I nostri Social

Esteri

Born in the MLS – viaggio nel campionato d’oltreoceano #2

Pubblicato

il

Born in the MLS

Secondo appuntamento con Born in the MLS – viaggio nel campionato d’oltreoceano, la rubrica settimanale di Calciostyle sulla MLS. Ecco il punto sul 2° weekend.

In un paese dove il calcio non la fa da padrone, c’è una competizione che unisce tutti gli stati da Est a Ovest. La Major League Soccer non è, come molti credono, la pensione del calcio europeo; bensì è una festa, un momento di aggregazione, il modo di vivere lo sport in maniera genuina gustandosi allo stesso tempo un grande spettacolo.

Il gioco importato dall’Europa sta spopolando e oggi più che mai sta toccando il suo picco di popolarità. Tante star e talenti emergenti sono pronti a scendere in campo. This is MLS.

Indice

El Pistolero torna a sparare, doppietta anche per Messi. Insigne regala 3 punti a Toronto, Arango colpisce ancora.

Minnesota-Columbus Crew 1-1 (59′ Cucho, 90’+5 Oluwaseyi)

Minnesota Columbus Crew

Frenano all’ultima curva i campioni in carica e lasciano due punti in Minnesota. Entrambe le squadre hanno vinto all’esordio e vogliono mantenere il punteggio pieno.

Primo tempo divertente, con occasioni da entrambe le parti e i portieri protagonisti.

La ripresa si apre con un gol annullato agli ospiti per offside dopo la conclusione di Cucho Hèrnandez.

Cucho che al 59′ sblocca il match con un destro preciso dal limite dell’area, che si infila all’angolo sinistro dopo aver raccolto la sponda di Yeboah su lancio di Arfsten.

Padroni di casa che reagiscono sfiorando più volte il pareggio, soprattutto da calcio piazzato. Finché nel minuto di recupero un batti e ribatti in area fa schizzare il pallone verso il neo entrato Oluwaseyi.

L’esterno raccoglie sul lato corto dell’area piccola e si orienta per il cross trovando però una traiettoria che si insacca all’incrocio dei pali.

Pareggio all’ultimo respiro e 1 punto a testa.

Real Salt Lake – Los Angeles FC 3-0 (18′, 42′ Gòmez, 45’+5 Arango)

Real Salt Lake

LAFC fa visita nello Utah Salt Lake City. Dopo l’ottima prestazione all’esordio vuole ripetersi per continuare a rincorrere il titolo.

Il match viene sospeso dopo 3 minuti per una bufera di neve imminente.

Una volta ripresa la partita, è Salt Lake a prendere il controllo del gioco e al 17esimo passa in vantaggio grazie all’inserimento dalla destra di Gòmez che servito da Arango anticipa l’intervento di Ocampos e fredda Lloris.

Lo stesso Gòmez protagonista pochi minuti dopo con un altro gol, ma l’assistente annulla per posizione di offside. Al 42′ ancora il colombiano che, in seguito a un cross dalla destra, pesca Luna in area di rigore: che servito da due passi non sbaglia.

Il tris arriva nel recupero del primo tempo con Gòmez che appoggia per Luna in sovrapposizione, palla al centro per Arango che in spaccata batte Lloris per la terza volta.

Nella ripresa LA prova ad abbozzare una reazione, ma MacMath chiude la saracinesca e impedisce ogni tentativo da parte degli ospiti. Prima vittoria per Salt Lake.

Inter Miami – Orlando City 5-0 (4′, 11′ Sùarez, 29′ Taylor, 57′, 62′ Messi)

Inter Miami

Il club di Beckham vuole continuare il trend positivo dopo i 4 punti nelle prime 2 partiteOrlando pronto a fare il colpaccio.

Match che si mette subito in discesa per Messi e compagni, con l’argentino che smista a destra per Gressel che da uno sguardo al centro e serve a Sùarez il pallone che l’uruguaiano, di prima intenzione, trasforma nel primo gol in MLS.

Dopo 11 minuti l’ex Barca Liverpool si ripete con un’azione sviluppata da Jordi Alba Taylor, insieme proprio a Sùarez, che infine scambia con Gressel e infila nuovamente Gallese con un sinistro incrociato.

