Dopo la partenza non entusiasmante della Roma in campionato, Francesco Totti ha parlato a Roma Radio in qualità di dirigente della squadra.

La Juve fa un altro campionato

L’ex capitano ha toccato vari punti, chiarendo una volta per tutte la situazione attuale: la Juve è inarrivabile; la Roma gioca un campionato a parte per lottare tra il 2° e il 4° posto con Napoli, Inter, Milan e Lazio – ha detto Totti. La Juve, si sa, ha ricavi monstre grazie soprattutto allo stadio di proprietà e, dunque, non si può cercare di competere con una società con il doppio dei ricavi.

In più, ha aggiunto che non si può valutare una squadra dopo sole tre giornate ma bisognerebbe aspettare quantomeno il girone di ritorno.

Acquisti e cessioni

Il dirigente ha parlato, poi, anche dell’ultima sessione di mercato che ha creato malumore tra tanti tifosi.

Ha voluto comunicare che bisogna fidarsi dell’operato di Monchi che ha comunque vinto tanto a Siviglia e che, oltre la cessione di giocatori importanti – Alisson, Nainggolan e Strootman – sono stati acquistati giocatori forti e di prospettiva che possono fare sicuramente bene, uguale o addirittura meglio dei precedenti.

Kluivert e Schick

Totti ha voluto chiarire anche la situazione creatasi dopo le parole dei due giovani attaccanti della Roma. Ha detto, infatti, che le loro parole sono state travisate e che, ovviamente, essendo giovani vorrebbero giocare sempre in una squadra importante come la Roma ma – aggiunge l’attuale dirigente giallorosso – per giocare titolare bisogna crescere. Addirittura ha fatto l’esempio del Totti diciottenne: voleva sempre giocare avendo voglia di fare ma, ovviamente, era troppo giovane per essere pronto a fare il titolare. Questo desiderio, dunque, fa capire che i giovani apprezzano la società e vorrebbero dimostrare il loro valore in una squadra importante.

Il commento su Di Francesco

Dopo la sconfitta con il Milan sono stati messi in discussione un po’ tutti: allenatore, giocatori, società.

L’allenatore non può essere messo in discussione dai tifosi in quanto ha già dimostrato di essere in grado di allenare una piazza come Roma: nella scorsa stagione ha raggiunto il terzo posto e la semifinale di Champions League. Totti lo ritiene uno dei più forti anche per la sua giovane età.

Infine, ha invitato i tifosi ad essere vicini a tutto l’ambiente Roma lasciando fuori da Trigoria le chiacchiere da bar in quanto creerebbero problemi durante la stagione. Si sa, infatti, che bisognerebbe remare tutti nella stessa direzione, altrimenti la mentalità da vincente viene a mancare per ovvi motivi.

Parole lucide e composte quelle di Totti che ha chiarito, dunque, una volta per tutte la situazione attuale non propriamente rosea. Anche se dalle sue parole si percepisce entusiasmo per il futuro della Roma.