Sabato 22 alle ore 15 il Napoli affronterà per il diciasettesimo turno di Serie A la SPAL al San Paolo. Il Napoli arriva dalla vittoria in extremis a Cagliari, grazie alla sontuosa punizione di Milik, che mantiene, almeno teoricamente gli azzurri in scia alla Juve di Allegri. Un tentativo di dare un senso matematico a questo campionato, per questo Ancelotti, dopo la discesa in Europa League farà di tutto per dare al proprio campionato un senso compiuto quale prima alternativa ai bianconeri. La SPAL arriva da una crisi di risultati non indifferente: dopo essere partita a razzo, il motore della squadra di Semplici si è inceppato e ora ha gli stessi punti che aveva racimolato l’anno scorso in questo periodo. La salvezza poi arrivò con un girone di ritorno fantastico. Di sicuro i ferraresi scenderanno a Napoli vogliosi di fare un bello scherzetto ai partenopei.

Qui Napoli

Per Meret, ex molto amato della partita, potrebbe avverarsi un altro stop: la spalla operata ad agosto è ancora infiammata e dolorante, e pare non eesere in grado di scendere in campo per la propria seconda presenza stagionale. Ancelotti dovrebbe mantenere il 4-4-2, con il ritorno dal primo minuto della coppia d’attacco Insigne e Mertens. Dubbio Mario Rui sulla sinistra dopo un colpo ricevuto in allenamento. Possibile chanche per Rog dal primo minuto, il croato potrebbe essere in partenza visto il forte interesse della Fiorentina. Intanto prosegue a gonfie e vele la vendita dei tagliandi a prezzo ridotto per questa partita casalinga pre natalizia: i biglietti di Curva B superiore sono stati esauriti e anche i Distinti superiori sono in fase di esaurimento.

Qui SPAL

Per Semplici qualche grattacapo per due giocatori titolarissimi che negli ultimi giorni si sono allenati a parte, ma che dovrebbero comunque farcela a scendere in campo a Napoli: Simone Missiroli a causa di un trauma contusivo alla coscia sinistra rimediato domenica scorsa durante la gara con il ChievoVerona e Manuel Lazzari per sindrome influenzale. Il presidente Colombarini alle radio napoletane ha risposto, sollecitato sulle voci di mercato che vorrebbero De Laurentis interessato a Lazzari, che per il momento è solo una manifestazione di interesse, niente di concreto. La formazione, se i due giocatori si riprenderanno, sarà quella tipo per Semplici, visto che oltre al terzo portiere Thiam non ci sono altri infortunati.

Probabili formazioni

Napoli (4-4-2): Ospina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Rog, Hamsik, Zielinski; Insigne, Mertens. Allenatore, Ancelotti.

SPAL (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Missiroli, Schiattarella, Kurtic, Fares; Antenucci, Petagna. Allenatore, Semplici.

I precedenti

I precedenti tra gli azzurri napoletani e biancoazzurri ferraresi sono stati 30, con 16 vittorie per il Napoli e 9 della SPAL, con 5 pareggi. I gol invece sono stati 47 per la società di De Laurentis e 41 per quella dei Colombarini. La tradizione recente è tutta per il Napoli: infatti arriva da nove vittorie consecutive contro la SPAL: per i partenopei si tratta della striscia di successi consecutivi più lunga contro una singola avversaria nel massimo campionato.

Il Napoli arriva da una striscia di 13 partite senza sconfitte interne, la SPAL da sette partite senza vittoria. L’ultima vittoria spallina a Napoli risale al 1961.

Dove vederla

La partita del San Paolo di sabato 22 ore è 15 sarà trasmessa in esclusiva da Sky, sui canali 202 e 251 del satellite e 383 e 384 del digitale terrestre.

Inoltre per gli abbonati sarà visibile in streaming sia su Sky Go sia su NOW TV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *