Termina in parità 1-1 il posticipo del Franchi tra Fiorentina e Lazio, un pareggio che serve pochissimo ad entrambe le squadre. Alla Lazio serve poco per la propria corsa al quarto posto, alla Fiorentina praticamente a nulla nella raggiungere almeno il settimo posto, ora distante 7 punti. Se non è stata dichiarata la fine della corsa verso una competizione europea via campionato non è stata detta, poco ci manca per la Fiorentina. Una Viola che ha visto anche l’infortunio di Chiesa, la peggior Fiorentina degli ultimi due tre mesi, apparsa scarica nella mente e nel fisico nella prima oretta, che poi come al solito è riuscita a rimediare con tenacia e cuore e portare a casa un punto, solo di orgoglio.

La partita

L’inizio gara è tra due squadre che si studiano, Inzaghi lascia il pallino in mano alla Viola, ma i gigliati, che danno il loro meglio in contropiede ci capiscono poco e sono in una serata non buona. Le scorie della sconfitta con l’Atalanta paiono pesare sulla testa e sulle gambe. Verso il decimo la Lazio prende il possesso del gioco e dà un lezione di calcio ai ragazzi di Pioli: tante occasioni, un solo gol di Immobile al 21′, Terracciano, sostituto di Lafont, è fenomenale in 3-4 occasioni. Verso la fine del primo tempo esce Chiesa per infortunio e la serata grigia diventa nera…Nel secondo tempo entra Mirallas al posto di Edimilson e il belga in venti minuti ribalta la partita con due tre azioni stile Chiesa. Su una di queste al 61′ offre a Muriel una palla che il colombiano con classe mette in rete. L’ultima mezz’ora è giocata alla pari, e in pari finisce una gara che poteva dare di più.

Le pagelle

Terracciano 7,5 – Il portierone sfodera un partitone: almeno 3-4 parate salva Viola, uscite alte sicure. Molto bene. Forse sul gol di Immobile poteva tentar qualcosa… Si può dire che ha destato maggior sicurezza di Lafont?

Ceccherini 5,5 –  Nel primo tempo gli arrivano da tutte le parti. Sul gol, lascia ad Immobile troppo spazio e tempo per fargli tentare il tiro decisivo. (dall’80 Vitor Hugo s.v.).

Pezzella 6 – Cerca di dare sicurezza, non si lascia travolgere, ci mette l’esperienza.

Milenkovic 5,5 – Primo tempo impacciato, bloccato, disorientato. Nel secondo molto meglio.

Biraghi 6 – Corre sulla fascia, qualche corss interessante nel secondo tempo arriva.

Benassi 6 – Gioca un po’ ovunque, sulla fascia, interno, falso nove. Di tutto un po’, ma poco concreto.

Edimilson 5 – Sicuramente stanco, e con qualche problema come aveva segnalato Pioli nel pre gara: si vede. (dal 46′ Mirallas 7 – Dà la scossa che serviva alla squadra: venti minuti sprint, offre l’assist e per poco non va in rete).

Veretout 5,5 – Periodo grigio per il francese. La partita con la Lazio prosegue in questo trend, meglio come tutta la squadra nella ripresa. Ammonito, tornerà dopo la sosta.

Chiesa s.v. – Pare fuori partita sin dall’inizio ed effettivamente è così, il problema muscolare non gli permette di aiutare la sqaudra nella gara decisiva, esce in lacrime.  (dal 35′ Simeone 6,5 –Buon impatto sulla gara, ci mette il cuore e tiene su la squadra).

Muriel 7 – Soffre contro i centrali laziali, con qualche colpo di troppo. In area, in questa esperienza viola, è letale.

Gerson 5 – Impalpabile, nel primo tempo toccheggia e fa nulla. Nel secondo tempo più al centro del gioco si vede di più ma non ricordiamo niente di lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *