Il Sole 24 Ore rivela che Sky starebbe valutando di fare ricorso in seguito all’assegnazione a Dazn dei pacchetti 1 e 3 dei diritti audiovisivi per il campionato di Serie A, triennio 2021/24.

La motivazione del ricorso, rivela il quotidiano economico sul proprio sito, sarebbe legata a quanto è emerso nell’assemblea della Lega Serie A di martedì 23 marzo, dove il consulente tecnico nominato da Via Rosellini per valutare i rischi e le difficoltà di connessione su internet si è riferito continuamente, anche per iscritto, all’offerta Dazn come la “proposta Dazn-Tim”.

Questo dettaglio renderebbe chiaro che, anche per la Lega, l’offerta è oramai un’offerta congiunta Tim-Dazn e quindi diversa da quella che era stata presentata in sede di partecipazione al bando e comunque condizionata al supporto tecnologico e finanziario di Tim.

Sono elementi che darebbero appigli importanti per un ricorso in grado di contestare l’aggiudicazione dei diritti voluta dalla Lega. Uno scenario temuto dalle squadre in quanto questi strascichi legali impedirebbero loro di ottenere subito le anticipazioni bancarie sulle future fatture dei diritti del Campionato.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Diritti tv: svolta epocale, il calcio va a DAZN