La Roma dopo aver superato agevolmente l’ostacolo Shakhtar Donetsk agli ottavi risulta essere l’unica squadra italiana rimasta a competere in ambito europeo.

Oggi alle 13 a Nyon è stato effettuato il sorteggio inerente gli accoppiamenti dei quarti di finale di Europa League: l’urna ha evitato ai giallorossi lo spauracchio inglese, Manchester United ed Arsenal, ma li ha messi di fronte all’Ajax, squadra ostica e a tratti indecifrabile.

Nel dettaglio

I quarti di finale dell’attuale Europa League contrapporranno la Roma, mai giunta sinora a questo punto della competizione da quando la stessa ha assunto la nuova denominazione, all’Ajax, compagine temibile e dalla grande tradizione europea.

L’andata del match si giocherà nella meravigliosa, seppur vuota, “Johan Cruyff Arena” di Amsterdam il prossimo 8 aprile, mentre il ritorno all’Olimpico verrà disputato una settimana più tardi, il 15 aprile. La squadra allenata da Ten Hag ha la rapidità nello stretto come punto peculiare della propria fase di possesso che le ha permesso di occupare saldamente la testa della classifica di Eredivisie con 8 punti di vantaggio sul PSV, e di mettere in difficoltà Atalanta e Liverpool nel rispettivo girone di Champions League.

C’è da aggiungere, inoltre, che gli interpreti non sono i medesimi della meravigliosa cavalcata in Coppa Campioni di due anni fa conclusasi in semifinale, all’appello mancano calciatori del calibro di De Ligt, De Jong, Van de Beek e Ziyech, ma i vari Neres, Gravenberch, Tagliafico e Tadic rendono i Lancieri più che pericolosi.

I restanti accoppiamenti vedono scontrarsi Granada e Manchester United, Arsenal e Slavia Praga ed infine Dinamo Zagabria e Villarreal.