Milan-Atletico Madrid 1-2, tutto si poteva ipotizzare fuorché una vittoria degli spagnoli per come si era messa la partita durante il primo tempo. C’è grandissima amarezza soprattutto sull’episodio finale del calcio di rigore. Un Milan che ha dominato per tutto il primo tempo pagando in maniera comprensibile l’ingenua espulsione di Franck Kessie nel primo tempo. Comprensibili le proteste di Pioli nel finale, pesanti responsabilità del Var in occasione del rigore del tutto inesistente. Qui di seguito le pagelle dei rossoneri.

Maignan 7: una prestazione di livello, due ottime parate ed una sicurezza a cui ormai ci siamo bene abituati, ma per nulla scontata.

Calabria 6: gara sofferta, spinge poco, ma offre comunque una prestazione ordinata e pulita.

Tomori 7,5: un baluardo difensivo, bravissimo nell’anticipare gli avversari con il giusto agonismo. Davvero una prestazione maiuscola per il difensore centrale.

Romagnoli 5,5: discreta la gara del capitano rossonero, peccato per l’errore di posizione che ha permesso a Griezmann di pareggiare e che quindi compromette un’ampia sufficienza.

Theo Hernandez 6: non prova le sue consuete sgroppate per via della superiorità numerica degli avversari, fa buona guardia in difesa.

Bennacer 7,5: insieme a Tomori e Leao l’algerino è il migliore in campo. Fosforo, cervello, gamba. Il centrocampista è ovunque. (Dall’80’ Kalulu: suo il braccio del rigore per l’Atletico, ma le proteste dei rossoneri sono più che legittime).

Kessie 4: siamo d’accordo che la decisione dell’arbitro è stata forse eccessiva, ma perché fare fallo in quella posizione? Entra in campo svogliato e finisce ancora peggio. Non è tranquillo e si vede.

Saelemaekers 6: costretto ad arretrare, il belga non si tira di certo indietro in quanto a sacrificio.

Brahim Diaz 7: è sempre nel vivo dell’azione, l’assist per la rete di Leao è da rivedere più volte. ( Dal 58’ Ballo-Toure 5: non difende, ma nemmeno spinge sulla fascia, abulico, sebbene comunque non fosse facile entrare a partita in corso).

Leao 7,5: sprazzi di classe assoluta. Oltre al gol regala giocate da top player e la rovesciata alla fine del primo tempo manda in sollucchero i tifosi.

Rebic 5: il carattere a volte non basta quando si sbaglia un gol solo davanti al portiere avversario. Rischia moltissimo strattonando l’arbitro in occasione del cartellino rosso a Kessie. (Dal 35’ Tonali 7: milioni na gara di forte personalità, usa i muscoli quando serve ed è presente in ogni occasione).

Pioli 7: evidente la sua delusione dopo il triplice fischio quando si invola dall’arbitro per chiedere spiegazioni. Prepara una gara perfetta, fino all’espulsione di Kessie il suo Milan ha dominato il campo e sovrastato l’Atletico. Un capolavoro mancato, c’è veramente molta amarezza.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Milan, Paul Singer dimezza il passivo: il Diavolo è virtuoso