Home » Notizie » Contro il Bologna la Juve decide di giocare quando va in svantaggio
Notizie

Contro il Bologna la Juve decide di giocare quando va in svantaggio

Un pareggio in casa dopo cinquanta minuti soporiferi. Sono 11 volte che la Juve va in svantaggio in questo campionato e soltanto due volte la squadra di Allegri è riuscita a rimontare. Non è un caso ma quest’anno è quasi una normalità. Sono cinque le sconfitte in casa e altrettanti pareggi. Una squadra che manca di cattiveria, di fame, di voglia di vincere quando si entra in campo e soprattutto piena assenza di ritmo partita. Non si può vivacchiare per il tutto il primo tempo senza alzare mai il ritmo e senza essere pericolosi. Inutile poi protestare su altro. La Juve non è questa. Giocatori troppo superficiali su tutto.  Quasi mai un cross nei primi 45 minuti, mentre nella ripresa dopo il vantaggio del Bologna, la squadra di Allegri si svegliava dal torpore mettendosi a giocare. Poi ci ha pensato il var ad inventarsi un netto fallo che si è concretizzato dentro l’area non assegnando il rigore ma un fallo dal limite. Questa volta le immagini le hanno trovate e manipolate a proprio piacimento. Ma quest’anno anche per la poca capacità di saper uscire gli attributi della squadra bianconera, gli episodi arbitrali sono spesso decisivi, mentre gli anni degli scudetti, gli episodi contrari passavano sempre in secondo piano perché la squadra bianconera era più forte sul campo anche negli episodi contrari, perché riusciva a vincere sul campo le gare, giocandole e non sonnecchiando come questa sera per 50 minuti.

Salvo Campana

 

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie