I nostri Social

Nazionale

Italia, Fagioli: “La mia rinascita quando mi hanno squalificato. Sorpreso per la convocazione…”

Pubblicato

il

Fagioli

Il centrocampista azzurro Nicolò Fagioli ha parlato in conferenza stampa per presentare la sfida amichevole contro la Turchia di Montella, prevista per domani.

Nicolò Fagioli ha presentato in conferenza stampa l’amichevole di domani contro la Turchia di Vincenzo Montella, il primo dei due test in vista di Euro2024 in Germania.

Il centrocampista della Juventus ha preso parte alla conferenza insieme al ct azzurro Luciano Spalletti.

Fagioli

Italia, le parole di Fagioli

Quanto hai sperato mentre ti allenavi in solitaria di essere qui? Quanto speri di essere all’Europeo?

“Mi sono sempre allenato per tornare in campo per le ultime due gare della Juventus e poi per essere a disposizione della Nazionale di Spalletti. Questi sette mesi sono stati molto lunghi, per fortuna la gara col Bologna l’hanno spostato al lunedì e ho giocato due gare. Per me è già una grande emozione essere qui tra i trenta, spero di rientrare tra i 26”.

In questi giorni Spalletti ha parlato molto di riaggressione, è un calcio che preferisci questo?

“Nel calcio di oggi è importante saper fare più cose, noi dobbiamo essere in grado di svolgere più cose anche con sistemi di gioco differenti”.

Hai avuto un po’ di imbarazzo nei confronti di Locatelli?

“Anche io sono rimasto sorpreso per la convocazione dopo sette mesi fuori dai campi. Sono un amico di Locatelli, gli voglio bene: sarà dispiaciuto per non essere stato convocato, io gli ho parlato e gli ho detto che meritava anche lui di essere qui. Gli sono vicino per questo momento, ora mi concentro per superare il taglio”.

Cosa ti ha colpito dell’incontro con Spalletti?

“L’ho incontrato in campo lo scorso anno quando allenava a Napoli, poi l’ho conosciuto durante un allenamento della Juventus che è venuto a vedere. A marzo mi ha chiamato per chiedermi come stavo, poi la sera prima della finale di Coppa Italia ci siamo fermati a parlare. In quella occasione mi disse che mi avrebbe guardato nelle ultime due partite”.

Quando hai saputo che saresti venuto qui?

“L’ho saputo su internet, io non ci credevo. Quando sono stato convocato è stata una emozione fantastica, farò il massimo per essere tra i 26”.

Cosa puoi garantire?

“Devo essere me stesso e godermi al massimo questa esperienza, dando tutto me stesso”.

Cosa pensi della Turchia?

“Sarà una partita difficile, la Turchia è una squadra molto forte. Per l’Italia non deve essere mai un’amichevole. Calhanoglu? Quest’anno ha dimostrato di essere tra i 3-4-5 migliori al mondo, è stato tra i pochi a parlarmi dopo la squalifica, l’ho visto diverse volte, una persona fantastica”.

Cosa puoi dire all’Under 17 in finale all’Europeo?

“Gli auguro di vincerlo l’Europeo, io purtroppo persi in finale nel 2018 contro l’Olanda…”

Pensi di poter diventare il 10 della Nazionale?

“E’ quasi impossibile paragonarsi a loro, sono stati campioni assoluti. La tecnica che avevano era la loro maggiore qualità e anche io tecnicamente posso dare tanto, anche se non dico quanto loro. Sono stati idoli e campioni e tutt’ora li vedo così”.

Sarebbe una rinascita tornare tra i 26?

“La mia rinascita c’è stata sette mesi fa quando mi hanno squalificato, ho capito cosa mi è successo e sono tornato a fare la mia normale. Ovviamente, sarebbe una emozione fantastica, una soddisfazione enorme”.

Dove ti piace giocare?

“Mi sono allenato di più davanti alla difesa, anche se posso giocare pure in un centrocampo a due o come mezzala”.

Nazionale

Italia, Di Lorenzo: “Parlerò di Napoli a tempo debito. Ora concentrato sull’Europeo”

Pubblicato

il

Di Lorenzo

Il terzino destro della Nazionale Italiana e del Napoli, Giovanni Di Lorenzo, ha parlato dal ritiro degli azzurri in Germania del suo futuro.

Direttamente da Casa Azzurri a Iserlohn Giovanni Di Lorenzo, difensore del Napoli e della Nazionale Italiana, è intervenuto in conferenza stampa a pochi giorni dall’esordio contro l’Albania ad Euro2024. Appuntamento a sabato 15 giugno alle ore 21:00 al Signal Iduna Park di Dortmund.

Tra i vari temi trattati anche la spinosa questione legata al suo futuro, in bilico tra il club partenopeo ed un nuova avventura in Italia.

Napoli, Di Lorenzo

Napoli – Di Lorenzo

Italia, le parole di Di Lorenzo

Avete visto Tamberi ieri sera?

“Sì sì, li stiamo seguendo. Lui ho avuto la fortuna di conoscerlo e facciamo il tifo per lui e per tutta la Nazionale Italiana di Atletica”.

Chi è nel vostro gruppo che ha una personalità alla Tamberi?

“Ieri ho visto la sua bella esultanza… Non lo so, in Nazionale spero di avere l’occasione di festeggiare come lui dopo una grande vittoria”.

Hai pensato di poter essere guidato da due ct: qui da Spalletti, a Napoli da Conte

“Sì, sicuramente sono due allenatori che stanno facendo una carriera incredibile, entrambi hanno raggiunto la Nazionale italiana e quindi solo complimenti, è un onore essere allenati da loro”.

Quanto sei sereno a tre giorni dall’inizio della competizione?

“Io sono serenissimo, sto preparando questo secondo Europeo che è qualcosa di bello. Adesso può sembrare tutto normale, ma per me che ho fatto un percorso venendo dal basso è molto bello, sono orgoglioso. La concentrazione è massima su questa competizione, anche per accantonare la brutta stagione mia e del Napoli. Voglio raggiungere i migliori risultati possibili”.

Cosa è cambiato rispetto al 2021?

“Siamo rimasti 7-8 giocatori ma l’anima di questo gruppo è la stessa. Oltre ad avere grandi giocatori questo gruppo ha dentro grandi uomini, questo è l’aspetto da cui partite per raggiungere grandi risultati”.

Si dice che vuoi lasciare il Napoli, ci puoi spiegare la tua versione?

“Non ho ancora parlato perché la Nazionale decide chi parla… Si sta scrivendo tanto, avrei potuto decidere anche di non venire ma io sono sereno. Ho parlato con la società a fine campionato, ci siamo parlati, ma ora la concentrazione è massima su questa competizione. Ciò che dà fastidio è questo supporre cose, ciò che mi interessa è fare bene qui con la Nazionale”.

Riesci ad essere sereno e concentrato solo sull’Europeo?

“Io sono serenissimo. Qualcuno ha detto che sono triste, silenzioso, ma queste sono stronzate. Sono cose non vere e poi la gente vuole mettere in giro cose non vere, io sono serenissimo e pronto ad affrontare questo Europeo con l’Italia. Poi quando ci sarà il momento di parlare del Napoli lo farò, non mi tirerò indietro, ora la cosa più importante è restare concentrato sull’Europeo”.

Spalletti non ha sciolto le riserve sul modulo e siete tutti in bilico, è corretto?

“Penso sia anche giusto, il mister sta provando tante soluzioni. E’ un gruppo composto da 26 giocatori e poi sarà il mister a scegliere la formazione più adatta”.

Sei settimo per numero di presenze tra i convocati: c’è qualcuno dei nuovi che ti ha sorpreso?

“Scamacca già lo conoscevo, è un giocatore molto forte ma quest’anno ha trovato continuità e ci darà una grande mano. Calafiori in questi primi giorni di ritiro mi ha fatto una bella impressione a conferma del campionato disputato a Bologna. Potrei dire lui”.

Siete più a vostro agio con la linea a quattro?

“Queste sono scelte che farà il mister, ormai gli schemi servono fino a un certo punto. Parlare di numeri è limitante, siamo 26 giocatori di grande livello e la cosa positiva è che in tanti sanno interpretare più ruoli. Questo è un gruppo unito, sano, nessuno vuole prevalere sull’altro e questa è una cosa bella, una buona base di partenza”.

Conte ha grande stima per te, che effetto ti fa?

“Posso solo essere contento di ciò che ha detto, è un grandissimo allenatore ed essere stimato da lui e da grandi allenatori fa piacere, vuol dire che ciò che ho fatto è stato apprezzato”.

Pensi che Spalletti sia cambiato rispetto al Napoli?

“E’ sempre il solito, è un lavoratore e ama stare in campo e far capire la sua idea ai calciatori. Qui magari il tempo è minore, ci sono sedute più lunghe e qualche video in più, ma è tutto secondo i suoi canoni. Il mister non lo vedo cambiato e motivato perché è una grande occasione per lui e per tutti noi”.

A prescindere dalla decisione, la tua decisione sul futuro è definitiva?

Ho parlato con la società a fine stagione e poi sono venuto in Nazionale. Quando sarà il momento di parlare del Napoli parlerò del Napoli, ma ora la mia testa è qui, voglio fare un grande Europeo”.

Qual è la maggior differenza col 2021?

“L’ultimo ritiro siamo stati quasi sempre a Coverciano, qui invece abbiamo vissuto un allenamento tra tantissimi tifosi ed è stata una bella emozione, fa capire quanti italiani ci sono in giro per il mondo e quanto ci tengano alla Nazionale. Per noi è solo un motivo in più per dare il massimo”.

Continua a leggere

Nazionale

L’Italia a Iserlohn si sente a casa

Pubblicato

il

Raduno

 A Iserlohn per gli azzurri il primo allenamento. Subito dopo al via l’ inaugurazione con il consueto taglio del nastro. Per Buffon l’ Italia si sente a casa.

Il capo delegazione Buffon, campione del mondo nel 2006 proprio in Germania sente la stessa accoglienza. Queste le sue parole dopo il taglio del nastro “Nel 2006 avevamo sensazione di giocare in casa, anche ora è così”

Italia

Indice

Il taglio del nastro

Al taglio del nastro  per l’ inaugurazione di Casa Azzurri, intorno le 19:00 a Iserlohn, Antonio Tajani, ministro degli esteri, accompagnato da Gravina oltre a l’ ambasciatore Italiano in Germania e al Sindaco della cittadina sede del ritiro. Non è stato soltanto un evento istituzionale bensì una vera e propria festa anche per tutti i connazionali presenti.

Dopo il primo allenamento, aperto al pubblico, al via l’ inaugurazione: presenti infatti circa 4 mila tifosi connazionali che hanno da subito incitato la squadra con l’ intonazione di cori e tutti rigorosamente vestiti della maglia azzurra.

L’ accoglienza è stata apprezzata  come detto dallo stesso Spalletti al Corriere dello Sport : ” faremo il massimo per ringraziare i nostri connazionali che ci hanno accolti in un modo fantastico

Sarà un momento di festa e aggregazione

Casa Azzurri è un ponte tra tutti i nostri tifosi ” cosi ha parlato Gravina al taglio del nastro.

Ad Iserlohn nel ritiro azzurro infatti, saranno molte le iniziative per far vivere al meglio l’ esperienza europea: Saranno allestiti dei maxi schermi per seguire in diretta le partite della Nazionale ma non solo, si potrà assistere a mostre tra cui “Sfumature di Azzurro“, workshop e concerti. Quest’ ultimi grazie al partner Radio Italia, vedrà al ritiro azzurro le esibizioni di : Noemi, Mr Rain e Tananai solo per citarne alcuni.

Biraghi sponsor Nazionale Italiana di Calcio

 

 

 

 

 

 

Iserlohn sembra Coverciano per l’atmosfera che si respira nel ritiro degli azzurri. La Germania  è sicuramente un bel ricordo, nel 2006 Buffon e compagni portarono a casa un successo che ai più era insperato, nella speranza che l’ aria di casa possa regalare altre “Notti Magiche” (Bennato e Nannini, Italia 90) che solo noi Italiani sappiamo vivere.

 

Continua a leggere

Nazionale

Novità dal raduno dell’Italia

Pubblicato

il

Italia

 Dalla “foresta di ferro” le prime novità dal raduno dell’ Italia. Dopo il primo allenamento, già alcune indicazioni, poi al via il taglio del nastro.

Indice

Il primo allenamento dell’ Italia

A Iserlohn il primo allenamento degli azzurri di Spalletti. Dei 26 Convocati del tecnico toscano Frattesi, Barella e Fagioli gli osservati speciali. Quest’ ultimo a rischio per l’ esordio contro l’ Albania di Sabato 15 Giugno e non solo.

Gli aggiornamenti

Spalletti

Lo juventino secondo le ultime news riportate da Skysport ha svolto il primo allenamento in palestra a causa di un’ affaticamento, le sue condizioni destano preoccupazione, per questo sarà monitorato nei  prossimi giorni per valutare la sua permanenza nella Spedizione Azzurra. 