Inter Miami che continua a spingere e al 29esimo trova il tris con uno scatenato Gressel, che elude la trappola del fuorigioco di Orlando e manda ancora Sùarez in campo aperto. Il n°9 serve Taylor che a porta vuota insacca.

La prima frazione si chiude con i rosa in vantaggio di 3 reti. La ripresa segue lo stesso copione, tanto che al 57′ Jordi Alba si mette in proprio e va in progressione per poi scambiare con Sùarez e concludere con lo scavetto che rotola verso la linea di porta quando Jansson cerca di rinviare colpendo in pieno la traversa. Il pallone si alza a campanile, su cui si avventa Messi che di petto appoggia per il 4-0.

Pochi minuti dopo Gòmez intercetta un pallone a centrocampo, spalancando il contropiede. El pistolero parte in campo aperto e crossa col sinistro per l’accorrente Messi, che dalla parte opposta di testa segna il pokerissimo.

Inter Miami conserva l’imbattibilità, prima sconfitta per Orlando City.

Vancouver Whitecaps – Charlotte 1-1 (31′ Tavares, 45’+5 Raposo)

Vancouver Charlotte

Padroni di casa all’esordio in questa stagione di MLS dopo il turno di riposo dello scorso weekend. Charlotte per mantenere il punteggio pieno dopo la vittoria su New York City.

Partita divertente, che si sblocca alla mezz’ora con un errore in costruzione di Raposo che regala il pallone a Westwood. Palla per Dejagere, che mette in mezzo per Copetti col n°9 che lascia scorrere per l’accorrente Tavares: ospiti in vantaggio.

I padroni di casa non mollano e al 5° minuto di recupero del primo tempo trovano il pari grazie a una palla scodallata da Vite, che raccoglie il pallone messo fuori dalla difesa a seguito di un corner e pesca Raposo sul secondo palo che da dentro l’area piccola insacca.

Seconda frazione caratterizzata dall’assalto di Vancouver alla ricerca del vantaggio, ma Kahlina si oppone, con la complicità di Privett, ai continui tentativi degli Whitecaps. Match che termina in pareggio.

Chicago Fire – Cincinnati 1-2 (39′ Boupendza, 45′ Shaqiri, 68′ Robinson)

Chicago Cincinnati

MLS

Dopo il pareggio con Philadelphia, tornano in campo i Fire in quello che è il debutto casalingo nella stagione di MLS. Di fronte Cincinnati, reduce dal pareggio con Toronto.

Ospiti pericolosi per tutta la prima frazione con i guizzi di Acosta BairdBradv chiude la porta, ma non può nulla sul sinistro preciso di Bounpendza che sfrutta l’errore di Czichos in fase di disimpegno.

Al 45′ ci pensa Shaqiri a rimettere in corsa i suoi, grazie a un calcio di rigore che trasforma senza problemi.

Cincinnati continua a spingere anche nella ripresa, nonostante Chicago sia sempre più in crescita col passare dei minuti. Tuttavia, da corner a 20 minuti dalla fine, gli ospiti tornano in vantaggio grazie alla zampata di Robinson nel cuore dell’area di rigore. Cincinnati che dunque mantiene l’imbattibilità e sale a 4 punti.

FC Dallas – CF Montreal 1-2 (20′ Vilsaint, 45’+1 Musa, 60′ Martìnez)

Dallas Montreal

MLS

Dopo la grande vittoria arrivata a tempo scaduto, altro impegno casalingo per Dallas che vuole assoultamente ripetersi. Di fronte Montreàl, che viene dal pareggio con Orlando City.

Ospiti costretti al primo cambio dopo nemmeno 10 minuti per l’infortunio di Opoku, che viene sostituito da Vilsaint. Al 20′ è proprio il neo entrato a sbloccare la gara, con un destro di prima intenzione dal limite dell’area a seguito della sponda di Còccaro che ha raccolto un cross dalla destra di Ruan.

Montreàl continua l’offensiva e sfiora il raddoppio in un paio di occasioni.

