I nostri Social

Esteri

E’ la Juve dei giovani, quante stelle per il futuro!

Pubblicato

il

La solidità di una società di calcio, in prospettiva futura, si basa anche e soprattutto sull’investimento nel settore giovanile.

E la Juventus, oltre ad una serie di importanti operazioni commerciali e finanziarie che l’hanno proiettata ad essere uno dei club più ricchi al mondo, grazie alla gestione oculata del Presidente Agnelli, ha puntato molto in questi anni anche sul settore giovanile.Sono tanti, infatti, i talenti pronti al grande salto di categoria e ai grandi palcoscenici della Serie A.

Ancora un record per Moise Keane

La Juventus non ha mai avuto dubbi sul valore di Keane, tanto da farlo esordire in Serie A (suo il primo gol di un 2000) ed in Champions League. A questi, si aggiunge un nuovo record, raggiunto con la marcatura contro la Tunisia:è il primo “millennial” a segnare in Under 21. In Serie A vanta 22 presenze (3 con la Juventus e 1 goal) e 5 goal.

Con le nazionali giovanili: Under 15: 6 presenze , 2 goal; Under 16: 4 presenze, 3 goal; Under 17: 17 presenze, 8 goal; Under 19: 6 presenze, 4 goal; Under 20: 1 presenza, 2 goal; Under 21: 2 presenze,1 goal.

Ma non solo Keane dicevamo.

Le giovanili della Juventus, a partire dall’Under 17 fino alla “Primavera” sono ricche di campioncini che un giorno non troppo remoto potrebbero fare la fortuna del club; o dal punto di vista prettamente calcistico, o sul piano economico.

I prospetti più interessanti

Basti pensare, ad esempio, a Kastanos o Clemenza, o al giovane Nicolò Fagioli, arrivato in bianconero dalla Cremonese a soli 14 anni, classe 2001 già aggregato alla Prima Squadra per la tournèe USA, sul quale Allegri ha espresso belle parole: “E’ un piacere vederlo giocare a calcio”.

Il bomber della Primavera Petrelli, già decisivo in Under 17, e il suo compagno, quel numero 10 venuto dal Barcellona, Pablo Moreno, classe 2002,  come De Winter, che fa parte dell’Under 17 bianconero.

Insomma, tanti piccoli campioni che, come vi avevamo anticipato qualche settimana fa, potrebbero valere in totale oltre 40milioni di euro. La Juventus continuerà ad investire nel settore giovanile (unica squadra italiana ad avere un propria rappresentativa ufficiale in Lega Pro) e a sfornare talenti pronti a regalare emozioni al popolo bianconero.

 

Ligue 1

DAZN si prende anche la Ligue 1: UFFICIALE l’accordo con LFP e BeIN Sports

Pubblicato

il

E’ finita la querelle legata ai diritti televisivi della Ligue 1, che per il prossimo quinquennio verrà trasmessa da DAZN: ma c’è una clausola…

Gli 8 club a rischio fallimento (vale a dire Lens, Nantes, Reims, Le Havre, Montpellier, Angers, Auxerre e Brest) sono salvi. Così come sono salvi i diritti televisivi della Ligue 1, che tornerà un’esclusiva DAZN dopo il biennio in mano a Sky Sport. Le (tre) parti, infatti, hanno (negli scorsi giorni) raggiunto l’agognato accordo.

Dazn-LFP, c’è l’accordo: presente anche BeIN Sports

Dopo settimane di grande incertezza e preoccupazione, il consiglio di amministrazione della Ligue de Football Professionnel (LFP) ha dato il via libera alla risoluzione approvata dai 18 club della Ligue 1. Il massimo campionato francese sarà quindi un’esclusiva DAZN, dall’edizione 2024/2025 a quella 2028/2029.

L’emittente ha alzato la propria offerta, passando dai 375 milioni annui inizialmente proposti ai 400 chiesti dalla LFP, mentre i restanti 100 (LFP ne ha sempre chiesti 500 per dare il proprio benestare alla trattativa) li ha messi la piattaforma BeIN Sports. Emittente satellitare, di proprietà di proprietà del presidente del PSG Nasser al-Khelaifi, che trasmetterà in esclusiva la Ligue 2 (la seconda serie francese) ma non solo.

