I nostri Social

Europa League

“Belli ciao” la cronistoria del day after di Leverkusen-Roma

Pubblicato

il

Sconfitta e sfottuta. La ricostruzione degli sfottò (social e non solo) che il Bayer Leverkusen (e non solo) ha rivolto alla Roma.

Roma vicina all’impresa, ma non basta

Una mattina mi sono alzato e ho trovato l’invasore“. Che, per una volta, non sono i tedeschi. E’ quello che deve aver pensato il Bayer Leverkusen, dopo che la Roma è andata a venti minuti dall’essere la prima squadra a espugnare la BayArena in questa stagione.

Una sensazione di latente fastidio, evidente sin dall’iniziale vantaggio firmato Paredes. Probabilmente non si aspettavano neppure di andare sotto di un gol, considerato che nei giorni antecedenti alla partita erano state promulgate le informazioni per la finale di Dublino, figuriamoci di due.

Una certezza di superiorità corroborata dalla vittoria dell’andata, ma che ha portato i tedeschi a giocare il ritorno quasi con spocchia. E, come spesso accade, quando una squadra approccia con sufficienza a un match è difficile raddrizzare l’inerzia di una partita storta.

Il focus non è un interruttore, che può essere acceso o spento a comando, e l’autogol di Mancini deve essere stato accolto dalla squadra di Xabi Alonso come una sorta di liberazione. Liberazione del proprio territorio, del proprio stadio, che una squadra percepita come ostile (straniera) stava occupando tentando di porre fine a quell’egemonia calcistica che da 48 partite li faceva sentire invincibili.

Roma

Photo Source: Bayer04.de

Mai più Neverkusen, ma la storia non si cancella

Tutto è cominciato con l’esultanza del Bayer Leverkusen alla qualificazione della Roma a discapito del Milan nei quarti di finale. Poi la gara d’andata, vinta due a zero dai tedeschi allo Stadio Olimpico seppur con qualche inaspettato patema, che ha conferito ai teutonici ulteriore consapevolezza nei propri mezzi tecnici.

Poi il ritorno, approcciato come una pura formalità e rischiato di trasformarsi in un incubo. Le granitiche certezze di una squadra prima incrinate, poi sfregiate e infine sul punto di crollare come un castello di carte. E il Bayer Leverkusen ha dimostrato, ancora una volta, che saper vincere è un’arte e che è ancora più importante di saper perdere perché sono più quelli che perdono che quelli che vincono.

Al Leverkusen il soprannome (ben poco edificante) Neverkusen ha pesato come un macigno e la frustrazione accumulata negli anni è esplosa in una dimostrazione di puerile arroganza, che non collima con l’espressione calcistica quasi aristocratica che spesso si vede in campo. Questo è il motivo principale per cui squadre storicamente non abituate a vincere crollano dopo una singola stagione di gloria. 

E il comportamento di Frimpong, andato a stuzzicare Svilar dopo l’autogol che ha accorciato le distanze e che ha litigato praticamente con tutti al momento del cambio, esemplifica la condizione di chi non riesce a godersi una vittoria in quanto troppo spaventato dall’idea della sconfitta. E “Bella Ciao“, sparata a tutto volume dal DJ dello stadio, a fine partita ricorda la musica techno uscita dalle casse di San Siro dopo lo scudetto dell’Inter.

Europa League

Atalanta, Papu Gomez elogia Gasperini: “Nessuno merita questo trofeo quanto te”

Pubblicato

il

Monza - papu Gomez

Atalanta, anche il Papu Gomez si accoda ai complimenti inviati alla Dea per la conquista dell’Europa League. L’argentino ha parole al miele soprattutto per Gian Piero Gasperini.

Non si arresta la gioia dell’ lAtalanta per la conquista dell’Europa League. I nerazzurri hanno centrato il loro primo alloro continentale.

Il percorso della Dea ha vissuto i suoi albori quando, tra le sue fila, militava il Papu Gomez, nella squadra dove, tra gli altri, giocava anche gente come Ilicic.

Il fantasista argentino ha usato Instagram per elogiare il tecnico dell’impresa, Gian Piero Gasperini, oltre a tutto l’ambiente Atalanta.

“Nessuno merita questo trofeo più di te. Ha portato il tuo calcio per tutta Europa e non hai mai smesso di credere nella tua idea. Ci hai fatto crescere e cambiare mentalità. Grazie Gasp, complimenti campioni”.

Continua a leggere

Europa League

Xabi Alonso: “L’Atalanta è una squadra coraggiosa, per affrontarla ci vuole un grande sforzo”

Pubblicato

il

Leverkusen, Xabi Alonso

Il tecnico del Bayer Leverkusen Xabi Alonso, ha parlato ai microfoni di TNT Sports dopo il match perso in finale di Europa League contro l’Atalanta.

Real Madrid, ipotesi Xabi Alonso?

