Oggi per parlare della Fiorentina abbiamo contattato in esclusiva per Calciostyle Ubaldo Scanagatta, firma storica del giornalismo sportivo italiano, direttore ed editore di Ubitennis.com, sito con oltre cinque milioni di utenti unici. A Scanagatta, che ringraziamo per la gentile disponibilità, abbiamo chiesto qualche valutazione sul mondo viola di cui è sempre un attento osservatore.

Perché secondo lei nonostante l’entusiamo e gli investimenti portati da Commisso la Fiorentina continua ad avere questi problemi di classifica?

La Fiorentina continua ad avere questi problemi perché Commisso ha investito sulle strutture, ma non altrettanto sul parco giocatori. La cosa è anche comprensibile: la pandemia Covid ha svuotato gli incassi, creato problemi economici a tutto il sistema in generale. Spero solo non si disamori di Firenze, della Fiorentina, anche a causa della burocrazia.

Come valuta il mercato viola: vanno bene Kokorin e Malcuit o si sarebbe aspettato qualcosa di diverso?

Kokorin è una scommessa pesante, non mi convince molto. Il russo è un giocatore che deve abituarsi ad un campionato che non conosce, tutti dicono abbia un grande talento, ma tra le varie vicissitudini passate, vista anche l’età non più giovanissima, un contratto da tre anni non glielo avrei fatto. Malcuit è un giocatore discreto, anche se nel Napoli era comunque una riserva. Sul mercato mi sarei aspettato qualcosa di diverso, ma vista anche la situazione economica ci sta che sia andata così. Poi Prandelli era stato chiaro: bisognava sfoltire la rosa, 28-29 giocatori non era possibile allenarli.

Prandelli: come valuta il ritorno? Per il futuro si aspetta che possa rimanere in società?

Ho una buona considerazione di Cesare come uomo, come allenatore si è dovuto adeguare al parco giocatori. Ricordando la citazione di Paulo Sousa “Si fa la frittata con le uova che si hanno…” Per il futuro, immagino che cambieranno il direttore sportivo: la mia speranza è che vi sia sintonia tra il ds e il tecnico, che dovrà essere scelto, devono essere acquistati giocatori con le caratteristiche richieste. Non deve essere fatto l’errore di arrivare a giugno senza aver deciso nulla.

Lo stadio: per lei si farà? Verrà ristrutturato veramente il Franchi? O resterà tutto una chimera?

Sono favorevole alla ristrutturazione del Franchi, anche se mi pare impossibile che tutto cioò possa avvenire a spese esclusive del Comune, soprattutto se la Fiorentina dovesse decidere di andare altrove, a Campi. Che senso avrebbe ristrutturare lo stadio se poi la Proprietà della Fiorentina decidesse di andare altrove. Ho la sensazione che per l’ennesima volta a Firenze qualsiasi decisione sarà spostata all’infinito…