Infatti, BeIN Sports trasmetterà una partita della Ligue 1 a settimana. Ovvero la nona, quindi una gara verosimilmente di scarsa rilevanza mediatica. Emerge però una clausola nell’accordo firmato fra le parti, che permetterebbe alla Ligue 1 di recidere unilateralmente il contratto in caso di offerte migliori.

Da tutte le parti in causa questa viene ritenuta una soluzione d’emergenza. Ricordiamo che la LFP è partita chiedendo un miliardo di euro ed ha finito per riceverne la metà. L’accordo firmato nei giorni scorsi è quindi una soluzione tampone, propedeutica a far rispettare ai club della massima serie francese i propri oneri finanziari in attesa che venga recapitata nelle sedi della LFP una proposta migliore.

Dazn

Continua a leggere

Esteri

Nizza, senti Ndombelé: “Scelta migliore che potessi fare”

Pubblicato

il

Tanguy Ndombelé sembra aver trovato la sua dimensione ideale al Nizza. Il centrocampista ex Tottenham ne ha parlato a L’Equipe, spiegando i suoi pensieri. 

Tanguy Ndombelé sembra aver trovato la sua felicità. Dopo il trasferimento al Nizza, il centrocampista francese di origini congolesi ha parlato dell’approdo in Costa Azzurra a L’Equipe spiegando i suoi pensieri. Ndombelé ha spiegato: “È stata una scelta naturale visto il mio percorso professionale. Era complicato. Tornare in Francia è stata la scelta giusta per me. Conosco Florian Maurice, con cui ho lavorato al Lione. Questo ha fatto pendere l’ago della bilancia”.

Napoli, Nbombelé

Nizza, la gioia di Ndombelé: “scelta migliore che potessi fare”

Ndombelé prosegue parlando delle richieste di mercato. Nonostante le ultime annate, il centrocampista ha avuto diverse offerte. Ma mai nessuna valida come quella del Nizza: “C’è molto margine di manovra tra parlare con qualcuno e ricevere un’offerta. Io e Florian ci conosciamo bene, quindi il feeling è stato immediato. Nizza è stata la scelta migliore che potessi fare. Sono in una fase della mia vita in cui ho bisogno di giocare. Oltre a giocare bene, voglio riscoprire certe sensazioni”.

Dopo le annate negative al Napoli e al Galatasaray, il centrocampista riparte da un campionato che conosce molto bene come la Ligue 1. A riguardo, l’ex Olympique Lione ha detto: “Vengo da un paio di stagioni piuttosto complicate. Non siamo robot, bisogna sempre essere ben preparati. Quando sono arrivato a Nizza, ero un po’ stanco. Sono andato a Merano e sono uscito stanco. Poi ho fatto una preparazione individuale. Sto rientrando gradualmente nel gruppo. Forse venerdì potrò giocare la mia prima partita contro il Leganés”.

Continua a leggere

Esteri

Bayern Monaco, Lineker tuona: “Kompany un rischio”

Pubblicato

il

Bayern Monaco

Gary Linker è scettico su Vincent Kompany come nuovo allenatore del Bayern Monaco. Ne parla su Sport BILD, spiegando come l’inesperienza del belga possa costare caro.

E’ un Gary Lineker molto scettico quello che parla su Sport BILD. L’ex attaccante inglese ha parlato dei suoi pensieri in merito a Vincent Kompany. Il belga è il nuovo allenatore del Bayern Monaco, che l’ha scelto nonostante la sua inesperienza. Nella sue breve carriera va considerata anche la retrocessione con il Burnley nell’ultima stagione di Premier League. 

Bayern Monaco

Bayern Monaco

Bayern Monaco, Lineker tuona: “Kompany un rischio”

Lineker spiega: “Kompany è sicuramente un rischio perché non ha davvero esperienza, non ha ancora raggiunto la fine del suo sviluppo visto e considerato che è stato solo allenatore in Belgio e poi al Burnley. Non troveranno Pep Guardiola“.

