Home » Calcio Femminile » Roma-Sassuolo, il match in diretta dal Tre Fontane
Calcio Femminile

Roma-Sassuolo, il match in diretta dal Tre Fontane

Roma, 13 febbraio 2024. Sotto un cielo terso e quasi primaverile si è svolta Roma-Sassuolo, partita della 17esima giornata di Serie A Femminile.

Oggi è un pomeriggio splendido di sole qui al Tre Fontane di Roma: è giorno di Roma-Sassuolo.

La curva ospiti della squadra ospite è pressoché vuota, mentre i tifosi giallorossi, come di consueto, rispondono presente alla chiamata a supporto delle giallorosse.

La sfida è l’occasione, per le ragazze di Mister Spugna di confermare il proprio vantaggio sul resto della classifica, possibilmente conquistando altri tre punti.

L’impresa non è difficile ma nemmeno semplice, dal momento che il Sassuolo sta attraversando una fase positiva, in tutto e per tutto analoga a quella della Roma: quattro vittorie e una sconfitta nella terzultima di 5 partite.

Il divario in termini di punti, nemmeno a dirlo, è siderale: ben 22 punti. Ma guai a sottovalutare le neroverdi.

Che la partita abbia inizio.

Roma-Sassuolo, il primo tempo

Il primo tempo si apre su una Roma che tira il calcio di inizio e domina il possesso palla e la fase aggressiva, con le neroverdi .

Al 5′ si concretizza la prima grande occasione da gol delle giallorosse, che però viene respinto non una ma ben due volte. La tensione si alza.

Al 7′ arriva il calcio di rigore, battuto dalla giocatrice che ha subito il fallo, Giacinti: ed è gol. Gol che si ripete, realizzato dallo stesso piede, solo 3 minuti dopo. Ed è il duecentesimo gol in carriera dell’attaccante giallorossa.

Il Sassuolo alza il ritmo, ma resta sotto assedio. Al 13′ riesce nell’impresa, non facile, di allontanare momentaneamente la Roma dall’assalto sotto porta.

LEGGI ANCHE:  Fiorentina-Sassuolo 2-1: Nico torna e decide | Le pagelle viola

Il sospiro di sollievo, però, dura poco. Quando la Roma fa retropassaggi è solo per spingere le avversarie ad allontanarsi dalla porta, a sparpagliarsi. Sono pressoché tutte a presidio della difesa, come normale che sia in una partita con la capolista.

Poi, al 18′ le neroverdi prendono la carica e, per la prima volta, riescono ad avvicinarsi alla porta della Roma, terminando l’azione con una collisione con il portiere Caesar.

Al 20′ Viens attacca e tenta di violare la porta avversaria con un cross che liscia il secondo palo. Al 23′ ci prova anche Greggi, ma il pallone viene deviato.

Le giallorosse insistono sul possesso palla, prendono tempo, studiano le avversarie come gatti. A tratti sornione e a tratti fulminee.

Al 26′ è il momento delle neroverdi, che dopo una serie di colpi di testa tentano un nuovo avvicinamento, e poi sono costrette a retrocedere nuovamente.

E’ una guerra di frontiera con poca possibilità di avanzare, questa, per le ragazze di Piovani.

Al 28′ le neroverdi si ritrovano nella zona di rigore ma vengono fermate dalla solita Linari, e il pallone torna nelle mani delle padrone di casa.

Ora le bolognesi si stringono a coorte davanti alla porta, più di prima, rendendo più difficile il passaggio delle avversarie.

Al 30′ tentano un ulteriore assalto, con il ptrmo calcio del Sassuolo in porta – opera della numero 99 Kullashi – che finisce tra le manone di Caesar.

Prima della fine del primo tempo, Spugna manda a scaldarsi Pilgrim, Glionna e Feiersinger, facendo intendere che subentreranno nel secondo tempo.

