La 16^ giornata del campionato di Serie A ha dato risvolti interessanti per il prosieguo di molte squadre con qualche panchina a rischio e con risultati che per alcune tardano ad arrivare. Il Parma è giunto ormai alla terza sconfitta consecutiva contro un’ Atalanta che aggancia il sesto posto in classifica. Ducali mai entrati in partita e bergamaschi che ne approfittano battendo il portiere Sepe con Muriel, Zapata e Gosens. La panchina di Liverani si fa sempre più bollente con un esonero che ormai sembra essere ormai alle porte. In fondo alla classifica il Crotone fa fatica ad ottenere punti.

La sconfitta di oggi maturata contro la Roma la dice lunga sulla condizione soprattutto psicologica dei calabresi che già nel primo tempo si sono ritrovati sotto di tre goal con doppietta di Mayoral e rigore trasformato da Mkhitaryan e partita dunque chiusa. Il goal della bandiera segnato da Golemic ha evitato una brutta figura agli uomini di Stroppa che restano ultimi in classifica a quota 9 staccati anche dal Torino che oggi ottiene il quarto risultato utile consecutivo contro il Verona. Al goal di Dimarco infatti risponde e salva al minuto 84 Bremer.

Dopo la bella prova contro la Lazio del turno precedente, il Genoa cade contro il Sassuolo. Al Mapei Stadium gli uomini di De Zerbi passano con Boga al minuto 52 per poi subire il pareggio dei grifoni ad opera di Shomurodov e tronare di nuovo in vantaggio con Raspadori nei minuti finali. La squadra di casa resta dunque quarta in classifica a 29 punti.

In crisi di risultati troviamo anche il Cagliari che perdendo in casa contro il Benevento si avvia alla terza sconfitta consecutiva. Bene i giallorossi di Inzaghi pronti a cancellare la sconfitta subita contro il Milan. I sardi erano partiti bene andando in vantaggio con Joao Pedro dopo appena venti minuti, raggiunti poi da Sau e Tuia che in 3 minuti ribaltano la partita. Pareggio in extremis per l’ Udinese al Dall’Ara di Bologna.

I rossoblù avevano praticamente evinto la partita grazie ai goals di Tomiyasu e Svamberg, ma bianconeri sempre in partita grazie a Pereyra e Arslan che agguanta il pareggio proprio al minuto 92. All’ Olimpico di Roma è andato in scena il match tra Lazio e Fiorentina. Biancocelesti vittoriosi contro i viola che hanno un pò perso la lucidità dopo il trionfo in casa bianconera. Caicedo, seguito proprio dal club fiorentino insacca al sesto minuto, raddoppia il solito Ciro Immobile ed accorcia Vlahovic nei minuti finali.

Chiudiamo con il big macht tra Milan e Juve. Di certo la differenza in campo si è vista con un diavolo senza centrocampo e dunque reinventato con Kessie e Calabria. Partita tutto sommato equilibrata ma i cambi ne hanno sancito la sentenza. Un doppio Chiesa che ha letteralmente messo in crisi Theo  e Mckennie hanno sancito la vittoria dei bianconeri. In goal per il Milan Calabria. Per Pioli urgono rinforzi mentre Pirlo sembra aver ormai trovato la squadra giusta per risalire la classifica.