Gennaro Gattuso, allenatore del Milan, è intervenuto in sala conferenza stampa di Milanello e ha affrontato i temi alla vigilia della sfida di campionato contro la Roma.

La conferenza stampa

Sulla Partita: “Contro la Roma dobbiamo ripartire dai 55 minuti visti col Napoli prima che la squadra spegnesse la luce. Rivedendo la partita sembravano due partite diverse. La squadra, dopo aver superato la prima linea degli avversari, troppo spesso torna indietro invece di guardare avanti cercando la verticalizzazione. I ragazzi durante la settimana hanno lavorato con grande voglia e davanti a 60mila spettatori a San Siro non dobbiamo assolutamente ripetere gli errori commessi a Napoli.”

Il centrocampo

Su Biglia: “Biglia a livello tattico è un giocatore fondamentale per questa squadra. La gente valuta sempre soltanto i gesti tecnici invece di guardare i giocatori anche durante le fasi di non possesso. Biglia è fondamentale perchè copre il campo e chiude le linee di passaggio.”

Su Bakayoko: “Le mie parole sono state interpretate male. Non ho dato nessuna colpa al giocatore, ho soltanto detto che servisse tempo. Un errore mio forse è stato cambiare Biglia così presto. Ho provato Bakayoko in allenamento sempre da mezz’ala e solo una volta da vertice basso. Di questo mio errore abbiamo pagato le conseguenze.”

Sulla squadra: “Questa squadra ha tanta qualitá e grazie al mercato è migliorata ancora tanto. Il nostro difetto è il comportamento dopo un errore commesso. La squadra si spegne e va un pò in panico. L’errore a livello tecnico ci può stare ma bisogna migliorare l’aspetto mentale.”

Su Kakà: E’ un grande piacere avere Kakà allo stadio visto che ha scritto pagine importanti di questo club. La carica però deve arrivare dagli obiettivi, dobbiamo trovarla tra di noi durante la settimana e quando scendiamo in campo.”

Sulla Roma: “E’ un avversario con caratteristiche diverse dal Napoli, ha grande velocità e giocatori molto forte fisicamente. Dobbiamo stare molto attenti sulle palle inattive e su Edin Dzeko che nelle ultime partite spesso segnato al Milan. Bisogna scendere in campo con grande equilibrio. Se gli lasciamo campo ci possono far male.”

Il modulo

SulModulo: Il 4231 può essere un’alternativa al 433, ma il nostro problema non è a livello tattico, è più un problema mentale. Questa squadra grazie alle qualità può giocare con tanti moduli. Per il momento si va avanti così.”

Su Castillejo: E’ un giocatore di qualità che può spezzare le partite. Ha dinamica e riesce a fare giocate in velocità saltando l’avversario. Può darci molto.”

un Gattuso teso

E’ stato un Gattuso molto teso, per non dire nervoso, quello visto in sala conferenza stampa al centro sportivo Milanello. Si vedeva che è consapevole dell’importanza della partita e che si gioca già molto, nonostante sia appena la seconda giornata.
Il Milan domani sera contro la Roma con ogni probabilità scenderà ancora in campo con il 4-3-3, cercando di sfruttare il rientro di Hakan Calhanoglu. Con più di 60 mila spettatori, San Siro si veste per la prima partita in casa e darà una spinta da grande serata di calcio ai giocatori rossoneri. Per quel che riguarda la formazione, Abate sembra in vantaggio su Calabria, mentre si vedrà il debutto in maglia rossonera di Mattia Caldara che giocerà al posto di Musacchio affianchando Capitan Romagnoli.

Questa, dunque, la probabile formazione rossonera per la partita contro la Roma:

Donnarumma, Abate, Caldara, Romagnoli, Rodriguez, Bonaventura, Biglia, Kessie, Suso, Calhanoglu, Higuain