Sotto il segno di Alessandro “Alex” Bracalente. Abbiamo incontrato oggi il noto Top Manager dell’azienda Nero Giardini, guidata insieme a papà Enrico Bracalente. Un’azienda leader nella produzione di scarpe, accessori e abbigliamento, tra le più importanti dello scenario internazionale. Una realtà che ha sempre puntato, con determinazione e lungimiranza imprenditoriale, sulla forte valorizzazione del concetto di Made in Italy. Ecco perché Alessandro Bracalente (ex campione italiano Formula 3) ha voluto lanciare un messaggio assai chiaro e significativo a Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus. “Caro Max, perché non hai dato fiducia al giovane talento e centrocampista Nicolò Fagioli? E’ un giovane incredibile, può diventare secondo me il nuovo Andrea Pirlo“. Schietto, sincero e senza peli sulla lingua, Alessandro Bracalente sta continuando in questi giorni la difficoltosa e intrigante marcia di avvicinamento alla quinta tappa della competizione Endurance ‘Ultimate Cup’ categoria LMP3 ovvero il prestigioso Circuito Le Mans. Alessandro Bracalente ha commentato ai microfoni di Calciostyle il mercato della Juventus e il nuovo centrocampo bianconero con Locatelli, citando quelle che sono a suo modo di vedere le favorite per lo scudetto. Inter in pole position ma attenzione al nuovo centrocampo Kessie-Bakayoko del Milan (secondo Bracalente tra i più forti d’Italia) e alla Roma di José Mourinho che a suo avviso potrà realizzare l’impresa del Triplete.  In che modo? Andiamo a scoprirlo.

Face to face con Alessandro Bracalente (Top Manager Nero Giardini)

Buongiorno Alessandro, come giudica il calciomercato estivo della Juventus e cosa ne pensa del ritorno in panchina di Massimiliano Allegri?

Direi che la nuova Juventus è ancora tutta da scoprire, anche se rimane tra le favorite in ottica scudetto almeno sulla carta. Tuttavia vedo l’Inter di Simone Inzaghi un gradino sopra alla Juve. Il centrocampo bianconero a mio parere rappresenta ancora un’incognita. Sicuramente non mi sarebbe dispiaciuto l’arrivo di Pjanic così come non mi sarebbe dispiaciuto vedere all’opera, in mezzo al campo, il giovane Fagioli. Fagioli a mio avviso sarà il nuovo Pirlo, l’ho visto giocare e ha davvero doti pazzesche. Moise Kean in attacco? Speriamo non faccia rimpiangere Cristiano Ronaldo. Mi auguro che la Juventus di Allegri torni presto al top del calcio europeo disputando un’ottima Champions League. Il vecchio operato di Sarri e di Pirlo e i cambiamenti nell’assetto dirigenziale societario? Sinceramente preferisco non commentare…”

L’Inter secondo lei si è indebolita rispetto allo scorso anno?

“Senza Antonio Conte l’Inter ha perso qualcosa. In ogni caso vedo bene la nuova Inter di Simone Inzaghi che rimane la mia favorita per lo scudetto. Sull’attacco interista non ho grandi dubbi: Dzeko non farà rimpiangere Lukaku e non dimentichiamo che ci saranno anche Correa e Lautaro Martinez tra le frecce del reparto offensivo”

Roma vs Lazio, cosa ci dobbiamo aspettare dalla Capitale d’Italia?

“La Lazio complessivamente è ben strutturata e potrà contare su nuovi acquisti e su una modalità di gioco diversa, rispetto a quella di Inzaghi, che potrebbe perché no produrre risultati impattanti. La Roma di Mourinho ad oggi ha probabilmente qualcosa in più rispetto ai biancocelesti. Secondo me la Juventus e l’Inter dovranno fare molta ma molta attenzione alla nuova Roma targata José Mourinho…”

In che senso… Crede allora che sarà la Roma l’outsider o la squadra da battere di questo campionato?

Non mi fido affatto di José Mourinho. Se riuscirà a farsi seguire da tutti i tifosi, in una piazza molto calda ed esigente come quella romana, credo proprio che la Roma potrà ambire a un fantastico Triplete: Conference League, Scudetto e Coppa Italia”.

Da tifoso juventino, ci faccia un pronostico relativo al Milan di mister Pioli?

Più che essere spaventato dal Milan sono davvero sorpreso dagli ultimi colpi. Bakayoko a centrocampo con Kessie potrà fare molto bene. A me Kessie piace davvero tanto, è un centrocampista di eccelsa qualità e quantità e con Bakayoko potrà formare una delle coppie più forti in mezzo al campo a livello nazionale. Pioli avrà una squadra piuttosto lunga, con vari elementi a disposizione anche in panchina. Credo sarà veramente un bel Milan quest’anno…”

Grazie Alessandro per la sua disponibilità e in bocca al lupo per la prossima tappa automobilistica di Le Mans…

“Crepi il lupo e grazie a voi”

Nella foto la Famiglia Bracalente (Nero Giardini)

Nella foto Alessandro Bracalente in pista