L’ultima vittoria viola in casa risaliva a tre mesi fa, un colpo di testa di Milenkovic da angolo sconfisse l’Udinese: oggi come un dolce deja vu capitan Pezzella con un perentorio stacco affonda la SPAL. Per la prima volta Commisso gioisce in tribuna al Franchi ma anche questa volta il rischio che non accadesse è stato alto. La Viola di Iachini è piccola, intimorita, con le idee confuse. La SPAL, ultima e staccata in classifica, gestisce la partita, ha le occasioni più importante, dimostra maggior serenità negli appoggi. La Fiorentina forse grazie a questi tre punti, sommati a quello di Bologna, potranno acquisire una maggiore libertà mentale e tornerà a proporre qualche minima idea di gioco. Ora serve masticare pane duro e portare a casa punti per saldare una classifica, che ora attende la Viola ad un nuovo calendario ostico.

Le pagelle

Dragowski 6: Forse il sole gli dà fastidio sul tiro di Strefezza che va sul palo. Sul finire è decisivo su Valoti, anche se Doveri non vede la sua deviazione. Per il resto nessuna parata.

Milenkovic 6,5:Un partita senza svolazzi, prova ad iniziare le giocate delle squadra, ma non è proprio nelle sue corde.

Pezzella 7,5: Il gol scaccia le paure viola, col suo volo mette nella sacca viola tre punti d’oro.

Caceres 6: Mette l’abituale garra in una gara in cui la Fiorentina alza il muro, buona parte è merito suo.

Lirola 6: Prova a spingere e in qualche occasione ci riesce. Deve insistere.

Benassi 6: Recuperato da Iachini corre e va al tiro, inistendo un po’ troppo. Qualche errore in appoggio.

Castrovilli 6+: Il migliore del centrocampo. Nell’anestetico gioco viola prova a dare qualche scossa.

Pulgar 5,5: Di positivo c’è il corner ben calciato sulla testa di Pezzella. Per il resto lento e un po’ falloso.

Dalbert 5: Brutto periodo per il terzino. Rispetto ad un mese fa fatica a fare la fascia, forse servirebbe un po’ di riposo.

Chiesa 5,5: Sacrificato come prima punta. Non viene servito, non riesce a sprigionare la sua potenza. Ha un’occasione, la sciupa. Il cambio è stato fortunato… per Iachini. Dal 75′ Cutrone S:V: Tocca un pallone, un quasi golazo di tacco. )

Boateng 5:Scelta a sorpresa di Iachini, purtroppo per la tifoseria viola il suo rendimento non è più una sorpresa (Dal 45′ Vlahovic 6,5: Ci mette corsa e potenza che Boa non ha più, si rende utile alla squadra).