I “bravi ragazzi” della Banda Pioli

Scherza Brahim Diaz postando sui social questa immagine che lo ritrae con Theo Hernandez ed Hakan Chalanoglu negli spogliatoi dello Stadium poco dopo aver sonoramente battuto la Juventus in quello che era considerato da tutti un vero e proprio spareggio per l’ammissione alla prossima Champions League.

Al netto dei primi dieci minuti in cui i bianconeri tengono bene il campo, il resto della partita è stato in controllo del Milan con una prestazione eccelsa che neppure i tifosi più ottimisti avrebbero potuto immaginare.

Ha impressionato soprattutto la sicurezza della squadra di Pioli anche nei (pochi) momenti di sofferenza della partita. Una grande prova di maturità della squadra che, è bene ricordarlo, è la più più giovane del campionato.

La crescita dei giovani

Porpio Brahim Diaz  mostra in una sera tutto quello che da lui ci si aspettava e che aveva lasciato intravedere soltanto a sprazzi nel resto della stagione : rapidità, tecnica, dribbling e il gran gol che apre le danze. E scusate se è poco.

Davide Calabria gioca una partita di grande rendimento sia in fase difensiva (chiedete a Chiesa che non ha mai visto la palla) sia in fase di spinta confermando la sua continua crescita.

Theo Hernandez torna “Theo” , scorribande ad alta velocità nel cuore della difesa juventina, cross e grande intesità. Cuadrado non lo prende mai e quando cerca di stenderlo … non ci arriva. Le voci di gossip dicono fosse in crisi con la fidanzata, evidentemente la crisi è rientrata e Theo è pronto a giocare il finale di stagione da terzino devastante quale lo conosciamo.

E che dire di Fikayo Tomori ?  Impressionano la sua rapidità nelle chiusure e la freddezza nelle situazioni di pericolo per la propria porta. A questo aggiungete che segna un gol di testa con uno stacco da record asfaltando Chiellini, mica uno qualunque …   se il Milan avesse problemi per il riscatto pago io di persona i 28,5 milioni al Chelsea.

Ismail Bennacer è un centrocampista dotato di una capacità unica : riesce sempre a fare giocate in verticale facendo guadagnare tanto campo alla propria squadra e riesce a farlo anche con una rapidità di cui non tanti centrocampisti sono capaci. Non a caso è nel mirino del P.S.G. e altrettanto non a caso il Milan lo ha blindato con una robusta clausola da 50 milioni.

Confermiamo che Paolo Maldini e Frederic Massara hanno avuto un’ottima intuizione nel pescare Alexis Saelemaekers, il belga dopo un periodo piuttosto opaco è tornato a splendere domenica sera allo Stadium con una prova brillante fatta di corsa, scambi stretti e precisi con i compagni e anche opportuni ripiegamenti quando la situazione tattica del momento lo richiedeva. Peccato per il cartellino giallo che gli farà saltare la prossima gara col Torino.

Il progetto

Insomma, la banda Pioli, seppure col “capo-branco” Ibrahimovic in non perfette condizioni, si rilancia alla grande per la corsa Champions , lo fa con la prova di spessore dei più esperti Kjaer, Kessie, Chalanoglu, Rebic e con la prova di maturità e di crescita di “quei bravi ragazzi”  sui quali sta costruendo un futuro radioso che da troppo tempo i tifosi del Milan aspettano. Il progetto tecnico è valido e prosegue con piena soddisfazione del fondo Elliott che  vuole non solo crescita sportiva ma anche sostenibilità economica , ecco perchè la Champions League con i suoi introiti darebbe grande slancio a tutto il mondo Milan.