Roma Pellegrini

Il capitano della Roma Lorenzo Pellegrini ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria con lo Spezia: “Finché sono questi gli infarti penso che ai tifosi vada bene. A noi va bene (sorride ndr)”.

L’abbraccio finale con Fonseca?
“Penso che si sia visto che questo gruppo è unito. Dal primo all’ultimo membro. L’abbraccio non è stato solo fra me e Fonseca ma fra me, il mister e tutti quanti i membri della nostra famiglia. Questo è quello che siamo noi. Quello che si dice da fuori non ci interessa”.

Che effetto fa rivedere le immagini della festa finale?
“Un bell’effetto. Secondo me abbiamo fatto un’ottima partita, con qualche errore davanti e dietro. Potevamo concretizzare qualche occasione ed essere più attenti dietro. Ma alla fine in questa settimana, durante tutte queste difficoltà sia bello vincere e abbracciarci così all’ultimo”.

Le prossime con Verona e Juve?
“Dobbiamo continuare quello che abbiamo fatto da inizio stagione. Questa è stata una settimana complicata perchè abbiamo perso il derby e siamo usciti dalla Coppa Italia, competizione a cui tutto il gruppo teneva checché se ne dica. E’ importante continuare a vincere”.

Hai parlato di famiglia e come in ogni famiglia possono esserci screzi ma poi si possono chiarire.
“Sono sicuro che andrà così. Intanto era importante vincere. Non vincere oggi sarebbe stato brutto per tutti quanti. Ora abbiamo una settimana per preparare la partita e prepararla con una vittoria è importante. Per il resto sono d’accordo, a patto che tutti capiscano che siamo in grande gruppo e oggi si è visto”.

Cosa deve ritrovare la squadra per essere etichettata come terza forza del campionato e qualcosa in più?
“Oggi stavamo perdendo una partita impossibile da perdere per il gioco e per le occasioni che abbiamo avuto. Dobbiamo continuare così cercando di concretizzare le occasioni e stare più attenti e compatti dietro. Oggi abbiamo avuto degli infortuni ma io sono dalla parte dei miei compagni, tutti possono sbagliare e sono contento di aver vinto”.

L’arrivo di El Shaarawy?
“Non so nulla di Stephan. Io sono molto amico con lui e penso che tutti quanti, sia per il ragazzo che per il giocatore, siano contenti se arrivasse. Me lo auguro, è un giocatore importante e un ragazzo positivo e solare che può far bene a tutto il gruppo”.