Al 43′ c’è l’occasione di un contropiede giallorosso, ma l’arbitro fischia il fuorigioco sulla corsa di Viens.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Roma, è fatta per il primo acquisto

Al 45′ l’arbitro fischia: non c’è nemmeno un minuto di recupero.

Il primo tempo si chiude su una Roma pressante in fase aggressiva, decisamente dominante nel possesso palla e affezionata ai cross, affidati all’ala destra Sonstevold.

Le statistiche sono impressionanti: 17 tiri totali (4 in porta) per la Roma, solo uno in porta per il Sassuolo; 62% di possesso palla giallorosso, 336 passaggi palla (contro 214), più falli (6 contro 4) e 3 fuorigioco.

Roma-Sassuolo, il secondo tempo

Il secondo tempo si apre su una sostituzione preannunciata in casa Roma: esce Giugliano ed entra la numero 23 Feiersinger.

Le giallorosse squillano la tromba con un tiro di Viens che liscia il secondo palo.

Fallo di Kumagai al 48′, e le ragazze del Sassuolo si riprendono la palla. Arrivano pericolosamente sotto porta finché non commettono fallo. E’ rimessa giallorossa

Al 51′ un vertiginoso contropiede di Giacinti le regala il gol della tripletta. Due minuti dopo Viens tira in porta di testa ma viene parata senza sforzo da Lonni.

Al 54′ il Sassuolo cerca di smuovere il gioco con tre sostituzioni: fuori Kullashi, Sabatino e Monterubbiano, dentro Poje Mihelic, Clelland e Sciabica.

Al 59′ tre sostituzioni anche per la Roma: fuori Kumagai, Haavi e Giacinti, dentro Troelsgaard, Glionna e Pilgrim.

Poi le ospiti si fanno, per la prima volta, davvero aggressive sottoporta, conquistando anche il loro primo corner. Al 61′ la numero 19 del Sassuolo, Sciabica, liscia un cross che sarebbe potuto valere il primo gol.

Al 66′ per il Sassuolo esce anche Pondini, sostituita da Prugna.

LEGGI ANCHE:  Serie A Women: troppa Roma per il Milan, 3-1 per le giallorosse

Al 67′ buona idea di cross di Pilgrim, sul quale però non arriva Viens.

Al 68′ il Sassuolo tenta un altro innesto, sostituendo Santoro con Simon per dare nuova linfa alla difesa. Ma 2 minuti dopo, al 70′, l’attaccante giallorossa Pilgrim tira nello specchio della porta, parata dal portiere neroverde.

Poco dopo, ad andare in porta con un cross ci prova la neoentrata Simon, che viene però rimpallata da Greggi.

Al 73′ rimessa battuta dal Sassuolo, salvata dalla respinta di Bartoli.

Al 74′ una nuova sostituzione per la Roma: esce Greggi ed entra Tomaselli.

La partita si fa più serrata, con la difesa del Sassuolo più attenta e reattiva.

Al 78′ Sciabica tenta il tutto per tutto con un tiro da fuori area che finisce fuori. Ciò che traspare, in questa fase, è l’incremento aggressivo del Sassuolo, che si esprime soprattutto nelle subentrate Sciabica e Simon.

All’83’ Mella riesce a bloccare un possibile cross pericoloso di Pilgrim, sottraendole la palla. Poco dopo Clelland riesce a tirare nello specchio della porta, ma viene parata al volo da Caesar.

All’88 l’urgenza di fare almeno un gol fa salire i giri del Sassuolo, che però non riesce a finalizzare.

All’89’ due corner e una rimessa per la Roma. I minuti di recupero sono 3.

Al 93′ Pilgrim cerca di prendersi la soddisfazione di un quarto gol giallorosso, ma viene parata. Pochi secondi dopo il fischio dell’arbitro: ecco l’ennesima vittoria giallorossa, dal sapore di tre punti in più.

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Calcio Femminile