responsabile ufficio stampa (Jesina Calcio) e collaborando con magazine, settimanali, quotidiani cartacei (Corriere Adriatico) e online. Eletto Professionista dell’anno 2021 Giornalismo Sport & Food a novembre 2021 presso Hotel Principe Savoia Milano, in occasione del prestigioso premio Le Fonti Awards. Ha partecipato negli anni a eventi sportivi come Gran Galà Calcio Serie A Milano, Gran Galà Calcio Serie B, Sport Digital Marketing Festival e Olimpiadi del Cuore di Forte dei Marmi. Nel suo cv un Master Sport – Digital Marketing & Communication del Sole 24 Ore. A marzo 2022 è stato eletto Professionista dell’Anno Comunicazione e Giornalismo Settoriale a Piazza Affari – Borsa Italiana Milano in occasione di Innovation&Leadership Awards. Risulta tra i vincitori del premio ‘Overtime Web Festival 2018’ (miglior articolo sport individuali), si conferma nel 2019 e ottiene il premio giornalistico nazionale Mimmo Ferrara 2019 (menzione speciale all’Odg - Napoli). E’ tra i vincitori del concorso letterario Racconti Sportivi 2019 (Centro Sportivo Italiano – Historica) la cui cerimonia di premiazione si è svolta in occasione della settimana del Salone del Libro di Torino 2019 e al Teatro Arena di Bologna. Si ripete nell’edizione 2020 di Racconti Sportivi. È stato premiato a Maggio 2019 come miglior giornalista under 30 ‘Premio Renato Cesarini 2019’. Nominato tra i migliori 30 millennials d’Italia 2019, vincitore del prestigioso Myllennium Award all’Accademia di Francia a Roma in ambito comunicazione sportiva. A settembre 2019 riceve la menzione d’onore al Premio Letterario Città di Ascoli Piceno. Ha all’attivo interventi e docenze in giornalismo e comunicazione in università e master (Roma, Bologna, Ancona, Macerata). A luglio 2020 viene premiato dal Ministro Sport Vincenzo Spadafora al Myllennium Award 2020 (Accademia di Francia – Villa Medici), alla presenza del Presidente Coni Giovanni Malagò, e ottiene il premio speciale di migliore giornalista giovane al Premio Cesarini ad agosto 2020. A Torino vince sempre nel 2020 il Premio Giovanni Arpino - Inedito dedicato alla letteratura sportiva. Vincitore del titolo di miglior blogger sportivo 2020 (Blog dell’Anno 2020) e del premio di giornalismo sportivo Simona Cigana 2020 (Friuli Venezia Giulia). Vince il Premio Giornalismo Internazionale Campania Terra Felix 2021 (sezione web), anche la menzione speciale al Premio Internazionale Città di Sarzana e al Premio Santucce Storm Festival sempre in ambito storytelling sportivo. Premiato al festival Nazionale del Giornalismo e Racconto Sportivo 2020 e al premio giornalismo internazionale Campania Terra Felix. Autore del libro Happy Hour da fuoriclasse al Bartocci. E’ giornalista Giudice del programma King of Pizza 2022 (Sky Canale Italia). Il suo blog principale è www.danielebartocci.com Ha vinto anche il Premio Pizza d'oro 2022 (giornalismo - evento World Masterchef Milano Marittima)

    Potrebbe piacerti anche

    Di più in:Europei