La Roma guarda a questo 2021 con un occhio fortemente critico, e l’altro completamente chiuso, con dei numeri che destano enormi preoccupazioni.

Destano enormi dubbi i numeri che caratterizzano il percorso della Roma, in questo 2021. L’obiettivo quarto posto è un miraggio per incorreggibili ottimisti, vista la qualità sempre crescente degli avversari, quali Atalanta e Milan. Discorso che non varia per quanto invece concerne la squadra partenopea, che con la vittoria di oggi, mette a segno un netto +5 ai danni proprio dei capitolini, che annaspano contro un modesto Sassuolo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Calciomercato Roma, dall’Argentina ci provano: la risposta del giocatore

Roma, che disastro nel 2021: difesa flebile e attacco spento, ecco i numeri

Calciomercato Milan Dzeko

Se è vero che il bottino del 2021 della Roma è piuttosto magro, è vero anche che la difesa e l’attacco stanno contribuendo a rendere il cammino ancora più complesso. Dzeko sembra un lontano ricordo, nonostante le tensioni con Fonseca siano legate ad un passato che è destinato a rimanere tale. Mayoral dimostra di essere un ottimo sostituto, ma non un ottimo titolare. Discorso non troppo diverso per Pedro o il faraone, che ha l’attenuante di aver riabbracciato solo adesso il calcio nostrano. Un discorso che si allarga anche a Ibanez, che mostra spesso lacune dettate dalla gioventù, come quelle che vedono come protagonista anche Kumbulla. Cristante ricopre da settimane un ruolo che non sembra competergli. L’unico a sbancare il lunario è Mancini, che dimostra una volta di più di essere il futuro. 22 gol segnati da inizio anno, e 21 subiti, con addirittura 12 squadra con numeri superiori. Discorso estremamente simile anche per la media punti, che vede i giallorossi collezionare 1.61 punti a giornata, e anche questa statistica fa riferimento ad inizio anno. Un cambio di marcia, dunque, appare necessario.