Altre due medaglie per l’Italia, solo bronzo ma va bene così

Fantastico terzo posto per Elisa Longo Borghini che, nella prova di ciclismo su strada, riesce a vincere la medaglia di bronzo. Sicuramente tra le azzurre era la più attesa e la pressione non l’ha schiacciata, grandissima vittoria e un bronzo che in realtà vale molto di più. Argento all’olandese Van Vleuten e oro all’austriaca Kiesenhofer, che vince a sorpresa. Bella la storia dell’atleta austriaca, trentenne, che quando era una ragazza era una promessa del ciclismo ma, per motivi di studio, lasciò lo sport a livello agonistico e conquistò una laurea in matematica. Dopo gli studi e un master, sempre nella sua materia, è tornata in gara, si è qualificata alle Olimpiadi e ha vinto stupendo tutto, dando provo di una grande tenacia e voglia di dimostrare tutto il suo valore. Complimenti Anna, ti sei dimostrata davvero  una grandissima atleta.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE — Tokyo 2020, scherma: Bene gli azzurri

Bronzo nel Judo, brilla Odette Giuffrida

Bronzo amaro, ma è pur sempre medaglia, per la romana Odette Giuffrida che, dopo aver ceduto alla più quotata nipponica Uta Abe, a superato nella finalina l’ungherese Reja Pupp. Nel passato di Odette ci sono il nuoto, la danza classica e la ginnastica ritmica ma è il tatami è il suo mondo, seguendo le orme del fratello. Dopo l’argento di Rio, ha riportato l’Italia sul detto d’Europa dopo dodici anni. Insomma, grande Odette, nonostante sia amareggiata per aver conquistato solo il terzo posto è comunque una fantastica vittoria.

Sollevamento pesi, bronzo storico

Nel sollevamento categoria 67 kg pesi Mirko Zanni allo strappo solleva 145 kg ma fallisce i 150 kg prima e 173 kg poi. Aveva alzato 172 kg ma i giudici hanno revocato la prova per una irregolarità. Si è poi riscattato alzando 177 kg. Con questa misura, grazie agli errori dei suoi avversari con misure fino a 184 kg fallite su più tentativi, Zanni ha conquistato una storica, per l’Italia, medaglia di bronzo. Medaglia d’oro ai soliti cinesi con Chen Liun, argento per il colombiano Lozano. Per l’Italia questo bronzo vale tantissimo, grazie Mirko.