Aleggia una sorta di mistero intorno al rinnovo di Gianluigi Donnarumma, il numero 99 rossonero infatti andrà a scadenza di contratto in estate ed ancora sembra non essere stato trovato un accordo, un tira e molla che sta infastidendo tutti, proprietà compresa.

Milan, la trattativa in merito al rinnovo di Gianluigi Donnarumma è nuovamente in una fase di stallo, ad inizio settimana un acceso scambio di opinioni tra lui e l’agente Mino Raiola, raccontato da Calcio Style, aveva fatto presagire qualche passo in avanti, ma dopo alcuni giorni pare tutto essere tornato come prima.

Raiola chiede 12 milioni, il Milan è fermo sulle sue intenzioni, ossia un quadriennale intorno agli 8 milioni a stagione, ma sarebbe anche disponibile – per allentare la presa e venire incontro all’agente – di cedere ad un biennale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Milan, furiosa lite Raiola – Donnarumma: “Ti rovino la carriera”

Interviene Elliott

La questione rinnovo sta quindi prendendo una piega inaspettata, una vera e propria sfida da parte di Raiola alla società tanto da fare imbestialire a Paul Singer, proprietario del Fondo Elliott il quale non accetterebbe questo tipo di ricatto e non sarebbe quindi disposto a riconoscere al procuratore le elevate commissioni richieste.

È guerra dichiarata, la dirigenza rossonera di sarebbe arresa stremata dagli attacchi di Raiola, la proprietà invece non sarebbe disposta a cedere e potrebbero nuovamente aprirsi scenari nuovi dove la volontà del ragazzo potrebbe non bastare, un gioco di potere sfiancante ed a nostro parere esagerato. Le prossime settimane potrebbero essere decisive, non escludiamo al momento alcuna ipotesi.