Ciò nonostante, Lineker aggiunge apprezzamenti su Vincent Kompany. Il suo scetticismo è dovuto infatti dall’inesperienza del belga come allenatore. Infatti, l’ex Leicester ha poi aggiunto: “È molto intelligente e sarà un ottimo allenatore, ha il comportamento per guadagnarsi il rispetto in un club, cosa molto importante al Bayern Monaco. La prima stagione di Kompany al Burnley è stata fantastica, con un calcio bellissimo. Dopo la promozione tutto è diventato molto più difficile, il Burnley ha investito soldi in giocatori, anche se senza molto successo”.

Largo ai giovani o puntare sull’usato sicuro? In Baviera la domanda è stata senza dubbio questa con la risposta che porta il nome di Vincent Kompany. Basterà essere giovani per guidare uno dei club più gloriosi al mondo con l’obiettivo di riportarlo a vincere tutto e subito? Al campo l’ardua sentenza.

Continua a leggere

Ultime Notizie

lazio castrovilli lazio castrovilli
Calciomercato2 minuti fa

UFFICIALE Lazio, Castrovilli è biancoceleste

Visualizzazioni: 2 Trattativa lampo che vede la fumata bianca. Gaetano Castrovilli è un nuovo giocatore della Lazio, arriva da svincolato...

Gollini, Genoa Gollini, Genoa
Calciomercato14 minuti fa

Genoa, spunta l’idea Gollini

Visualizzazioni: 134 Il Genoa è a lavoro per trovare un sostituto tra i pali. Dopo la partenza di Joseph Martinez...

Como, Fabregas Como, Fabregas
Serie A25 minuti fa

Como, Fabregas-Roberts: UFFICIALE il passaggio di consegne

Visualizzazioni: 123 Il Como ufficializza anche le ultime formalità: Fabregas sarà l’allenatore della prima squadra. Osian Roberts si fa da...

Milan, Scaroni Milan, Scaroni
Notizie35 minuti fa

Milan: Stoccata di Scaroni all’Inter

Visualizzazioni: 308 Nel corso dell’evento di presentazione per i 125 anni del Milan, il presidente Scaroni ha rilasciato alcune dichiarazioni...

Genoa Genoa
Notizie55 minuti fa

Nuove maglie Genoa: Italian Culture

Visualizzazioni: 173 Tra linee classicheggianti e moderne, il Genoa ha presentato le nuove divise in gran “stile italiano” con un...

Fiorentina Fiorentina
Calciomercato1 ora fa

La Fiorentina beffa l’Inter per un centrocampista?

Visualizzazioni: 511 La Fiorentina è molto attiva in questa fase di mercato: tanti contatti per dare a Palladino almeno un...

Bari Bari
Serie B1 ora fa

Bari, si lavora per rinforzare l’organico

Visualizzazioni: 144 Il Bari è a lavoro per inforzare il proprio organico in vista della nuova stagione che sta per...

Napoli, Conte, Milan Napoli, Conte, Milan
Calciomercato1 ora fa

Napoli: si pensa alle cessioni

Visualizzazioni: 209 Conte si appresta a ‘ripulire’ il Napoli: cessione in vista per Ngonge, uno dei sei giocatori bocciati dal...

gilardino gilardino
Serie A1 ora fa

Genoa, Gilardino: “Gudmundsson? Ce lo teniamo stretto. Mi sento molto stimolato, sul portiere…”

Visualizzazioni: 202 Alberto Gilardino ha parlato ai microfoni di Sky dal ritiro Moena. L’allenatore si è esposto sulla questione Gudmundsson...

Roma Roma
Europa League2 ore fa

Roma, Dybala: “La finale persa a Budapest mi ha distrutto. Vincere sarebbe stato qualcosa di unico”

Visualizzazioni: 192 Paulo Dybala, attaccante della Roma, ha parlato ai microfoni del podcast condotto dalla sua futura moglie soffermandosi sulla...

Le Squadre

le più cliccate