Il match che aprirà la 23°giornata sarà Roma-Bologna, in scena domani sera allo Stadio Olimpico. Una gara delicata, specie per i giallorossi, desiderosi di riscattare il brutto k.o. di sabato scorso contro il Sassuolo.

Un incontro decisamente importante, al contempo, anche per i rossoblu che, di certo, non vorranno recitare il ruolo di comparsa, smaniosi di conquistare punti che li porterebbero sempre di più a ridosso della zona Europa, a conferma dell’ottima prima parte di stagione disputata.

Numerose le assenze da ambo le parti: tra le fila capitoline, oltre i lungodegenti Zaniolo e Diawara, mancherà Lorenzo Pellegrini a causa dell’espulsione rimediata a Reggio Emilia, la cui posizione verrà occupata da Pastore o, in alternativa, da Perotti. Negli emiliani, invece, mancherà Poli per squalifica, oltre a Medel, Dijks, Santander, Krejci e Sansone, infortunatosi nell’ultima partita disputata.

Capitolo Pastore

Javier Pastore potrebbe tornare dal primo minuto, complice la squalifica di Pellegrini e l’infortunio di Zaniolo.

Un’occasione da non sprecare per il trequartista argentino, che, in caso Fonseca decidesse di lanciarlo sin dai blocchi di partenza, tornerebbe a calcare il campo dopo ben 3 mesi. La sua ultima apparizione, infatti, risale al 10 novembre, quando la Roma perse per 2-0 a Parma sotto i colpi di Sprocati e Cornelius.

Da quel momento in poi si sono perse le tracce dell’ex PSG, tormentato da un edema osseo, eccezion fatta per il solo minuto giocato nel derby di due settimane fa. Ora, però, è tornato, e vorrà continuare a stupire, provando a dare maggiore continuità alle buone prestazioni offerte prima dell’infortunio.

I capitolini hanno disperato bisogno di punti per continuare a credere in un piazzamento Champions, che possa essere proprio il dimenticato fantasista argentino a portarli in dote?