Parma-Milan, le ultime dall’inferno: nel dettaglio, presentazione del match e formazioni ufficiali, diramate dai tecnici, poco fa.

Prossima fermata: Parma. Prosegue il cammino verso le principali mete europee per il Diavolo, chiamato a redimere l’andamento altalenante di questo inizio 2021, attraverso una trasferta in provincia. Per farlo, i rossoneri dovranno riassaporare il dolce gusto del trend intrapreso, fin qui, lontano da San Siro, corroborato da ben 12 vittorie in 14 trasferte totali. Mirare all’Europa che conta davvero, passando dalla provincia, per incanalare i giusti binari che conducono alla Champions: l’obiettivo del Milan di Pioli, possiede anche circoscrizioni geografiche.

La lista dei convocati diramata dal tecnico dopo la rifinitura di ieri dimostra quanto, nel momento pressoché decisivo della stagione, il Diavolo possa finalmente riprendere il proprio cammino contando nella totalità dei propri interpreti, (eccezion fatta per Calabria e Romagnoli), segno inequivocabile di come, per la prima volta in stagione, gli alibi siano finiti: l’atteggiamento superficiale mostrato nel lunch match contro la Samp, proprio quello coinciso con il recupero di alcuni elementi fondamentali, potrebbe rappresentare l’ostacolo più insormontabile in assoluto nel raggiungere i traguardi finali del lungo cammino rossonero.

Parma-Milan, le ultime dall’inferno: le formazioni ufficiali:

Parma (4-3-3): Sepe; Conti, Bani, Gagliolo, Pezzella; Kucka, Kurtic, Hernani; Man, Pellè, Gervinho. All. D’Aversa. A disposizione: Colombi, Rinaldi, B. Alves, Busi, Dierckx, Valenti, Laurini, Osorio, Zagaritis, Brugman, Camara, Grassi, Traoré, Cornelius.

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Kalulu, Kjaer, Tomori, Theo Hernandez; Bennacer, Kessie; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic. All. Pioli. A disposizione: Donnarumma A, Tatarusanu, Dalot, Gabbia, Krunic, Meite, Tonali, Brahim Diaz, Castillejo, Hauge, Leao, Mandzukic.