Barella a causa di un leggero affaticamento muscolare che lo ha costretto ai box contro la Turchia in amichevole, pima di partire per il ritiro, ha avuto giorni di riposo ma oggi nel primo allenamento ha svolto lavoro differenziato per poi fare qualche prova per testare le sue condizioni fisiche. Il suo impiego contro l’ Albania non è in dubbio, da capire il minutaggio.

 

In ultimo è Frattesi ha essersi fermato causa di un affaticamento. Dopo aver iniziato l’ allenamento con il resto del gruppo ha svolto terapie in palestra, precauzionali visto che le sue condizioni non sembrano impensierire Spalletti e staff.

Un centrocampo da puntellare

In un centrocampo formato “Inter” sembra però che le fatiche dell’ ultima parte di campionato abbiano avuto il sopravvento; Barella e Frattesi pur rimanendo in gruppo in vista dell’ Europeo non sono al 100%. Per questo è stato provato, nel primo allenamento, Calafiori come interno di centrocampo. Dopo la partitella di rifinitura, Spalletti gli ha spiegato alcuni movimenti. Di piede sinistro, sarà una mezz’ala sinistra con Pellegrini spostato a destra.

Per Spalletti, prove generali in un centrocampo orfano di tre giocatori importanti almeno in vista della partita inaugurale. Sarà contro l’ Albania un test importante  per capire dal punto di vista fisico come sta l’ Italia ed il suo centrocampo

 

 

 

Continua a leggere

Ultime Notizie

Torino Torino
Europei19 minuti fa

Torino, Vlasic: “Juric mi ha insegnato tantissimo. Sul futuro…”

Visualizzazioni: 38 Il calciatore croato del Torino Nikola Vlasic ha parlato nella conferenza stampa della Croazia, in vista dell’Europeo con...

Roma, Daniele De Rossi Roma, Daniele De Rossi
Calciomercato39 minuti fa

Roma, Zalewski verso l’addio. Diversi club su di lui

Visualizzazioni: 31 Nicola Zalewski è pronto a lasciare la Roma. Il giovane talento polacco non rientra nel progetto tecnico di...

inter inter
Calciomercato59 minuti fa

Calciomercato Bologna: rossoblu vicini a Gosens

Visualizzazioni: 73 Calciomercato Bologna, il direttore sportivo Sartori è pronto a riportare in Italia un suo pupillo. Robin Gosens potrebbe...

Monaco, un giocatore lascia dopo 5 stagioni Monaco, un giocatore lascia dopo 5 stagioni
Calciomercato1 ora fa

Fofana: diversi club su di lui

Visualizzazioni: 153  Youssouf Fofana, molto probabilmente in estate lascerà il Monaco, club che ne detiene il cartellino. Ci sono molti...

Roma Roma
Calciomercato2 ore fa

Roma, un calciatore ha detto di no all’Arabia

Visualizzazioni: 190 Secondo quanto emerso nelle ultime ore, un calciatore della Roma avrebbe rifiutato una ricca offerta proveniente dal campionato...

Calciomercato2 ore fa

Napoli: Conte si ritrova il nuovo Vidal

Visualizzazioni: 272 Il nuovo Napoli di Antonio Conte si preannuncia una squadra affamata e determinata, pronta a seguire le orme...

Juventus, Thiago Motta Juventus, Thiago Motta
Serie A2 ore fa

UFFICIALE, Thiago Motta è il nuovo allenatore della Juventus!

Visualizzazioni: 502 Tramite un comunicato diramato sul proprio sito ufficiale, la Juventus ha confermato di aver scelto Thiago Motta come...

Fiorentina, i piani di Palladino Fiorentina, i piani di Palladino
Calciomercato2 ore fa

Calciomercato Fiorentina, corsa per il centrocampo: idea rossonera?

Visualizzazioni: 932 Calciomercato Fiorentina, la società viola vedrà un sostanzioso cambio di giocatori nella propria rosa in sede di trattative:...

dazn dazn
Serie A2 ore fa

UFFICIALE: Balzaretti non è più il DS dell’Udinese

Visualizzazioni: 534 Nelle ultime ore è arrivata l’ufficialità: Federico Balzaretti non è più il DS dell’Udinese. Si separano così le...

belotti belotti
Calciomercato2 ore fa

Calciomercato Fiorentina: il punto su acquisti e cessioni

Fiorentina: facciamo il punto sulle prime trattative che riguardano la società gigliata. Sorprese Amrabat e Belotti? Parla il procuratore di...

Le Squadre

le più cliccate