Roma ecco Reynolds

L’ex tecnico sul giocatore statunitense

Ai microfoni dell’emittente radiofonica l’ex commissario tecnico delle nazionali Under 18 e Under 20 degli Usa, Omid Namazi, ha parlato del neo acquisto giallorosso Bryan Reynolds. Ecco le sue parole:

Lei ha allenato Reynolds, cosa può dirci di lui?
“L’ho preso a 14-15 anni, giocava da ala d’attacco, poi lo arretrai in difesa. Sfrutta molto la sua velocità, ha una grande fisicità, spesso ha giocato in un assetto a cinque, si trova bene in quella posizione, dove ha tutto il campo a disposizione. Ha fatto un grande lavoro su se stesso in questi anni”.

Quali sono le sue migliori caratteristiche?
“Bryan ha una grande tecnica individuale, è molto bravo nei cross, nel prendere le decisioni corrette. Deve migliorare nella fase difensiva, anche perché il calcio italiano è diverso da quello americano”.

Pensa che questi miglioramenti che deve fare siano più mentali?
“Sì. È un atleta talmente straordinario che non va in difficoltà nell’uno contro uno, può ripercorrere l’esperienza di McKennie nella Juventus, avere quel tipo di crescita che sta avendo il bianconero”.

A chi può somigliare Reynolds?
“Per quelle caratteristiche che ha Bryan può ricordare due giocatori: uno sicuramente è Alphonso Davies, l’altro lo conoscete molto bene, Cafu. Ho fatto due nomi importanti, ma sono convinto che possa avere una grande carriera”.