Il Milan nel giro di pochissimi giorni annuncerà il rinnovo di Zlatan Ibrahimovic, l’attaccante svedese ancora per un anno sarà legato al club rossonero, ma la dirigenza starebbe preparando un altro colpo per l’attacco, andiamo qui di seguito a vedere i nomi seguiti.

Milan, avanti con Zlatan Ibrahimovic ancora per un anno, lo svedese rinnoverà nel giro di pochi giorni il suo contratto che lo legherà al club di Via Aldo Rossi fino all’estate del 2022. Nonostante i ripetuti fastidi muscolari che non permettono – e probabilmente non permetteranno – al classe 1981 di presenziare a tutte le partite, il Milan considera prioritario il suo rinnovo oltre che per le gesta in campo anche per la sua presenza all’interno dello spogliatoio, una presenza che si fa sentire e che guida con l’esempio tutti i giovanissimi all’interno dell’organico.

L’accordo economico non è mai stato messo in discussione, Ibrahimovic firmerà un contratto intorno ai 6 – 6,5 milioni di euro più bonus legati alle presenze, alle reti realizzate ed alla posizione in classifica del Milan, una cifra di certo importante, ma in parte sostenuta grazie al Decreto Crescita.

La dirigenza rossonera è però perfettamente consapevole che l’età dello svedese avanza, che Leao Rebic non sono prime punte e che pertanto servirà l’acquisto di un attaccante di qualità, possibilmente già pronto per competere – si spera – alla Champions League durante la prossima stagione. I nomi seguiti da Maldini Massara sono parecchi, andiamo a vedere i principali.

Un giusto mix di qualità ed esperienza

E’ Andrea Belotti il nome caldo seguito da Paolo Maldini in queste ultime settimane. Il dirigente rossonero è da sempre molto attento alle opportunità di mercato che possono nascere e l’attaccante granata è sicuramente una di quelle da cogliere al volo. Il classe 1993 nato a Calcinate sappiamo avere un contratto in scadenza al 30 giugno 2022 e qualche dubbio in merito al suo futuro.

Belotti è da anni la bandiera del Torino, la scelta di abbandonare la città della Mole non sarà di certo facile, ma all’età di 27 anni cercherebbe un progetto in grado di poterlo elevare, quello attuale granata non risponde di certo a queste caratteristiche, la squadra allenata da Nicola starebbe infatti lottando per non retrocedere e la situazione pandemica attuale di certo non lascia presagire ad un futuro concentrato su traguardi ambiziosi. Da qui la voglia di cambiare aria e trovare quella consacrazione a giocatore top finora mai arrivata.

A breve potrebbe esserci un incontro tra Paolo Maldini ed Urbano Cairo per discutere del riscatto di Meité, ma ovviamente non solo, sul tavolo della trattativa ci sarà sicuramente il dossier Belotti per il quale il presidente granata aveva espressamente avanzato richieste per 35 milioni di euro in caso di non rinnovo di contratto.
Per Maldini la cifra pare del tutto eccessiva ad un anno dalla scadenza del contratto pertanto sarà disponibile a trattare unicamente ad una condizione, ossia che Cairo accetti un’offerta di 20 milioni cash eventualmente innalzabili a 22 con l’inserimento di ulteriori bonus.

Già 16 reti in campionato

Dusan Vlahovic piace moltissimo al Milan, così come ad altri club europei, Roma e Lipsia in primis. La dirigenza rossonera avrebbe preso contatti con quella viola per chiedere informazioni in merito all’attaccante serbo che starebbe seriamente pensando di cambiare aria, nonostante le parole rassicuranti di qualche giorno fa in merito alla sua permanenza a Firenze. Il giocatore – inebriato dalle reti segnate – potrebbe chiedere di avere la possibilità di spiccare il grande salto, siamo certi che Rocco Commisso non avrebbe di certo intenzione di tarpargli le ali, ma ovviamente sarebbe libero di accasarsi con qualsiasi altro club dietro congruo pagamento.

Oltre a contatti preliminari, Maldini avrebbe deciso di non iniziare la trattativa, rimarrà alla finestra per capire se ci saranno margini, la Fiorentina chiede almeno 40 milioni così come l’agente Ristic pretende una maxi commissione, allo stato attuale diventa ostica l’operazione a maggior ragione che il giocatore sembra non volersi fermare in quanto a reti segnate, sono infatti già 16 i gol in campionato, numeri che starebbero ogni giorno attirando gli occhi dei principali club europei.

Un suggestivo classe ’99

Osservato speciale Gianluca Scamacca, per molti un possibile vice Ibra, sicuramente un giocatore la cui grinta può ricordare quella dello svedese. L’attaccante del Genoa, ma di proprietà del Sassuolo era già stato cercato proprio dai rossoneri durante la scorsa estate, ma la valutazione di 25 milioni aveva fatto desistere Maldini dal provare l’affondo.

Il classe 1999 come detto è di proprietà del Sassuolo il quale, dietro ad una congrua offerta, sarebbe disponibile a cederlo. Il prezzo è già stato fissato, 30 milioni per il cartellino, una cifra ragguardevole per chiunque considerando che il ragazzo non è ancora esploso, nonostante cose buone ne abbia fatte vedere durante questa stagione.

Un azzardo in questo momento investire una cifra del genere, questa sarebbe l’idea dei rossoneri che lo starebbero comunque valutando con molta attenzione, ma avrebbero comunque espresso il desiderio – come primo obiettivo – di mettere le mani su Andrea Belotti, giocatore più maturo, esperto ed in grado probabilmente di inserirsi meglio nel contesto rossonero.

Un talento emergente

Definirlo promessa può sembrare riduttivo avendo egli segnato un numero di gol che già impressiona, ci stiamo riferendo a Donyell Malen, attaccante centrale del Psv Eindhoven. Il classe 1999 ha infatti segnato in questa stagione 25 reti in 41 partite, una maturità calcistica che sta venendo fuori giorno dopo giorno, una prima punta dotata di grande velocità ed in grado di svariare su tutto il fronte offensivo grazie anche ad un fisico prestante.

Il giocatore, come detto in precedenza, è gestito da Mino Raiola e questo potrebbe rappresentare un problema visti i rapporti in questo momento non proprio idilliaci tra l’italo olandese ed il club. Sicuramente in questi giorni il nome dell’olandese è stato discusso durante i numerosi contatti tra Raiola e Maldini, potrebbe anche essere usato come una sorta di pedina di scambio per raggiungere magari condizioni migliorative per i suoi assistiti, Donnarumma in primis, ma è prematuro parlarne adesso senza basi solide.

Il valore del ragazzo nato a Wieringen 22 anni fa è intorno ai 30 milioni di euro, una cifra sicuramente impegnativa, ma che può essere considerata adeguata viste le qualità realizzative del giocatore e le ancora enormi prospettive di crescita. Malen è sotto contratto con il Psv Eindhoven fino al 30 giugno 2024, dato per assodato che il club olandese non concederà sconti, prezioso potrebbe essere il lavoro dell’agente per intercedere in favore dei rossoneri e portare in Italia un talento di enorme prospettiva.