All’inizio del recupero del primo tempo, però, è Dallas a trovare il pari, grazie all’invenzione di Fraser che dalla trequarti lancia per Kamungo. L’esterno appoggia di testa al centro per Musa che pareggia i conti.

Nella ripresa il match si accende con occasioni da entrambe le parti, ma sono gli ospiti a colpire nuovamente. Il neo entrato Josef Martìnez attacca la profondità, dettando il passaggio a Ruan che con un filtrante preciso pesca l’attaccante venezuelano per il nuovo vantaggio Montreàl.

I padroni di casa non mollano e si gettano all’attacco alla ricerca del nuovo pari, ma sbattono inesorabilmente contro Sirois che si traveste da Superman e compie un intervento clamoroso su Sealy: togliendo dalla porta il colpo di testa dell’avversario.

Canadesi che si portano a 4 punti e mantengono l’imbattibilità.

Houston Dynamo – New York Red Bulls 1-2 (7′ Aliyu, 43′ Manoel, 59′ Morgan)

Houston Dinamo New york Redbull

MLS

Secondo match casalingo per Houston che ospita i Redbull di New York.

Per la Dinamo si mette subito in discesa grazie ad Aliyu, che riceve l’ottimo lancio a tagliare il campo di Carrasquilla e segna il suo secondo gol in MLS nel 2024. Forsberg e compagni reagiscono, ma i legni dicono ancora una volta no: è già record per i Redbulls dopo due partite.

Il match prosegue senza particolari emozioni fino al tramonto del primo tempo, quando Forsberg riceve tra le linee e apre per Vanzeir che crossa pescando Manoel sul secondo palo. Egli segna nonostante l’intervento parziale di Clark.

Nel secondo tempo New York prende coraggio e metri, tanto che al 59′ un errore in impostazione di Artur spalanca il campo per Morgan che controlla e scarica un poderoso sinistro sotto la traversa. Rimonta completata per i RedbullsHouston va vicino al pareggio ma non lo trova, a causa di un legno e gli interventi di Coronel.

Prima vittoria per gli ospiti che si portano a 4 puntiHouston che resta a 1.

Sporting Kansas City – Philadelphia Union 1-1 (19′ Walter, 90’+5 Bedoya)

Philadelphia

Entrambe le squadre vengono da un pareggio e si sfidano nel catino di Kansas City.

Il match potrebbe mettersi subito in discesa per i padroni di casa, ma un fuorigioco strozza l’esultanza di tifosi e giocatori. Poco male visto, che al 20′ una discesa di Russel dalla destra porta il pallone al limite dell’area e, dopo il tocco di Davis, giunge a Walter, che se la sistema e calcia col sinistro baciando il palo e trovando il gol del vantaggio.

Kansas domina la prima frazione senza concedere niente a Philadelphia. Il secondo tempo si apre con gli ospiti più intraprendenti, ma maldestri negli interventi che costano diverse ammonizioni.

I padroni di casa continuano l’assalto alla ricerca del raddoppio, ma, proprio quando sembrava finita, all’ultimo respiro *da corner e complice l’uscita non precisa di Melia)arriva il tap in di Bedoya che strappa il pareggio. Entrambe le squadre salgono a 2 punti in classifica.

St. Louis City – New York City 2-0 (35′ Pompeu, 72′ Adeniran)

St. Louis New York

I padroni di casa vogliono regalare ai propri tifosi la prima gioia stagionale, mentre per New York City è necessario un cambio di rotta.

Dai primi minuti è St.Louis a fare la partita, con aggressività e pressing per riconquistare il pallone nella metà campo avversaria.

Questa tattica si rivela efficace al 35′ quando Jackson recupera e serve Pompeu, che si incunea nella difesa di New York e con uno slalom gigante si porta al limite dell’area infilando Freese sul primo palo.

Anche nella ripresa gli uomini di Carnell continuano a creare ma senza trovare il raddoppio.

Al 72′ ancora Pompeu riceve palla sulla corsia di sinistra e con un filtrante serve Adeniran, che da posizione defilata calcia sul primo palo col sinistro e trova il gol del 2-0 che chiude definitivamente la partita.

