Home » Calciomercato » Milan, il gioco di Maignani e l’agente
Calciomercato

Milan, il gioco di Maignani e l’agente

Milan, situazione complicata per il rinnovo del portiere francese. L’ addio dietro l’angolo? Tutti i dettagli in redazione 

Mentre Stefano Pioli difende il suo portiere nel mirino della critica per gli errori fatti con Bologna e Frosinone, l’agente e il giocatore discutono il rinnovo contrattuale con il club di viale Aldo Rossi. Trattativa a un punto morto, bisogna dire le cose come stanno. Senza nascondersi dietro una diplomazia di facciata.

Gli agenti del numero uno sono stati chiari con Giorgio Furlani: accetteranno il prolungamento del contratto fino al 30/06/2028 solo se lo stipendio sarà parametrato a quelli dei migliori portieri del mondo. Partendo da una richiesta di 8.5 milioni di euro, cui aggiungere bonus vari.

Mike Maignan e gli agenti conoscono bene la politica stipendi del Milan….E in pratica hanno messo la dirigenza con le spalle al muro: “o ci date quanto richiesto o amici come prima”. E non ci perde nessuno: il Milan che fa una plusvalenza, il giocatore che va a guadagnare oltre l’attuale stipendio di 3.2 milioni e monetizza.

LEGGI ANCHE:  Milan: ritiro punitivo

Il tutto al di là delle parole della saracinesca rossonera, la professione di fede in questo momento della stagione è obbligata. Un po’ come le parole di Zlatan Ibrahimovic e Giorgio Furlani nei confronti di Stefano Pioli, atte a non delegittimarlo davanti al tifo e allo spogliatoio. Il pallino è nelle mani di Joseph Cardinale.

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Calciomercato