Cristante ed El Shaarawy sono i protagonisti del successo della Roma sul Sassuolo, in una serata dove i big hanno steccato e Mourinho può sorridere.

Un successo all’ultimo respiro, di quelli che ti danno consapevolezza e forza, la forza di crederci fino alla fine. E’ una vittoria di valore quella della Roma sul Sassuolo, arrivata al 91′ di una gara più ostica del previsto. I giallorossi hanno rischiato più volte la rete del ko, hanno subito gli emiliani per lunghi tratti del match, ma poi ci ha pensato Bryan Cristante a togliere le castagne dal fuoco, regalando il successo alla banda Mourinho.

Il 2-1 dell’Olimpico è arrivato in una serata dove i big giallorossi hanno stentato, da Zaniolo ad Abraham, passando per Veretout. Così, le reti del successo sono arrivate dai cosiddetti gregari. El Shaarawy e Cristante, infatti, hanno dimostrato che l’uomo di Setubal può contare anche sulle cosiddette seconde linee.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> ESCLUSIVA – Massimo Boldi: “Mourinho l’uomo giusto per vincere a Roma”

 

Roma, la vittoria dei gregari

Il Faraone, appena rientrato dalla Cina in cerca di una nuovo sfida, ha mostrato di conoscere ancora bene il calcio competitivo d’Europa, ricordandosi come si fa gol nei momenti decisivi.

Dal canto suo, invece, l’importante contributo di Cristante alla Roma non è mai stato messo in dubbio, e nel contrappasso che ha portato la panchina dalle mani di Fonseca a quelle di Mourinho, si è vista la capacità di mantenersi in gioco, in una mediana dove Pellegrini e Veretout la fanno da padrone.

La partita di ieri sera ha dato l’ulteriore conferma all’allenatore portoghese che la Roma sa soffrire, e può contare sul carattere della sua squadra, soprattutto di chi si gioca il posto sotto l’ala dei big.