Ha destato scalpore l’espulsione di Zlatan Ibrahimovic in occasione della gara di sabato pomeriggio contro il Parma, lo svedese è uscito da campo parecchio scuro in volto, ma soprattutto confuso per la decisione dell’arbitro Maresca.

Milan,  Maresca non arbitrerà il Milan per un certo periodo, non si escludono sospensioni per il fischietto campano reo di avere male interpretato una frase di Zlatan Ibrahimovic. Un errore che non è nuovo nella carriera dell’arbitro, la situazione andava gestita meglio ed al vertice arbitrale questa cosa pare non essere andata giù.

Dopo un contrasto di gioco non ravvisato dall’arbitro infatti Ibrahimovic inizia a richiamare l’attenzione dello stesso che in tutta risposta avrebbe detto allo svedese:” Non mi interessa quello che dici tu“, Zlatan allora replica “Mi sembra strano, eh, che non ti interessi quello che dico io“. Maresca a questo punto, sicuro di avere inteso l’epiteto bastardo, estrae immediatamente il cartellino rosso nella totale incredulità del giocatore che nega di avere detto frasi offensive.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Parma-Milan 1-3, Leao entra e la chiude: le pagelle dei rossoneri

Un turno di squalifica

Il cartellino rosso diretto varrà comunque la squalifica per un turno, una squalifica che ha del paradossale soprattutto perchè l’errore non è stato commesso dal giocatore, resterà da capire cosa ci sarà scritto nel referto arbitrale, ma la decisione dovrebbe essere questa e quindi non modificabile.