Home » Notizie » Allegri, il calcio come il tennis: “Noi Sinner, loro Djokovic. Ma gli interisti sono permalosi…”
Notizie

Allegri, il calcio come il tennis: “Noi Sinner, loro Djokovic. Ma gli interisti sono permalosi…”

Massimiliano Allegri, nel corso della conferenza stampa pre-Empoli, ha scherzato nuovamente sulla diarchia Inter-Juventus.

Allegri, da purosangue toscano qual è, ha l’ironia nel sangue. Tuttavia, non tutti apprezzano la satira. Lo dimostra l’irrigidimento degli interisti del nord al suo proferire l’oramai celeberrima battuta su “le guardie e i ladri“.

Allegri, altra metafora sportiva

Allegri non è solo un uomo dalla profonda conoscenza calcistica, ma è un uomo di sport a tutto tondo. In generale. Il mito del “corto muso” è nato proprio da una metafora ippica: una delle tante perle regalate ai media.

Le frasi di Max sono un vero e proprio cult, ma a volte la pressione e il fiato sul collo possono annebbiare la tua percezione. E’ il caso delle polemiche (a dire il vero sterili) che le sue ultime parole avevano generato.

In una recente intervista, Allegri aveva scherzato affermando che: “Fare la corsa sull’Inter è come giocare a guardie e ladri. I ladri scappano e le guardie li inseguono“. Il fatto che l’Inter fosse stata accomunata ai “ladri” è del tutto casuale, sono davanti e quindi giocoforza in questa metafora dovevano ricoprire il ruolo degli inseguiti, e non dolosa come gli interisti volevano far credere.

LEGGI ANCHE:  Milan, il day after e l'analisi tecnica della sconfitta

Proprio su questo punto Allegri ha scherzato molto, nella conferenza stampa che precede la delicata partita casalinga contro un Empoli rivitalizzato da Davide Nicola, ricordando proprio quel genere di polemiche.

Clicca qui per leggere la conferenza stampa integrale.

Allegri

“Gli interisti sono permalosi…”

La mia opinione sulla lotta scudetto: “Acerbi dice il falso e mette le mani avanti. Solo l’Inter può perdere questo scudetto“. (Editoriale)

Allegri, amante della metafora sportiva generalista applicata al pallone, ha fatto un paragone fra la sua Juventus e l’enfant prodige Jannik Sinner.

Il bravissimo tennista altoatesino ha sorprendente sconfitto il ben più esperto Novak Djokovic, nonché numero uno al mondo. Il tecnico labronico ha voluto parafrasare l’improbabile vittoria del giovanissimo Sinner, usandola come monito per indicare che anche una squadra meno forte (la sua) ma giovane e talentuosa possa battere dei giganti (l’Inter) con il favore del pronostico.

La Juventus scenderà in campo domani, alle ore 18:00, all’Allianz Stadium contro i toscani. L’obiettivo è quello di arrivare allo scontro diretto del 4 Febbraio (a San Siro) davanti ai cugini, al netto degli asterischi.

LEGGI ANCHE:  Roma, ecco il nuovo Energy Partner

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie