I nostri Social

Saudi Pro League

Saudi Pro League: Numeri Arabi – il recap della 29° giornata

Pubblicato

il

NON USARE!

24° appuntamento con Numeri Arabi, la rubrica settimanale di Calciostyle dedicata alla Saudi Pro League, il campionato più chiacchierato dell’estate.

Nuovo appuntamento con la Saudi Pro League assieme a Numeri Arabi, la rubrica settimanale di Calciostyle dedicata al campionato di massima serie saudita.

La 29° giornata si apre con due inaspettate sconfitte per l’Al-Ahli e l’Al-Ittihad rispettivamente contro l’Al-Riyadh (15° in classifica) e l’Al-Shabab. Nella corsa al terzo posto non compie errori invece l’Al-Taawoun, vittorioso sul campo di Damac. Vittoria di misura per l’Al Hilal, sempre più vicina alla conquista del titolo. Poker dell’Al-Okhdood nella sfida salvezza contro l’Abha di Tatarusanu. Terza vittoria in campionato per l’Al-Hazem, ultimo in classifica e vicino alla retrocessione.

Saudi Pro League

29° giornata: crollano Al-Ittihad e Al-Ahli, poker Al-Okhdood nella sfida salvezza. Al Hilal infermabile

Al-Fayha 1 – 0 Al-Tai

Ad Al-Majma’ah si apre la 29esima giornata della Saudi Pro League con la sfida tra i padroni di casa dell’Al-Fayha e l’Al-Tai, in piena zona salvezza. A stappare il match ci pensano gli arancioblù ad inizio secondo tempo con la perla di Mandash. L’esterno arabo penetra sulla destra in area di rigore, arriva sul fondo salta due difensori e scarica un potente destro rasoterra sul palo opposto.

Rialza la testa l’Al-Fayha dopo la sconfitta della scorsa giornata e sale al decimo posto in classifica. Scivola al terzultimo posto l’Al-Tai, il quale colleziona la terza sconfitta nelle ultime cinque.

Immagine

AL Wehda 0 – 2 Al-Hazem

La stagione dell’Al-Hazem non ha sicuramente potuto regalare molte gioie ai propri tifosi, che è stata saldamente agli ultimi posti della classifica. Non questa volta però. Anche se l’inizio del match esterno contro l’AL Wehda non parte nel migliore dei modi.

Infatti, i gialloblù al 37′ rimangono in inferiorità numerica a causa dell’espulsione diretta del centrocampista arabo Al Juwaid. All’inizio il fischietto della gara aveva ammonito il numero 16, ma poi il VAR è intervenuto cambiando la decisione in rosso diretto.

Nonostante l’uomo in meno, l’Al-Hazem non perde le speranze e nel giro di 4 minuti chiude la gara a La Mecca. Al 64′ lancio dell’estremo portiere Dahmen in avanti, Selemani stoppa il pallone e si invola in rete, stappando il match. Quattro minuti dopo l’Al-Hazem raddoppia con Badamosi: contropiede fulminante con l’attaccante che arriva davanti all’estremo difensore avversario, lo salta e a porta vuota mette a segno al 4° goal.

Torna alla vittoria l’Al-Hazem, che comunque rimane in ultima posizione a 19 punti conquistati. Sconfitta inaspettata per l’AL Wehda, che rimane al 12° posto in classifica.

Immagine

Al-Riyadh 2 – 1 Al-Ahli

Ennesimo passo falso dell’Al-Ahli di Firminio, che crolla in casa dell’Al-Riyadh. Nelle ultime giornate, per la sfida al terzo posto con l’Al-Iittihad e l’Al-Taawoun, i biancoverdi hanno collezionato una sola vittoria a dispetto di due sconfitte e due pareggi. A passare in vantaggio ci pensano i padroni di casa con un calcio di rigore al 43′: dal dischetto si presenta Birama Toure che non sbaglia.

L’Al-Ahli non si disunisce e trova l’atteso pareggio al 10° minuti di recupero della prima frazione. Uno due tra Firminio e l’ex Milan Kessie, con l’ex attaccante del Liverpool che serve in area l’attuale Campione d’Africa che da pochi passi insacca in rete il suo ottavo goal in campionato.

Il secondo tempo ricalca la scia del primo con l’Al-Ahli riversato in attacco a cercare la rete del vantaggio e i padroni di casa a difendersi e partire in contropiede. Ed infatti all’84’ l’Al-Riyadh trova il 2-1 definitivo. Uno-due tra Al Harajin e Al Shehri, con quest’ultimo che con un tocco sotto perfetto supera la difesa avversaria e serve davanti a Mendy Al Harajin che regala un successo importantissimo alla sua squadra.

Rimane al terzo posto l’Al-Ahli, con l’Al-Taawoun e l’Al-Ittihad a uno e a due punti di distanza. Sale al quattordicesimo posto l’Al-Riyadh, in piena zona salvezza.

Immagine

Damac 0 – 1 Al-Taawoun

L’Al-Taawoun sfrutta i passi falsi dell’Al-Ittihad e l’Al-Ahli e recupera terreno per la sfida al terzo posto. In casa di Damac la squadra di Barrow, assente, trova la rete che regala i tre punti all’89’. Un minuto prima i padroni di casa rimangono in inferiorità numerica a causa dell’espulsione del terzino Al Zain.

Cross dalla sinistra sul secondo palo, dove sbuca Al Kwikbi, il quale rimette in mezzo il pallone sui piedi di Joao Pedro che da due passi insacca in porta il suo decimo goal in campionato.

Vittoria importantissima dell’Al-Taawoun che sale al quarto posto, superando l’Al-Ittihad. Continua il periodo altalenante di Damac, che alterna vittorie a sconfitte.

Immagine

Al Hilal 3 – 1 AL Fateh

Ennesima vittoria consecutiva in campionato per l’Al Hilal, che si avvicina sempre di più alla conquista del titolo in una stagione che ha visto dominare dall’inizio alla fine. La gara interna però inizia nel peggiore dei modi: ad inizio secondo tempo, dopo una prima frazione giocata a ritmi molto blandi, l’AL Fateh si porta avanti con la rete di Zelarrayán. Contropiede fulmineo degli ospiti con l’ex Fiorentina Tello che, da centro area, serve l’inserimento dell’esterno che incrocia sul primo palo e insacca Bono, colpevole con la deviazione decisiva.

Neanche un giro completo di orologio e l’Al Hilal ritrova la parità con Michael: cross dalla sinistra, l’estremo difensore dell’AL Fateh sbaglia l’uscita e lascia libero di colpire di testa il centrocampista brasiliano. La rimonta degli Squali viene completata su calcio di rigore con Rúben Neves.

A chiudere definitivamente i conti ci pensa al 14° minuto di recupero del secondo tempo con la rete di Al-Bulaihi. Punizione dai 20 metri di Milinkovic-Savic, il tiro è centrale ma il portiere avversario respinge in mezzo e il difensore è il più lesto ad insaccare la rete.

80 punti e + 9 sull’Al Nassr, che ha una gara in più, questo lo score dell’Al Hilal, che aspetta con ansia la matematica certezza del titolo. Scende al settimo posto l’AL Fateh.

Immagine

Al-Ittihad 1 – 3 Al-Shabab

Altra sorpresa della giornata la sconfitta interna dell’Al-Ittihad contro il lanciato Al-Shabab, che raccoglie la terza vittoria nelle ultime quattro.

La gara si sblocca ad inizio seconda frazione con la rete degli ospiti firmata Habib Diallo. Il merito della rete va però tutto a Yannick Carrasco. L’ex Atletico Madrid vola sulla fascia sinistra, penetra in area e serve a porta vuota l’attaccante, al suo sesto goal stagionale.

L’Al-Ittihad non ci sta e trova il pari con la testata vincente di Hamdallah: cross dalla sinistra con l’attaccante che svetta di testa e infila il pallone all’incrocio raggiungendo le 19 marcature in campionato. Le speranze delle Tigri di portare a casa punti svaniscono all’82’ con l’Al-Shabab che si riporta in vantaggio. Autore del goal il subentrato Carlos Carvalho, abile a sfruttare una respinta sbagliata del portiere avversario e a centrare la terza rete in appena due uscite.

A chiudere i giochi ci pensa Al Juwayr al decimo minuto di recupero del secondo tempo. Contropiede avviato da Al Harbi, il quale sgaloppa su tutta la fascia e serve in mezzo il centrocampista che da pochi passi non sbaglia.

Immagine

AL Raed 2 – 2 Al-Ettifaq

Pareggio scoppiettante tra l’AL Raed e l’Al-Ettifaq di Steven Gerrard. Il match si sblocca subito con la rete dei padroni di casa con El Berkaoui. Incornata vincente dell’attaccante lasciato completamente libero di colpire su un cross dalla destra. Dopo un avvio sprint la gara si acclima su ritmi più blandi fino alla rete del pareggio dell’Al-Ettifaq, arrivato al 71′.

Come la prima rete del match, anche il pari di Moussa Dembele arriva di testa. Cross dalla trequarti sinistra per l’incornata vincente dell’ex Lione. La gara sembra destinata al pareggio ma nei tempi di recupero del secondo tempo succede di tutto.

Al 92′ l’Al-Ettifaq passa in vantaggio con Camara. L’ex Liverpool e Roma Wijnaldum recupera un pallone a centrocampo, avanza fino al limite dell’area e serve in profondità l’attaccante, il quale incrocia e mette in porta la rete del momentaneo vantaggio. Si momentaneo, perchè dopo 120 secondi l’AL Raed ristabilisce la parità: cross della speranza, la difesa ribatte fuori ma sul pallone interviene Normann, il quale con un tiro chirurgico regala un insperato pareggio.

Pareggio che serve poco ad entrambe le squadre con L’AL Raed che rimane a distanza dalla zona retrocessione, mentre l’Al-Ettifaq sale al sesto posto, a meno 9 dalla quinta.

Immagine

Al-Okhdood 4 – 0 Abha

Sfida salvezza a Najran tra i padroni di casa dell’Al-Okhdood e l’Abha di Tatarusanu. Non c’è partita al Prince Hathloul bin Abdulaziz Sports City Stadium dove la formazione di casa annienta con un netto 4-0 gli ospiti. Due goal per tempo regalano un’importante vittoria all’Al-Okhdood, che esce momentaneamente dalla zona retrocessione ed un momento di sospiro alla squadra di Sevela.

Le reti nel primo tempo portano le firme di Kvirkvelia, subentrato al 23′ al posto di Burca, e Al Zubaidi. Nella seconda frazione invece al tabellino dei marcatori si aggiungono Pedroza e Al Hatila.

Sconfitta pesantissima per l’Abha che colleziona la terza sconfitta nelle ultime quattro e soprattutto 18 reti incassate. Un trend assolutamente da capovolgere se Tatarusanu e compagni vogliono rimanere nella massima serie.

Immagine

Al-Khaleej 0   – 1 Al Nassr 

Vittoria esterna per l’Al Nassr che ritrova CR7 dal primo minuto dopo aver scontato l’espulsione. A regalare i tre punti è ancora una volta il difensore ex Manchester City Aymeric Laporte. Punizione dalla trequarti offensiva battuta da l’ex Inter Brozovic sulla testa del difensore spagnolo che da due passi appoggia in rete.

Secondo posto consolidato per l’Al Nassr, che a meno di harakiri da parte dell’Al Hilal rimarrà in seconda posizione fino al termine del campionato. Scende in undicesima posizione l’Al-Khaleej.

Immagine

Saudi Pro League: classifica e prossimo turno

POS.   PTS P W L D GF GA GD
1 Al Hilal Saudi FC 80 28 26 0 2 86 18 68
2 Al Nassr FC 71 29 23 4 2 84 35 49
3 Al Ahli SC 52 28 15 6 7 54 30 24
4 Al-Taawoun FC 51 29 14 6 9 48 31 17
5 Al Ittihad FC 50 29 15 9 5 55 40 15
6 Al Ettifaq FC 41 29 10 8 11 35 30 5
7 Al Fateh SC 40 29 11 11 7 48 44 4
8 Damak Club 38 29 10 11 8 40 35 5
9 Al-Shabab FC 38 29 10 11 8 39 36 3
10 Al-Fayha 38 29 10 11 8 38 46 -8
11 Al Khaleej Club 35 29 9 12 8 32 40 -8
12 Al Wehda 32 29 9 15 5 41 49 -8
13 Al Raed Club 31 29 8 14 7 38 45 -7
14 Al-Riyadh SC 28 29 7 15 7 26 51 -25
15 Al Okhdood 27 29 8 18 3 27 47 -20
16 Al-Tai 26 29 7 17 5 29 57 -28
17 Abha Club 25 29 7 18 4 31 78 -47
18 Al Hazem 19 29 3 16 10 29 68 -39

Prossimo turno:

Giovedì 2 maggio

Al-Hazem 17:00 Al-Okhdood

AL Fateh 20:00 Al-Riyadh

Al-Ahli 20:00 Damac

Venerdì 3 maggio

Al-Taawoun 17:00 Al Hilal

Al-Ettifaq 20:00 Al-Fayha

Abha 20:00 Al-Ittihad

Sabato 4 maggio

Al-Shabab 17:00 AL Raed

Al-Tai 17:00 Al-Khaleej

Al Nassr 20:00 AL Wehda

Saudi Pro League

Saudi Pro League: Numeri Arabi – il recap della 32° giornata

Pubblicato

il

Saudi Pro League

27° appuntamento con Numeri Arabi, la rubrica settimanale di Calciostyle dedicata alla Saudi Pro League, il campionato più chiacchierato dell’estate.

Nuovo appuntamento con la Saudi Pro League assieme a Numeri Arabi, la rubrica settimanale di Calciostyle dedicata al campionato di massima serie saudita.

Manca sempre meno alla fine del campionato e i primi verdetti sono già incominciati ad arrivare. La scorsa giornata l’Al Hilal ha vinto il suo 19esimo scudetto della sua storia con un cammino a limiti della perfezione (29 vittorie e 2 pareggi). Sicuri di un posto nell’Asian Champions League anche l’Al Nassr di CR7 e l’Al-Ahli, grazie alla vittoria in questa giornata.

Sicuro della retrocessione l’Al-Hazem, con all’attivo solamente tre vittorie in 32 giornate di campionato. Ancora a rischio invece l’Abha, l’Al-Tai, l’Al-Okhdood e l’Al-Riyadh, racchiuse in solamente due punti.

Indice

Saudi Pro League

32° giornata: manita Al-Ahli, retrocessione matematica dell’Al-Hazem. Pari tra CR7 e i neocampioni

Al-Tai 3 – 1 AL Fateh

Importante vittoria interna dell’Al-Tai in ottica salvezza contro l’AL Fateh. Pronti e via e gli ospiti si portano subito in vantaggio con la rete al 4′ minuto di Tavares. Lancio nello spazio per l’attaccante capoverdiano che supera prima un difensore e poi si presenta davanti a Rinne e non sbaglia, stappando il match.

La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e al 12′ la gara torna in parità. Corner per la zuccata vincente del difensore Bauer, lasciato incredibilmente solo di colpire a botta sicura all’altezza del dischetto.

Nella seconda frazione cambia completamente l’inerzia del match con l’espulsione del terzino destro dell’AL Fateh Al Zubaidi per somma di ammonizioni. La formazione di casa acquista fiducia e sicurezza e a 7′ dal termine trova la rete del sorpasso. A dare ancora speranze di salvezza all’Al-Tai ci pensa il centrocampista Mensah: angolo dalla sinistra di Cordea dove sbuca il numero 43 che mette a segno la sua tredicesima rete.

A tempo oramai scaduto i padroni di casa calano il tris sempre con il centrocampista ghanese. Azione spettacolare di Mensah che aggira l’intera difesa avversaria e scarica un destro a incrociare che chiude definitivamente il match e regala ancora un pò di speranza ai tifosi dei Cavalieri del Nord.

Immagine

Al-Khaleej 1 – 1 Al-Ittihad

Dopo l’esonero di Gallardo, arrivato solamente ad inizio 2024, l’Al-Ittihad non ha più nulla da chiedere al campionato in corso. Anche la formazione di casa è dello stesso avviso e la gara si gioca su ritmi molto blandi. Il match del Prince Mohamed bin Fahd Stadium si decide quasi interamente nel secondo tempo.

A passare avanti ci pensano gli ospiti con la rete del terzino sinistro Alshanqiti al terzo minuto di reucpero. Carambola clamorosa in area di rigore con la difesa dell’Al-Khaleej che serve erroneamente il classe 99′, il quale da due passi insacca la sua prima rete in campionato.

A 9′ dalla fine i padroni di casa trovano la rete del pareggio con una grande azione di Sherif. L’attaccante viene servito sul lato sinistro dell’area di rigore, con una finta mette a sedere il difensore avversario, salta anche l’estremo difensore e scarica un destro potente in rete.

Immagine

AL Wehda 0 – 1 AL Raed

Altra vittoria importante in ottica salvezza. Stavolta è l’AL Raed a fare il colpaccio in casa dell’AL Wehda. A decidere il match a La Mecca ci pensa l’attaccante rossonero El Berkaoui, con il suo 12° goal in campionato.

L’unica rete del match arriva in extremis (86′) con l’incornata vincente del numero 11. Pennellata in mezzo di Al Jayzani per la testa di El Berkaoui, che da due passi non sbaglia e regala una grandissima occasione di salvezza per la formazione ospite.

L’AL Raed aggancia proprio l’AL Wehda in classifica al 13° posto in graduatoria, a 6 punti dalla zona rossa e con solamente due gare ancora da disputare.

Immagine

Damac 1 – 1 Al-Fayha

Secondo pareggio consecutivo per entrambe le formazioni, che oramai non hanno più nulla da dimostrare in campionato. A sbloccare il match, a pochi minuti dall’intervallo, il calcio di rigore assegnato agli ospiti. Dal dischetto si presenta il bomber Sakala che non sbaglia, raggiungendo il suo 18 centro.

I padroni di casa, nonostante la mole di azioni create, riescono a trovare la parità solamente al 79′ con la magia di Solan. L’esterno offensivo, servito sulla fascia, si accentra leggermente e fa partire una traiettoria a giro perfetta che si infila in rete.

Rimane al decimo posto Damac, mentre sale al settimo l’Al-Fayha.

Immagine

Al-Ettifaq 1 – 1 Al-Okhdood

Altro giro e altro pareggio per 1-1. Questa volta a dividersi la posta in palio sono l’Al-Ettifaq di Steven Gerrard e l’Al-Okhdood in lotta per la salvezza.

La gara per la formazione ospite si mette subito sui giusti binari con l’espulsione diretta del terzino destro Abdulrahman (16′). A peggiorare ancora di più la situazione per i padroni di casa è l’errore dal dischetto di Toko Ekambi a 3′ minuti dal termine della prima frazione.

Ad inizio ripresa l’Al-Okhdood mette la gara a suo vantaggio con la rete del firmata da Al Zubaidi. L’esterno offensivo si accentra, salta due avversari e da fuori area fa partire un chirurgico bolide sul primo palo dove l’estremo difensore avversario può solamente veder andare in porta.

L’impresa dei padroni di casa non arriva a compiersi a causa della rete del pareggio di Dawran. Palla filtrante dalla destra dell’area in mezzo per l’attaccante rossoverde, il quale, grazie ad un dormita collettiva della difesa dell’Al-Okhdood, riesce a colpire da distanza ravvicinata e a riportare la gara in parità.

Pareggio che non aiuta in nessuna maniera le speranze di salvezza dell’Al-Okhdood, terzultimo a 29 punti.

Immagine

Al Nassr 1 – 1 Al Hilal

Anche il derby di Riad tra le prime due della classe non può esimersi dalla pareggite di questa 32esima giornata. Nonostante il match a livello di classifica non conti nulla, lo spettacolo in campo non è sicuramente mancato.

A stappare il match ci pensano i padroni di casa con la rete di Otavio dopo solamente 22 secondi. CR7 serve fuori area il brasiliano che fa partire un bolide sul quale Bono non può fare nulla. Inizio shock per gli Squali che devono subito mettersi a rincorrere. Gli ospiti però hanno caratterizzato il proprio percorso con una solida difesa ed un mentalità tale da non perdere nemmeno un match in tutto il campionato.

E anche contro l’Al Nassr la musica non cambia. Stavolta succede tutto nell’ultimo minuto di recupero. Manè colpisce con il braccio un giocatore avversario, che cade a terra. Il VAR richiama l’arbitro che, nonostante il fallo avvenga fuori area, assegna il penalty ai Campioni d’Arabia. Dal dischetto si presenta Mitrovic che non sbaglia.

Continua l’imbattibilità dell’Al Hilal. Beffa incredibile per Ronaldo e compagni, arrivati ad un passo dal battere i rivali.

Immagine

Al-Hazem 1 – 1 Al-Riyadh

Quinto pareggio per 1-1 della giornata nella sfida salvezza tra l’Al-Riyadh e i padroni di casa dell’Al-Hazem. La formazione di Al-Rass aveva l’obbligo di trovare i tre punti per puntare ad un’insperata salvezza.

La gara si decide tutta nel secondo tempo con la formazione ospite a stappare il match al 50′ con lo sfortunato autogoal di Bruno Viana. Al Khaibari viene lasciato totalmente libero di agire sulla sinistra, il suo cross viene intercettato dal difensore avversario che goffamente insacca nella propria porta il pallone.

Nonostante la beffa dell’autogoal, l’Al-Hazem non molla e al 98′ trova il pareggio con un perfetto tocco sotto di Paulo Ricardo, bravo a credere ad un pallone vagante in area di rigore.

Il pareggio comunque condanna la formazione di casa alla retrocessione. Sale a +2 il distacco dell’Al-Riyadh dalla zona rossa della classifica.

Immagine

Al-Taawoun 1 – 0 Al-Shabab

Vittoria interna dell’Al-Taawoun contro l’Al-Shabab. Anche per loro la classifica oramai non può portare a migliori piazzamenti e si gioca su ritmi non troppo elevati. A decidere la gara il tiro dagli undici metri di João Pedro, arrivato all’undicesimo centro in campionato.

Rimane saldamente al quarto posto l’Al-Taawoun di Musa Barrow, mentre l’Al-Shabab colleziona la seconda sconfitta consecutiva e rimane a 41 punti in graduatoria.

Immagine

Al-Ahli 5 – 1 Abha

Nell’ultimo match di giornata l’Al-Ahli si abbatte sull’Abha e conquista la matematica certezza di giocare la prossima edizione della Asian Champions League. Situazione completamente differente per l’Abha, sempre più vicina alla retrocessione.

A condannare la formazione ospite ci pensa anche l’ex Milan Tatarusanu, complice di un paio di parere e diversi errori che hanno permesso all’Al-Ahli di dominare la gara. Tutto troppo facile per i biancoverdi che gestiscono l’intero match andando a segno ad inizio gara con la rete di Al-Buraikan su una respinta sbagliata del portiere rumeno.

Ad inizio seconda ripresa Al Johani apre le danze e la festa della banda di Jaissle può iniziare. Prima il centrocampista va a segno, poi Al Nabit ed infine le ex conoscenze del calcio europeo come Mahrez e Kessie. La rete della bandiera arriva al 91′ con lo sfortunato autogoal di Mendy: punizione fortissima dai 30 metri, il pallone sbatte prima sulla traversa, poi sulla schiena dell’ex Chelsea che infila in rete.

Immagine

Saudi Pro League: classifica e prossimo turno

POS.   PTS P W L D GF GA GD
1 Al Hilal Saudi FC 90 32 29 0 3 96 21 75
2 Al Nassr FC 78 32 25 4 3 94 38 56
3 Al Ahli SC 61 32 18 7 7 66 35 31
4 Al-Taawoun FC 55 32 15 7 10 49 34 15
5 Al Ittihad FC 51 32 15 11 6 57 49 8
6 Al Ettifaq FC 45 32 11 9 12 42 33 9
7 Al-Fayha 43 32 11 11 10 43 50 -7
8 Al Fateh SC 42 32 11 12 9 53 51 2
9 Al-Shabab FC 41 32 11 13 8 42 39 3
10 Damak Club 40 32 10 12 10 42 40 2
11 Al Khaleej Club 37 32 9 13 10 34 43 -9
12 Al Raed Club 35 32 9 15 8 40 48 -8
13 Al Wehda 35 32 10 17 5 43 57 -14
14 Al-Riyadh SC 31 32 7 15 10 29 54 -25
15 Al-Tai 31 32 8 17 7 33 59 -26
16 Al Okhdood 29 32 8 19 5 30 51 -21
17 Abha Club 29 32 8 19 5 35 84 -49
18 Al Hazem 21 32 3 17 12 31 73 -42

Prossimo turno:

Giovedì 23 maggio

Al Hilal 20:00 Al-Tai

Al-Riyadh 20:00 Al Nassr

AL Raed 20:00 Al-Ahli

Al-Ittihad 20:00 Damac

Al-Ettifaq 20:00 Al-Shabab

Al-Fayha 20:00 Al-Taawoun

AL Fateh 20:00 Al-Hazem

Al-Okhdood 20:00 AL Wehda

Abha 20:00 Al-Khaleej

Continua a leggere

Saudi Pro League

Gennaro Gattuso verso l’Arabia Saudita?

Pubblicato

il

Rino Gattuso avrebbe ricevuto un’offerta irrinunciabile dalla Saudi Pro League. L‘allenatore ex Napoli è pronto per una nuova esperienza.

Gattuso

Gattuso verso l’Arabia? La situazione

Secondo quanto riportato dall’esperto di mercato Nicolò Schira, il tecnico ex Olympique Marsiglia, al momento svincolato, dovrebbe rimettersi in pista in Arabia Saudita.

L’Al Taawoun, infatti, avrebbe fatto una ricchissima offerta al tecnico per convincerlo al trasferimento in Saudi Pro League. Gennaro Gattuso sarebbe tentato di accettare un’esperienza araba e prenderà presto la sua decisione.

Continua a leggere

Saudi Pro League

Saudi Pro League: Numeri Arabi – il recap della 31° giornata, Al Hilal campione!

Pubblicato

il

Saudi Pro League

26° appuntamento con Numeri Arabi, la rubrica settimanale di Calciostyle dedicata alla Saudi Pro League, il campionato più chiacchierato dell’estate.

Nuovo appuntamento con la Saudi Pro League assieme a Numeri Arabi, la rubrica settimanale di Calciostyle dedicata al campionato di massima serie saudita.

La 31° giornata di campionato si apre con la vittoria del titolo da parte dell’Al Hilal grazie ad un percorso ai limiti della perfezione con ben 29 vittorie e solamente due pareggi e con una differenza reti da far paura (+75). Continua a vincere in extremis l’Al Nassr di CR7 in casa dell’Al-Okhdood. Per la corsa al terzo posto tracollo dell’Al-Ittihad che in casa subisce una durissima sconfitta, mentre non va oltre lo 0-0 l’Al-Taawoun di Barrow contro l’Al-Riyadh. Fuga dell’Al-Ahli, che interrompe la striscia di vittorie consecutive dell’Al-Shabab. Pareggia anche l’Abha di Tatarusanu contro il più quotato Damac.

