Il gigante Lukaku castiga al 119′ una buona Fiorentina. Ai quarti di Coppa Italia accede la squadra di Conte dove affronterà il Milan nell’ennesima edizione del Derby meneghino. Una Fiorentina che nel secondo tempo si è svegliata, dopo un primo tempo da ritmo partita da dopolavoro, e ha giocato un’ottima partita. Corsa, coraggio e occasioni con alcuni giocatori sugli scudi come Castrovilli e Ambarat. Prandelli forse si morderà le dita confrontando la seconda parte di gara rispetto al poco messo in campo nel primo tempo: una Viola che non ha saputo approfittare di un Inter scesa in campo con molte riserve, che poi sarebbero la maggior parte titolari anche nella squadra gigliata. Al 36′ del primo tempo l’arbitro Massa, coaudivato dal Var, s’inventa un rigore per i nerazzurri che Vidal realizza. Un primo tempo avaro di emozioni. Nella ripresa Lautaro dopo pochi secondo sbaglia il raddoppio su liscio di Quarta e pochi minuti dopo Kouamè con un lampo pareggia i conti. Da qui fino al 119′ è un continuo ribaltamento di fronte, Conte inserisce l’artiglieria pesante, Lukaku, Hakimi e Barella, e crea sicuramente le occasioni più pericolose che Terracciano respinge con bravura. La Viola non sta a guardare e macina gioco e occasioni, seppur non così clamorose come quelle dell’Inter. Fino al 119′ quando Lukaku di mestiere di libera in area e porta l’Inter ai quarti.

Le pagelle

Terracciano 6,5 – Respinge goffamente, anche se c’era stata una deviazione, sul tiro che ha portato al rigore di Sanchez, che aveva già tirato… Poi bravissimo in diverse occasioni.

Milenkovic 6,5 – Da Capitano respinge con precisione e puntualità gli attacchi nerazzurri.

Quarta 6 –  Mezzo voto in meno per il liscio ad inizio ripresa che poteva decidere da subito la gara, per il resto una prestazione sopra le righe. Leggero nel contrastare Lukaku nel finale.

Igor 7 – Imperioso e sicuro. Lo scudiero di Prandelli cresce gara dopo gara. Si concede, forse, qualche libertà stilistica di troppo.

Caceres 6 – Primo tempo al piccolo trotto come entrambe le squadre. (Dal 53′ Venuti 6,5 – Il ragazzo viola risonde bene. Ottimo in fase offensiva).

Bonaventura 6,5 – Nel secondo tempo esce alla distanza, pare migliorare con il passare dei minuti. Va vicino al gol.

Amrabat 7 – Partitona per il marocchino, sovrasta il centrocampo interista: tutti gli rimbalzano contro e alimenta l’azione offensiva.

Biraghi 5,5 – Partita da ex deludente per il terzino viola, che non riesce mai a creare opportunità pericolose.

Castrovilli 7,5 – Il migliore in campo. Come tutti cresce nel secondo tempo: strappi di gioco, corsa e al servizio della squadra in attacco ma molto anche in difesa.

Eysseric 4,5 – Continuiamo a non capire la fiducia mal risposta di Prandelli nei suoi confronti. (Dal 52′ Vlahovic 6 – Fa densità, ma non si rende mai pericoloso).

Kouamé 6,5 – Primo tempo imbarazzante: non ha palloni, ma sui pochi tocchi che deve fare incespica… In avvio di ripresa segna un gran gol e sembra rivitalizzarsi (Dal 97′ Callejon sv – Perché è entrato?).