Uno Stefano Pioli visibilmente soddisfatto dopo la vittoria contro il Parma risponde alle domande dei tifosi andando a toccare gli inevitabili temi di mercato, stretta attualità in mano a Paolo Maldini. Pioli fa alcuni nomi importanti per il futuro prossimo del club.

Calciomercato Milan, i rossoneri tornano a casa coi tre punti in tasca frutto della vittoria allo stadio Tardini contro un Parma che nonostante il forte divario in classifica ha saputo vendere molto cara la propria pelle. Un 3-1 che fa morale in vista della volata finale che mai come quest’anno potrebbe finalmente consegnare la tanto agognata qualificazione alla Champions, vero obiettivo dei rossoneri di questa travagliata stagione.

Il tecnico Stefano Pioli davanti ai microfoni di Sky Sport ha innanzitutto voluto parlare della partita esprimendosi in questa maniera:” Contro la Sampdoria non era stato il vero Milan e lo sapevamo, ci siamo incasinati la partita, ma oggi serviva vincere. Meglio fuori che in casa? I numeri sono lì da vedere, ma non essendoci i tifosi le partite sono simili. Conta la media punti per tornare in Champions League, dobbiamo superare Juventus, Atalanta, Napoli, Lazio e Roma, l’obiettivo è quello, pensiamo solo alla prossima gara”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Parma-Milan 1-3, Leao entra e la chiude: le pagelle dei rossoneri 

Sul mercato e sull’espulsione di Ibra

Impossibile non parlare di mercato ed in particolare modo dei rinnovi di alcuni giocatori che starebbero tenendo impegnate molte ore della giornata di Paolo Maldini, su Tomori, ad esempio, Pioli non ha usato mezze parole:” La volontà mia e dell’area tecnica è chiara, ci sta dando soddisfazioni per come si è inserito e per le caratteristiche che ha. La nostra volontà è quella di confermarlo, poi ci sono i termini economici. Tecnicamente non si discute, ora ed in futuro”.

Per quanto riguarda invece l’espulsione di Ibra, Pioli ha parlato col giocatore, ecco cosa si sono detti:” Appena parlo con Zlatan lui mi dice che ha discusso con Maresca, ma non gli ha mancato di rispetto e non lo ha offeso. A me zebra ha detto che gli ha riferito come ultima frase ‘Allora non ti interessa quello che dico io’ e poi è stato espulso.

Sul futuro di Donnarumma:” Che consiglio gli darei da papà? Gigio è più giovane dei miei figli, sono già nonno. Gli consiglierei di rimanere al Milan, è un top club in tutto e per tutto. Stiamo costruendo qualcosa, sono dei combattenti non ancora vincenti. Gli consiglio di rimanere con noi.”