Saudi Pro League

31° giornata: Al Hilal finalmente campione, pesante tracollo al-Ittihad. Allungo Al-Ahli

Al-Fayha 2 – 2 AL Fateh

Sfida di metà classifica a Al-Majma’ah tra i padroni di casa dell’Al-Fayha e l’AL Fateh. Ad aprire le marcature ci pensa la formazione di casa con la rete del solito Sakala, arrivato al 17° centro in campionato e al settimo nelle ultime 5. Passaggio illuminante dell’ex Sampdoria Sabiri per l’inserimento centrale dell’attaccante, il quale riceve e scarica un potente sinistro rasoterra in porta per l’1-0 iniziale.

La risposta ospite arriva a due minuti dall’inizio della seconda frazione. Cross innocuo dalla destra di Baattia per Tavares. La difesa arancio-blu si addormenta e lascia colpire da due passi l’attaccante capoverdiano che non sbaglia.

A riportarsi in avanti sono i padroni di casa sempre con gli stessi interpreti, che stavolta fanno a cambio. Infatti stavolta è Sakala a servire fuori area Sabiri che fa partire un bolide terra aria sul quale l’estremo difensore avversario può solo vedersi infilare in rete.

Protagonista in negativo del match la difesa dell’Al-Fayha, che dopo aver regalato il primo goal, si addormenta anche sulla seconda rete messa a segno dal centrocampista Bendebka. Cross dalla destra a spiovere sul secondo palo, sul pallone svetta Al Najdi, che di testa indirizza al centro per il centrocampista che da pochi passi non sbaglia.

Pareggio che non aiuta nessuna delle due squadre, entrambe a quota 42 punti. Secondo pareggio consecutivo per l’AL Fateh.

Immagine

Al-Riyadh 0 – 0 Al-Taawoun

Terzo pareggio nelle ultime cinque per l’Al-Taawoun, che trova uno scialbo 0-0 anche contro l’Al-Riyadh quattordicesimo. I Lupi rischiano di veder svanire le ultime chance di conquistare il terzo posto e l’accesso alla prossima edizione della Champions League asiatica: a sei punti di distanza con solamente tre partite da giocare, l’Al-Taawoun spera nel miracolo.

Immagine

Al-Okhdood 2 – 3 Al Nassr

Ottava vittoria di fila per l’Al Nassr di Cristiano Ronaldo in casa dell’Al-Okhdood. Gli ospiti partono forte con un uno due micidiale: al 7′ Brozovic apre le marcature con un gran destro a giro da fuori area. Sette minuti più tardi i gialloblù raddoppiano con la 33esima rete in campionato dell’asso portoghese. Azione magistrale sulla destra, la difesa dell’Al-Okhdood recupera ma si addormenta e si fa sfilare il pallone da Al-Hassan, che serve in mezzo CR7 che da due passi non sbaglia.

La gara sembra essere virtualmente chiusa ma i padroni di casa prima accorciano le distanze al 60′ con Al Habib e poi 10 minuti dopo la parità. Punizione dalla trequarti, la difesa dell’Al Nassr ribatte e sulla palla vagante arriva il centrocampista che scarica un destro chirurgico all’angolino basso. La rete che porta la pareggio arriva con la botta da fuori di Godwin. La retroguardia del club gialloblù si impicca da sola e lascia il pallone alla disponibilità dell’attaccante che fa partire una bolide che si incastra sotto al sette.

In pieno recupero (91′) l’Al Nassr si riporta avanti con la doppietta personale dell’ex Inter Marcelo Brozovic. Cross dalla destra per CR7, l’asso portoghese svetta e colpisce la traversa. Sulla ribattuta la difesa avversaria spazza male e lascia vagare il pallone in area: ad avventarsi per primo è il centrocampista croato che in scivolata trova la rete del 2-3 finale.

Ennesima vittoria inutile per la classifica per l’Al Nassr, che oramai aspetta solamente la fine. Scivola in 16° posizione e in zona retrocessione l’Al-Okhdood, a pari punti con l’Al-Tai.

Immagine

Abha 0 – 0 Damac

Pareggio a reti bianche a Abha tra i padroni di casa e Damac. A mangiarsi le mani per il risultato finale è la formazione biancorossa, che recrimina il vantaggio per un calcio di rigore sbagliato dall’ex PSG Krychowiak al 16′.

L’Abha con questo punto esce dalla zona retrocessione, ad un solo punto dall’Al-Okhdood e l’Al-Tai. Quarto punto conquistato nelle ultime cinque partite per Damac.

Immagine

Al-Ittihad 0 – 5 Al-Ettifaq

Crollo totale dell’Al-Ittihad di Benzema (assente) in casa contro un travolgente Al-Ettifaq. Gli uomini di Gerrard partono fortissimo e chiudono la pratica in meno di un tempo. Pronti e via (5′) e Seko Fofana, ex Udinese, fa partire un bolide dai 35 metri che si va ad infilare nell’angolino sinistro in basso aprendo le danze di una prima frazione scoppiettante.

A spegnere qualsiasi speranza di una possibile rimonta dei padroni di casa bastano meno di 8 minuti (dal 31′ al 39′). Calcio di rigore a favore dell’Al-Ettifaq: dal dischetto si presenta Dembele che non sbaglia. 240 secondi dopo la banda di Gerrard cala il tris con un’azione molto elaborata con l’ex Villareal Toko Ekambi. Dembele alza lo scavino per l’inserimento in area di Wijnaldum, il centrocampista ex Liverpool davanti al portiere scarica per l’attaccante camerunense che da due passi insacca in rete.

Il poker del primo tempo lo firma sempre l’ex Villareal. Wijnaldum recupera fuori area un pallone, serve sulla destra Abdulrahman, il quale mette subito in mezzo per l’inserimento di Toko Ekambi, che in scivolata batte l’estremo difensore centrale.

Primo tempo spaziale degli uomini di Gerrard che, ad inizio secondo tempo, chiudono completamente la gara con la tripletta di Toko Ekambi. Contropiede fulminante da destra a sinistra con l’ex Udinese Fofana che serve l’ex Villareal, il quale batte il portiere avversario con un preciso tiro ad incrociare sul secondo palo.

Sale al sesto posto in classifica l’Al-Ettifaq, a -6 proprio dall’Al-Ittihad. I gialloneri, d’altro canto, hanno perso le ultime chance di tentare la conquista del terzo posto e della qualificazione alla prossima Champions League asiatica.

Immagine

Al-Khaleej 1 – 2 AL Wehda

Torna alla vittoria l’AL Wehda dopo più di un mese in casa dell’Al-Khaleej. La sfida tra l’undicesima e la dodicesima della classe la stappa alla mezz’ora di gioco Ighalo. Lancio nello spazio di capitan Bakshween per l’ex attaccante del Manchester United che in velocità supera prima il difensore, poi aggira l’estremo difensore avversario ed infine appoggia a porta vuota il suo 13° goal in campionato.

Nella seconda frazione l’Al-Khaleej trova la rete della parità con Sherif. Passaggio in profondità per Narey, il quale mette in mezzo per l’attaccante egiziano che fulmina sul primo palo l’estremo difensore avversario con un potente destro.

All’80’ cambia la gara. Calcio di rigore contro e espulsione per il difensore centrale dell’Al-Khaleej Masoud per doppia ammonizione. Dal dischetto si presenta nuovamente Ighalo che non sbaglia, mettendo a segno due reti nella sua centesima presenza in Saudi Pro League.

Con questa vittoria l’AL Wehda si avvicina all’Al-Khaleej, fermo a quota 36 punti. Periodo negativo dell’Al-Khaleej, che non trova vittoria dallo scorso 1 aprile.

Immagine

AL Hilal 4 – 1 Al-Hazem

Finalmente campioni! L’Al Hilal con 29 vittorie, solamente due pareggi  e con tre giornate d’anticipo conquista il 19° titolo della propria storia. Grazie al recupero del match contro l’Al-Ahli (6 maggio, vittoria per 2-1) agli Squali bastava un pareggio per laurearsi campioni d’Arabia, ma come ci ha abituato in tutta la stagione, è arrivata un’altra vittoria contro l’ultima della classe.

La migliore e la peggiore messe a confronto nel primo match point per il titolo. Come da pronostico non c’è partita: l’Al Hilal chiude la pratica nei primi 45 minuti di gioco.

Al 15′ viene assegnato un calcio di rigore a favore degli Squali: dal dischetto si presenta Mitrovic che non sbaglia, mettendo a segno la marcatura numero 25 in campionato. Nonostante la mole di occasioni create, la formazione di Jorge Jesus viene raggiunta dalla rete di Selemani. Triangolazione perfetta con Toze, il quale serve il numero 10 rossogiallo che con un sinistro preciso a giro batte l’ex Siviglia Bono.

Il pareggio degli ospiti dura solamente 4 minuti (39′) a causa del goffo autogoal di Al Juwaid. Pressione alta dell’Al Hilal che manda in confusione il centrocampista, il quale sbaglia completamente la forza del retropassaggio al portiere e lo scavalca con un beffardo pallonetto.

Le ultime due reti dei Campioni d’Arabia arrivano nel recupero del primo tempo. Al 45+3′ inserimento di Milinkovic-Savic sulla sinistra in area, palla in mezzo per Mitrovic che chiude sul primo palo la sua doppietta personale. Al 6′ minuto di recupero è l’ex Lazio ad andare in rete e calare il poker. Il serbo ruba un pallone davanti all’area, penetra e batte un’incolpevole Zaid.

Stagione da incorniciare quella degli uomini di Jorge Jesus grazie ad un letale attacco da 95 goal e una difesa rocciosa che ha concesso solamente 20 reti. Situazione completamente differente per l’Al-Hazem, sempre più vicino alla retrocessione matematica, che dovrebbe arrivare già nella prossima giornata.

Immagine

AL Raed 1 – 1 Al-Tai

Scialbo pareggio nella sfida salvezza tra i padroni di casa dell’AL Raed e l’Al-Tai. A sbloccare il match al King Abdullah Sport City Stadium ci pensano gli ospiti con l’incornata vincente di Al Nakhli. Punizione dalla destra in mezzo per la svettata del terzino destro che colpisce perfettamente in porta.

La rete del definitivo pareggio arriva nel secondo tempo (51′) con il bolide di Fouzair. Servito sulla destra dell’area da Sayoud, il numero 10 rossonero fa partire una bordata sotto l’incrocio che regala un punto importante ai suoi.

Posizioni confermate per entrambe le compagini che rimangono nella zona calda della classifica.

Immagine

Al-Shabab 1 – 2 Al-Ahli

Vittoria esterna importante per l’Al-Ahli in casa dell’Al-Shabab. Con i tre punti conquistati si avvicina sempre di più la conquista della terza posizione, valida per l’ultimo accesso alla prossima Asian Champions League.

Pronti e via e l’Al-Shabab si porta in vantaggio con la rete dell’ex Atletico Madrid Yannick Carrasco. La difesa biancoverde spazza male su un cross dalla destra, il belga raccoglie il pallone a fa partire un destro chirurgico sul secondo palo dove non può nulla Mendy.