Colorado Rapids – Nashville SC 1-1 (47′ A.G. Moore, 90′ Bunbury)

Colorado Nashville

Dopo la batosta di Portland, tornano in campo i Rapids per la prima volta davanti al proprio pubblico. Nashville avversario tosto e affamato di punti.

I gialli provano subito a farsi pericolosi e portano la maggior parte delle occasioni che caratterizzano la prima frazione.

Nella ripresa però è Colorado a partire forte, con Mihailovic che lancia Harris sulla corsia di destra. Il n°14 crossa al centro dell’area, dove arriva il difensore degli ospiti Moore che, nel tentativo di mettere il pallone in corner, schiaccia di testa scavalcando il proprio portiere.

Rapids sembrano in controllo della partita tanto che sfiorano il raddoppio sfruttando gli errori della difesa di Nashville. Gli ospiti però non mollano e a qualche minuto dal recupero, sugli sviluppi di corner, Lewis controlla con un braccio in area e regala il penalty ai gialli.

Dal dischetto si presenta Bunbury che spiazza Steffen evitando la sconfitta ai suoi. 1 punto a testa in Colorado.

Portland Timbers – DC United 2-2 (18′ Asprilla, 61′ Moreno, 72′ Klich, 82′ Fletcher)

Portland

MLS

Porltand sogna dopo la roboante vittoria contro ColoradoD.C. United si affida ancora a Benteke.

I padroni di casa si portano in vantaggio dopo 17 minuti grazie alla bella giocata di Moreno, che arriva fino in area e serve Asprilla: il colombiano da due passi non sbaglia.

Nella ripresa gli ospiti prendono coraggio e vanno molto vicino al pareggio con un palo e un errore sotto porta di Ku-Dipietro. Errori che costano molto caro alla squadra di Washington, che incassa il secondo gol al termine di un batti e ribatti in area che favorisce Moreno: bravo a colpire al volo indirizzando il pallone sotto le gambe di Bono.

Gli ospiti però non mollano e riaprono la partita su calcio di rigore assegnato per un fallo di mano di Chara. Dal dischetto va Klich che spiazza Crèpeau.

D.C. che sale in cattedra ma fallisce più volte l’appuntamento col pareggio, che arriva a 10 minuti dalla fine con il cambio di gioco di Pedro Santos che trova Hopkins. Sovrapposizione di Herrera, che riceve e mette una palla tesa in mezzo che supera Crèpeau e trova Fletcher sul secondo palo. 2-2.

La squadra di Washington riprende il match per i capelli e porta a casa un punto importante.

San Jose Earthquakes – Los Angeles Galaxy 1-3 (18′ Paintsil, 43′ Joveljic, 48′ Riqui Puig)

LA Galaxy

MLS

Padroni di casa che vengono dalla sconfitta di Dallas, mentre i Galaxy rimpiangono il pareggio subito da Messi nei minuti finali. Derby della California che alza il sipario.

Gli ospiti sbloccano il match dopo nemmeno 20 minuti grazie a Paintsil, che inizia l’azione dalla destra e scambia con Delgado portandosi il pallone sul sinistro e infilando Daniel.

Al 42′ Galaxy trovano il raddoppio con una splendida combinazione che lancia Painstil sulla fascia, pallone al centro per Joveljic che non sbaglia per lo 0-2.

La ripresa inizia come era finita la prima frazione. LA vola nella metà campo avversaria, ma questa volta è Fagùndez a inserirsi sulla fascia toccando per Joveljic. L’attaccante mette la palla dietro per Riqui Puig, che a porta vuota cala il tris.

Reazione d’orgoglio di San José, che trova il gol della bandiera grazie a Judd che è il più lesto a sfruttare la respinta corta della difesa in seguito agli sviluppi di un corner.

Gli ospiti però resistono e portano a casa 3 punti.

Seattle Sounders – Austin FC 0-0

Seattle Austin

Seattle arriva Austin. Entrambe le squadre arrivano da una sconfitta e desiderano rialzare la testa con 3 punti.

Pubblico delle grandi occasioni per il debutto casalingo dei Sounders.

Primo tempo dominato dai padroni di casa, che vanno vicini al vantaggio in più occasioni senza però centrare il bersaglio grosso.

