Un Milan vittorioso sul campo della Juventus guarda il futuro con più ottimismo, la qualificazione alla Champions League diventa alla portata e la dirigenza starebbe facendo alcuni ragionamenti per quanto riguarda la punta centrale con evidenti preoccupazioni rivolte verso Ibrahimovic, attenzione quindi al nome del momento.

Milan, le condizioni di Zlatan Ibrahimovic non permettono sonni tranquilli alla dirigenza, cose di poco conto, fastidi muscolari fortunatamente non così gravi, ma anche ieri sera abbiamo visto lo svedese uscire scuro in volto al minuto 66, esami strumentali approfonditi ci diranno con maggiore esattezza quello che sembrerebbe all’apparenza essere un problema di non grave entità. Ma il problema è che questi infortuni si ripetono ormai con cadenza più che mensile, il polpaccio prima, il ginocchio ora, in caso di Champions League difficile non ipotizzare l’acquisto di un’importante prima punta.

Il problema dell’attaccante classe 1981 è squisitamente anagrafico, giocare la nostra Serie A all’età di 40 anni è complesso, assicurare una costante presenza sia in campionato che in coppa praticamente impossibile, motivo per il quale il Milan sarebbe in piena corsa per un profilo divenuto il primo nella lista dei desideri del club, Dusan Vlahovic.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Juventus-Milan 0-3, Tomori impeccabile: le pagelle

Un sogno realizzabile

L’attaccante serbo in forza alla Fiorentina è letteralmente esploso durante questa stagione di certo non caratterizzata da rose e fiori per il club viola. Ciononostante Vlahovic ha finora saputo realizzare 21 reti in 37 partite, una media alla Lukaku, tanto per intenderci senza però la macchina perfetta costruita intorno al belga.

Numeri del genere non fanno altro che accrescere oltremisura gli interessi dei principali club europei e Rocco Commisso, sebbene voglia proporgli un contratto da 3 milioni a stagione, è perfettamente consapevole di non potere trattenere il suo principale talento ancora a lungo.

In caso di Champions League, come detto, il Milan sarà in corsa per Vlahovic, ma considera la cifra richiesta dai viola – ovvero 60 milioni di euro – del tutto esagerata. La proposta di Paolo Maldini potrebbe rimanere intorno ai 45 milioni più eventuali bonus al giocatore, troppo importante sarà infatti presentarsi al cospetto della coppa dalle grandi orecchie con un reparto offensivo adeguato e Vlahovic in questo momento rappresenta di certo uno dei migliori profili europei.