La risposta della terza forza del campionato arriva al 10′ minuto di recupero con un altro eurogoal. Stavolta tocca all’ex Milan Kessie trovare la via della rete con un gran destro da fuori area. Nella seconda frazione l’Al-Ahli mette la testa avanti con l’ex Liverpool Firminio. Errore grossolano della difesa di casa che perde un pallone pericolosissimo vicino all’area piccola: recupera Al-Buraikan che serve il brasiliano che a porta vuota non può sbagliare.

Tre punti importanti per l’Al-Ahli, mentre si ferma la striscia di risultati utili consecutivi, che durava dal 30 marzo, dalla sconfitta per 3-4 contro i Campioni d’Arabia dell’Al Hilal.

Immagine

Saudi Pro League: classifica e prossimo turno

POS.   PTS P W L D GF GA GD
1 Al Hilal Saudi FC 89 31 29 0 2 95 20 75
2 Al Nassr FC 77 31 25 4 2 93 37 56
3 Al Ahli SC 58 31 17 7 7 61 34 27
4 Al-Taawoun FC 52 31 14 7 10 48 34 14
5 Al Ittihad FC 50 31 15 11 5 56 48 8
6 Al Ettifaq FC 44 31 11 9 11 41 32 9
7 Al Fateh SC 42 31 11 11 9 52 48 4
8 Al-Fayha 42 31 11 11 9 42 49 -7
9 Al-Shabab FC 41 31 11 12 8 42 38 4
10 Damak Club 39 31 10 12 9 41 39 2
11 Al Khaleej Club 36 31 9 13 9 33 42 -9
12 Al Wehda 35 31 10 16 5 43 56 -13
13 Al Raed Club 32 31 8 15 8 39 48 -9
14 Al-Riyadh SC 30 31 7 15 9 28 53 -25
15 Abha Club 29 31 8 18 5 34 79 -45
16 Al Okhdood 28 31 8 19 4 29 50 -21
17 Al-Tai 28 31 7 17 7 30 58 -28
18 Al Hazem 20 31 3 17 11 30 72 -42

Prossimo turno:

Giovedì 16 maggio

Al-Tai 17:00 AL Fateh

AL Wehda 20:00 AL Raed

Al-Khaleej 20:00 Al-Ittihad

Venerdì 17 maggio

Damac 17:00 Al-Fayha

Al-Ettifaq 20:00 Al-Okhdood

Al Nassr 20:00 Al Hilal

Sabato 18 maggio

Al-Hazem 17:00 Al-Riyadh

Al-Taawoun 17:00 Al-Shabab

Al-Ahli 20:00 Abha

Continua a leggere

Ultime Notizie

Serie A6 minuti fa

Napoli-Lecce, probabili formazioni e dove vederla

Visualizzazioni: 28 Napoli-Lecce, match valido per la 38ª giornata di Serie A 2023/24, si giocherà allo stadio Gewiss Maradona di...

Serie A16 minuti fa

Atalanta-Torino, probabili formazioni e dove vederla

Visualizzazioni: 40 Al Gewiss si prospetta una festa per i padroni di casa e l’occasione della vita per gli ospiti,...

Fiorentina Fiorentina
Conference League26 minuti fa

Fiorentina: Atene chiama, Commisso risponde presente

Visualizzazioni: 48 Fiorentina: il Presidente Commisso sarà presente ad Atene per sostenere i suoi ragazzi nella importantissima finale di Conference...

Genoa, Gilardino Genoa, Gilardino
Calciomercato46 minuti fa

Genoa, Vitinha convince: società a lavoro

Visualizzazioni: 66 Il Genoa è a lavoro per accontentare Gilardino e prolungare il prestito di Vitinha anche nella prossima stagione....

Calciomercato1 ora fa

Sassuolo, duello con la Fiorentina per il nuovo allenatore

Visualizzazioni: 136 Il Sassuolo è pronto a ricominciare dalla Serie B e punta dritto alla risalita. Per la panchina c’è...

Calciomercato1 ora fa

Napoli, la lista dei partenti cresce: via altri due titolari

Visualizzazioni: 133 Il presidente De Laurentiis sta preparando una vera e propria rivoluzione tra panchina e rosa. Sulla lista delle...

Monaco, un giocatore lascia dopo 5 stagioni Monaco, un giocatore lascia dopo 5 stagioni
Ligue 12 ore fa

Monaco, un giocatore è giunto ai titoli di coda

Visualizzazioni: 77 Monaco, un giocatore chiave del club francese si appresta a lasciare il club, dopo 5 stagioni di onorato...

Serie A2 ore fa

Juventus – Monza, le formazioni ufficiali

Visualizzazioni: 105 Juventus-Monza, allo Stadium si chiude la stagione per bianconeri e brianzoli. Le scelte ufficiali dei due allenatori. Juventus...

Fiorentina Fiorentina
Nazionale2 ore fa

Raiola, agente Bonaventura: “Gli è stato tolto un sogno”

Visualizzazioni: 129 Enzo Raiola, procuratore di Giacomo Bonaventura, torna sul tema pre-convocati in vista dell’Europeo dicendosi sorpreso dalla esclusione del...

Atalanta, Teun Koopmeiners Atalanta, Teun Koopmeiners
Calciomercato2 ore fa

Juventus, l’agente di Koopmeiners: “Futuro? Lo seguono in tanti”

Visualizzazioni: 121 Bart Baving, l’agente di Koopmeiners, ha parlato del futuro del suo assistito, dichiarando che la Juventus non è...

Le Squadre

le più cliccate