Di seguito le parole del tecnico spagnolo del Bayer Leverkusen Xabi Alonso, rilasciate a TNT Sports, dopo la finale di Europa League, persa contro l’Atalanta:

“Non siamo riusciti a far fronte a molte situazioni difficili anche se eravamo preparati perché sapevamo che affrontare l’Atalanta esige un grande sforzo.

Non siamo riusciti a creare le situazioni che ci potessero dare un vantaggio, non siamo riusciti a tornare indietro e riprendere la palla. Non era previsto che accadesse.

L’Atalanta è una squadra molto coraggiosa. A loro non importa l’uno contro uno: quando abbiamo avuto una piccola occasione a campo aperto, loro hanno difeso molto bene.

Non è una cosa che hanno fatto solo quest’anno, lo fanno da molti anni. Normalmente il nostro gioco ci garantisce di trovare le posizioni migliori, ma oggi non ci siamo riusciti. “

Continua a leggere

Europa League

Atalanta, Gasperini e l’enigma sul futuro: “Devo scegliere tra una moglie e una donna bellissima..”

Pubblicato

il

Atalanta, all’indomani del trionfo in Europa League e’ sempre più forte la curiosità su ciò che sarà il futuro di Gian Piero Gasperini. Lui, dopo il 3-0 al Leverkusen, usa una metafora originale.

La vita e’ fatta di bivi”, viene spesso ripetuto da chi ha fatto, della vita stessa, una questione di scelte.

Negli ultimi otto anni, Gian Piero Gasperini, ha fatto una sola scelta, ovvero l’Atalanta, con la quale ieri sera ha raggiunto l’apice del trionfo.

Il 3-0 al Bayer Leverkusen riempie la bacheca di Zingonia, ma spalanca anche pensieri lontano da Bergamo, per il tecnico di Grugliasco.

Restare da profeta o andarsene da vincente? In attesa di capire quale potrebbe essere una prossima destinazione, Gasperini affida alla stampa una colorita metafora per descrivere le proprie scelte.

“Futuro? Sono in una situazione in cui hai una moglie con tre figli e trovi una donna bellissima”. E chissà se, ad agosto, lo ritroveremo ancora nella casa coniugale dove vive da otto anni, o in una dimora luccicante, magari alle pendici del Vesuvio…

Continua a leggere

Ultime Notizie

Ben Yedder Monaco Ben Yedder Monaco
Ligue 17 minuti fa

Monaco, un veterano dice addio: il bomber si svincola

Visualizzazioni: 12 Come un fulmine a ciel sereno arriva la comunicazione del calciatore che lascerà il Monaco a fine stagione....

Serie A17 minuti fa

Napoli-Lecce, probabili formazioni e dove vederla

Visualizzazioni: 42 Napoli-Lecce, match valido per la 38ª giornata di Serie A 2023/24, si giocherà allo stadio Gewiss Maradona di...

Serie A27 minuti fa

Atalanta-Torino, probabili formazioni e dove vederla

Visualizzazioni: 46 Al Gewiss si prospetta una festa per i padroni di casa e l’occasione della vita per gli ospiti,...

Fiorentina Fiorentina
Conference League36 minuti fa

Fiorentina: Atene chiama, Commisso risponde presente

Visualizzazioni: 51 Fiorentina: il Presidente Commisso sarà presente ad Atene per sostenere i suoi ragazzi nella importantissima finale di Conference...

Genoa, Gilardino Genoa, Gilardino
Calciomercato57 minuti fa

Genoa, Vitinha convince: società a lavoro

Visualizzazioni: 67 Il Genoa è a lavoro per accontentare Gilardino e prolungare il prestito di Vitinha anche nella prossima stagione....

Calciomercato1 ora fa

Sassuolo, duello con la Fiorentina per il nuovo allenatore

Visualizzazioni: 141 Il Sassuolo è pronto a ricominciare dalla Serie B e punta dritto alla risalita. Per la panchina c’è...

Calciomercato2 ore fa

Napoli, la lista dei partenti cresce: via altri due titolari

Visualizzazioni: 134 Il presidente De Laurentiis sta preparando una vera e propria rivoluzione tra panchina e rosa. Sulla lista delle...

Monaco, un giocatore lascia dopo 5 stagioni Monaco, un giocatore lascia dopo 5 stagioni
Ligue 12 ore fa

Monaco, un giocatore è giunto ai titoli di coda

Visualizzazioni: 79 Monaco, un giocatore chiave del club francese si appresta a lasciare il club, dopo 5 stagioni di onorato...

Serie A2 ore fa

Juventus – Monza, le formazioni ufficiali

Visualizzazioni: 115 Juventus-Monza, allo Stadium si chiude la stagione per bianconeri e brianzoli. Le scelte ufficiali dei due allenatori. Juventus...

Fiorentina Fiorentina
Nazionale2 ore fa

Raiola, agente Bonaventura: “Gli è stato tolto un sogno”

Visualizzazioni: 144 Enzo Raiola, procuratore di Giacomo Bonaventura, torna sul tema pre-convocati in vista dell’Europeo dicendosi sorpreso dalla esclusione del...

Le Squadre

le più cliccate