Austin mai veramente pericoloso e Seattle che anche nella ripresa non smette di attaccare. Morris e Vargas i più attivi, ma senza la precisione necessaria per colpire.

Merito di uno Stuver in stato di grazia, il muro di Austin regge fino al 90esimo. Complice la traversa colpita dai Sounders nell’ultimo giro di orologio, il match termina a reti bianche.

New England Revolution – Toronto FC 0-1 (27′ Insigne)

new england toronto MLS

Nel New England Revolutions cercano riscatto dopo la tripletta di Benteke WashingtonToronto deciso a tornare protagonista.

Canadesi che prendono da subito le redini della partit. Nonostante qualche acuto dei padroni di casa, dopo 27 minuti riescono anche a sbloccarla per merito del famoso tir’a gir’ di Lorenzo Insigne che raccoglie una palla vagante respinta dalla difesa e dalla sua mattonella non perdona.

Poco dopo arriverebbe anche il raddoppio, ma causa offside la rete viene annullata.

Nella ripresa sono i New England a guidare il gioco, creando occasioni per trovare il pari. La difesa regge, ma gli interventi decisivi di Johnson su Gil e Polster fissano il risultato sullo 0-1.

Prima vittoria per Toronto e seconda sconfitta per i revolution.

Classifica e prossimo turno di MLS

EASTERN CONFERENCE MLS

Squadra Pa Vi Pa Pe G+ G- Pun
1 Inter Miami 3 2 1 0 8 1 7
2 DC United 2 1 1 0 5 3 4
3 Charlotte FC 2 1 1 0 2 1 4
4 Cincinnati 2 1 1 0 2 1 4
5 Columbus Crew 2 1 1 0 2 1 4
6 Montreal Impact 2 1 1 0 2 1 4
7 New York RB 2 1 1 0 2 1 4
8 Toronto 2 1 1 0 1 0 4
9 Philadelphia Union 2 0 2 0 3 3 2
10 Nashville 2 0 2 0 1 1 2
11 Chicago Fire 2 0 1 1 3 4 1
12 Orlando City 2 0 1 1 0 5 1
13 Atlanta United 1 0 0 1 0 1 0
14 New England Revolution 2 0 0 2 1 4 0
15 New York City 2 0 0 2 0 3 0

WESTERN CONFERENCE MLS

Squadra Pa Vi Pa Pe G+ G- Pun
1 Portland Timbers 2 1 1 0 6 3 4
2 Los Angeles Galaxy 2 1 1 0 4 2 4
3 St. Louis City 2 1 1 0 3 1 4
4 Real Salt Lake 3 1 1 1 4 3 4
5 Minnesota United 2 1 1 0 3 2 4
6 Dallas 2 1 0 1 3 3 3
7 Los Angeles FC 2 1 0 1 2 4 3
8 Sporting Kansas City 2 0 2 0 2 2 2
9 Vancouver Whitecaps 1 0 1 0 1 1 1
10 Houston Dynamo 2 0 1 1 2 3 1
11 Austin FC 2 0 1 1 1 2 1
12 Seattle Sounders 2 0 1 1 1 2 1
13 Colorado Rapids 2 0 1 1 2 5 1
14 San Jose Earthquakes 2 0 0 2 2 5 0

PROSSIMO TURNO

Sabato, 9 Marzo 2024
New York City 20:00 Portland Timbers
Toronto 20:00 Charlotte FC
Domenica, 10 Marzo 2024
Atlanta United 01:30 New England Revolution
Columbus Crew 01:30 Chicago Fire
New York RB 01:30 Dallas
Orlando City 01:30 Minnesota United
Philadelphia Union 01:30 Seattle Sounders
Austin FC 02:30 St. Louis City
Real Salt Lake 03:30 Colorado Rapids
Los Angeles FC 04:30 Sporting Kansas City
San Jose Earthquakes 04:30 Vancouver Whitecaps
Cincinnati 20:00 DC United
Nashville 20:00 Los Angeles Galaxy
Inter Miami 22:00 Montreal Impact

Esteri

Il Coventry a un passo dalla storia, ma alla fine sarà City-United

Pubblicato

il

Al Coventry non riesce l’impresa. Dopo il 3-3 nei 120 minuti, lo United passa ai rigori e troverà il City in finale di F.A. Cup.

Coventry eroico, da 0-3 a 3-3!

Il calcio inglese ci ha regalato quella che (forse) è stata la partita dell’anno. Un susseguirsi continuo di emozioni e ribaltamenti, come solo l’F.A. Cup sa offrire. E dire che la partita sembrava finita, quando il Manchester United si era portato su un parziale di 3 a 0.

La rete in avvio di partita di McTominay, poi il colpo di testa di Maguire a fine primo tempo. Il gol (fortunoso) di Bruno Fernandes a inizio ripresa avrebbe potuto stendere un cavallo, ma non una piccola squadra del West Midlands che culla il sogno di giocare la prima finale nazionale della propria storia.

Prima la rete di Simms, quindi quella di O’Hare (con evidente deviazione) a riaprire la partita e a regalarci un finale di fuoco. Quindi, all’ultimo minuto di recupero, il calcio di rigore (concesso dal VAR) per un fallo di mano di Wan-Bissaka e trasformato da Wright che manda la partita ai supplementari.

F.A. Cup

Photo Source: Manchester United Facebook.

F.A. Cup, la finale sarà City-United

Nei trenta minuti supplementari le squadre si allungano. Una traversa (con tanto di rimbalzo sulla linea di porta) per parte: quella di Fernandes per lo United e di Simms per il Coventry City. Quindi la grande occasione sprecata da Wright, nel finale del secondo tempo supplementare, con un diagonale che finisce fuori di poco.

Ma il Coventry l’aveva praticamente vinta, poiché all’ultimo minuto del secondo supplementare viene annullato dal VAR il gol del 4-3 segnato da Torp per un fuorigioco millimetrico di Wright. Il Coventry va in Paradiso prima di essere rispedito al Purgatorio e quindi nell’Inferno calcistico della crudele lotteria dei rigori.

Il calcio dà, ma il calcio sa anche togliere. Eppure quando Casemiro sbaglia il primo rigore degli shoot-out il più sembra fatto per gli underdog di giornata. Invece prima O’Hare (probabilmente il giocatore più tecnico della squadra) e poi capitan Sheaf cancellano il sogno dagli occhi dei sostenitori Sky Blues.

Il rigore decisivo, quello che porterà i Red Devils nuovamente a Wembley per giocare la finale di F.A. Cup contro il Manchester City, lo segna l’ex-Atalanta Hojlund. Il Coventry torna a casa, rammaricato e sconfitto, ma orgoglioso di averci regalato l’ennesima favola calcistica made in England.

Continua a leggere

Premier League

Nottingham Forest, scoppia la polemica: “L’arbitro VAR è tifoso del Luton Town”

Pubblicato

il

Nottingham Forest

Il Nottingham Forest ha perso la sua partita per 2-0 contro l’Everton scatenando polemiche. La squadra si è vista negare 3 rigori ed è arrivata l’accusa al VAR.

Nottingham Forest, dura accusa nei confronti del VAR

Le accuse si basano sull’arbitro responsabile della sala VAR che secondo il Forest sarebbe un tifoso del Luton Town.

In particolare, sono contestati 3 episodi che avrebbero potuto assegnare dei calci di rigore decisivi per lo svolgimento della partita. I Tricky Trees sono coinvolti nella lotta alla salvezza proprio con il Luton. Motivo per cui sono iniziati i sospetti.

nottingham forest

Inoltre, nel comunicato si legge anche della richiesta fatta nei giorni scorsi dai dirigenti del Nottingham alla FA di cambiare il direttore VAR designato proprio a causa della nota fede calcistica.

Di seguito il comunicato:

Tre decisioni estremamente sbagliate, tre rigori non concessi che semplicemente non possiamo accettare. Avevamo avvisato prima della partita l’osservatorio della Premier League che il VAR è tifoso del Luton ma non lo hanno sostituito. La nostra pazienza è stata messa più volte alla prova. Adesso il Nottingham Forest valuterà le opzioni a sua disposizione“.

Minaccia di azioni legali da parte del club inglese che grida allo scandalo e intende costituirsi parte lesa.

Continua a leggere

Premier League

Everton, paura per Beto: esce in barella con l’ossigeno

Pubblicato

il

udinese

L’attaccante brasiliano ex Udinese Beto è uscito in barella dopo un violento scontro di gioco durante il match con il Nottingham Forest. Le sue condizioni.

Everton, Beto esce in barella: come sta

Al tramonto del match vinto poi dall’Everton per 2-0 contro il Nottingham Forest si sono susseguiti attimi di panico quando Beto, nel tentativo di vincere un duello aereo, è stato colpito duramente per poi cadere in malo modo sul terreno di gioco.

beto everton

Il giocatore avrebbe perso subito i sensi allarmando immediatamente compagni e direttore di gara che ha subito chiamato il primo soccorso sul terreno di gioco.

I sanitari hanno poi fornito all’attaccante una mascherina per l’ossigeno in modo da permettere alla respirazione di continuare sino all’arrivo in ambulanza.

L’ex Udinese ha poi fatto segno di sentirsi bene (come N’Dicka) per non destare troppe preoccupazioni. A seguire l’Everton ha emesso un comunicato sulle sue condizioni:

Possiamo confermare che Beto ha perso i sensi ed è stato portato in ospedale per precauzione. Siamo tutti con te, grand’uomo”.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Del Piero Del Piero
Serie A6 ore fa

Juventus, Del Piero: “Allegri? Mi pare tutto abbastanza evidente”

Visualizzazioni: 530 Alessandro Del Piero ha parlato ai Laureus Awards a Madrid a proposito di Allegri e del rendimento che...

Esteri6 ore fa

Il Coventry a un passo dalla storia, ma alla fine sarà City-United

Visualizzazioni: 394 Al Coventry non riesce l’impresa. Dopo il 3-3 nei 120 minuti, lo United passa ai rigori e troverà...

Serie A7 ore fa

Monza – Atalanta, le formazioni ufficiali

Visualizzazioni: 536 Monza-Atalanta, allo U-Power Stadium va in scena un interessante derby lombardo. Le scelte ufficiali dei due allenatori. Monza...

Nottingham Forest Nottingham Forest
Premier League7 ore fa

Nottingham Forest, scoppia la polemica: “L’arbitro VAR è tifoso del Luton Town”

Visualizzazioni: 466 Il Nottingham Forest ha perso la sua partita per 2-0 contro l’Everton scatenando polemiche. La squadra si è...

Cannavaro Cannavaro
Serie A7 ore fa

Udinese, Fabio Cannavaro sarà il nuovo allenatore

Visualizzazioni: 596 L’Udinese ha già trovato il sostituto di Gabriele Cioffi. Fabio Cannavaro sarà il nuovo allenatore dei friulani, domani...

Calciomercato7 ore fa

Roma, Karsdorp verso la cessione: c’è la destinazione

Visualizzazioni: 847 La Roma è ancora alla ricerca di un nuovo DS ma intanto urge la gestione di alcune situazioni...

udinese udinese
Premier League8 ore fa

Everton, paura per Beto: esce in barella con l’ossigeno

Visualizzazioni: 566 L’attaccante brasiliano ex Udinese Beto è uscito in barella dopo un violento scontro di gioco durante il match...

Juventus, Federico Chiesa, Roma Juventus, Federico Chiesa, Roma
Calciomercato8 ore fa

Roma, per l’estate si scalda la pista Chiesa

Visualizzazioni: 823 La Roma, confermato De Rossi anche per il prossimo anno, incomincia a sondare il terreno per i colpi...

Chelsea Chelsea
Premier League8 ore fa

Chelsea, Thiago Silva sul futuro: “Ho preso la mia decisione”

Visualizzazioni: 713 Il difensore del Chelsea Thiago Silva ha parlato in seguito alla semifinale di FA Cup persa contro il...

Sarri Sarri
Serie A9 ore fa

Atalanta, i convocati per il Monza. La decisione su Scalvini

Visualizzazioni: 598 Gianpiero Gasperini ha diramato la lista dei convocati per la trasferta di Monza. Gara importante in chiave europea...

Le Squadre

le più cliccate