Home » Notizie » IFAB: via alle espulsioni a tempo
Notizie

IFAB: via alle espulsioni a tempo

L’IFAB, l’organismo che determina le regole del calcio apre alla sperimentazione delle espulsioni a tempo. Ma come funzionano?

IFAB

The International Football Association Board

Importanti novità in vista dal business meeting annuale dell’IFAB, ovvero l’organismo che stabilisce le regole del calcio.

Arrivato, infatti, il tanto atteso via libera alle espulsioni a tempo per alcuni episodi di cui ha recentemente parlato anche il presidente della Lega Serie A, Casini.

Andiamo ad approfondire.

Come funzionano le espulsioni a tempo?

Mark Bullingham, direttore dell’IFAB, ha spiegato:

IFAB

Mark Bullingham. Direttore dell’IFAB

“È chiaramente necessario sviluppare un protocollo. L’area che stavamo esaminando è quella delle protesteAbbiamo parlato anche di altri ambiti, in particolare dei falli tattici. 

Penso alla frustrazione dei tifosi quando guardano un contropiede che viene fermato così. Verrà estratto un cartellino arancione e si resterà 10 minuti fuori dal campo”.

Le altre proposte

Non solo espulsioni a tempo al centro dell’incontro: si è parlato anche della proposta di sperimentare un sistema che consenta al solo capitano della squadra di avvicinarsi all’arbitro in alcune situazioni di gioco importanti.

LEGGI ANCHE:  Infortunio Immobile: le ultime sulle condizioni

Così facendo, ci sarà un’applicazione più rigorosa del regolamento verso giocatori e allenatori che dimostrano una condotta irrispettosa agli arbitri.

Calcio e Tecnologia insieme

Infine è stato confermato l’esito positivo delle sperimentazioni delle ‘body cam‘ per gli arbitri e si è convenuto sulla necessità di migliorare i sistemi di controllo sul fuorigioco.

Inoltre l’arbitro dovrà comunicare la decisione assunta dopo il ricorso al Var.

 

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie